ULTIME NOTIZIE/ Di oggi ultim’ora. Carnevale Bologna: bimbo gravissimo (4 marzo 2019)

- Carmine Massimo Balsamo

Ultime notizie di oggi, ultim’ora. Al carnevale di Bologna un bambino è rimasto schiacciato da un carro: è in gravissime condizioni (4 marzo 2019)

carnevale_1_venezia_lapresse_2018
Vacanze di Carnevale 2019 - LaPresse

Gravissimo incidente avvenuto questo pomeriggio a Bologna, in occasione della tradizionale sfilata di carnevale del martedì grasso. Un bimbo di appena 2 anni si trovava sul carro “Masterchef” in braccio alla mamma quando la stessa ha perso la presa con il piccolo che di conseguenza è scivolato sotto al mezzo, venendo schiacciato. Il conducente del trattore ha proseguito il proprio percorso non accorgendosi di nulla, fino a che le urla della madre non hanno squarciato la festa. Subito sono stati chiamati i soccorsi e dopo un primo apporto medico durato circa 20 minuti, il piccolo è stato trasportato in codice rosso presso l’ospedale Maggiore in gravissime condizioni. Un testimone che ha purtroppo assistito alla scena terribile ha raccontato ai microfoni di Fanpage: «Il bambino era sul carro insieme alla mamma, quando è caduto dalle ringhiere che lo delimitano». Altri testimoni raccontano di scene strazianti dove i due genitori della piccola vittima, mamma e papà, sono scoppiati in pianti e urla disperati, dopo la caduta e il successivo schiacciamento. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie. Conte “Per la Tav si decide entro venerdì”

Sembra vicina ad una svolta la questione Tav. Il treno ad alta velocità che dovrebbe collegare Lione a Torino e viceversa, è ormai da mesi oggetto di discussione all’interno del governo. Il Movimento 5 Stelle è dichiaratamente “No Tav”, a cominciare dal ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli, mentre la Lega si schiera dalla parte opposta, convinto che l’opera vada fatta. Per provare ad uscire dall’empasse si è messo di mezzo il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, che quest’oggi, parlando davanti a Palazzo Chigi ha spiegato: «Il governo è in dirittura d’arrivo, nel percorso finale, quello politico. Abbiamo iniziato l’analisi costi benefici. Rispetto le posizioni di Lega e M5s ma sarò garante che queste posizioni pregiudiziali non pesino sul tavolo. Mi batterò perché non sia trascurato alcun aspetto per una decisione corretta». Previsto un nuovo vertice a partire da domani fino a che la questione non verrà risolta definitivamente. M5s e Lega fanno sapere di essere fiduciose dopo le dichiarazioni di Conte: ora bisognerà solo capire chi dovrà cedere fra i due schieramenti. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie: incidente piattaforma Eni ad Ancona

Incidente verificatosi stamane presso la piattaforma petrolifera Barbara F dell’Eni, situata a 60 chilometri al largo di Ancona. Stando a quanto emerso fino ad ora pare che una gru dell’impianto si sia staccata dalla struttura mentre stava eseguendo un’operazione di carico, cadendo in acqua. Durante la caduta, la stessa gru avrebbe colpito un’imbarcazione presente vicino alla piattaforma petrolifera per il rifornimento: una persona a bordo della nave è rimasta ferita, mentre l’operaio al lavoro sulla gru è caduto in mare e risulta essere al momento disperso. Pare inoltre vi sia un’altra persona coinvolta, anche se al momento non vi sono notizie ufficiali a riguardo. Subito è stato lanciato l’allarme, con i vigili del fuoco che sono intervenuti celermente poco dopo la chiamata, e stanno provvedendo a mettere in sicurezza la Barbara F. «Secondo le prime ricostruzioni – il comunicato ufficiale di Eni – la gru che stava effettuando delle operazioni di carico si sarebbe staccata dalla struttura finendo in mare. Nella caduta, la gru ha colpito il supply vessel ferendo due persone a bordo dell’imbarcazione. Al momento, l’operatore dalla gru caduta in acqua risulta disperso. Sono in corso le operazioni di soccorso». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, Primarie Pd: è già tensione in casa Dem

In virtù di oltre il 60% di consenso, Nicola Zingaretti è diventato il nuovo segretario del PD. Zingaretti è stato l’assoluto trionfatore delle primarie che si sono tenute ieri in tutta Italia, gli altri due avversari Martina e Giacchetti hanno riconosciuto la sconfitta e immediatamente hanno sottolineato che lavoreranno con il nuovo segretario per il bene del partito. Da parte sua l’ex presidente della provincia capitolina si è messo immediatamente al lavoro, il suo staff ha infatti stilato la nuova agenda del segretario, mettendo ai primi posti la controversa questione dell’alta velocità. Le felicitazioni per la nomina sono arrivate anche dall’avversario storico del PD, il M5s. Zingaretti ha però fatto notare che non ha nessuna intenzione di allearsi con i grillini. Ma è già tensione in casa dem: si teme infatti il boicottaggio da parte dei gruppi a maggioranza renziana. «Gruppi ancora in mano a Renzi? Io conosco solo i gruppi del Partito Democratico, solo quelli», il commento del governatore del Lazio, con i suoi sostenitori che chiedono lealtà, sebbene il possibile “reintegro degli scissionisti” di Articolo 1 rischia di scatenare il caos…

Ultime notizie Vaticano, il Papa annuncia l’apertura degli archivi segreti

Papa Bergoglio ha comunicato di aver preso la decisione di rendere pubblico il carteggio conservato negli archivi dello stato del Vaticano, archivio che si incentra nel periodo della seconda guerra mondiale. I carteggi potranno essere visionati dal 2 marzo del 2020 e interesserà infatti il pontificato di Pio XII. Immediato il plauso del mondo accademico, stante che le carte potrebbero svelare non solo il ruolo della chiesa nella strage degli ebrei operati dal nazismo, ma anche quella personale di un pontificato molto controverso. La speranza di Papa Francesco è quella che la lettura delle carte possa rivalutare la figura di un pontefice che grazie alle sue “poliedriche qualità” è riuscito a tenere saldo il timone nella chiesa durante lo scempio della seconda guerra mondiale.

Ultime notizie, Catania, taglia la gola all’amico a causa dell’alcol

Tragico epilogo di un party di Carnevale tenutosi a Vizzini, un popoloso centro dell’entroterra alle porte di Catania. Durante una festa di compleanno, un ventenne ha letteralmente sgozzato un amico quattordicenne: l’episodio si è verificato dopo che l’aggressore aveva ingerito una forte quantità di alcool e aveva fatto uso di sostanze stupefacenti. A finire in manette è stato Samuele Monterosso, già noto alle forze dell’ordine per reati minori. Il ferito, immediatamente trasportato all’ospedale di Lentini, è stato sottoposto ad intervento chirurgico: le sue condizioni sono gravi ma non sarebbe in pericolo di vita.

Ultime notizie, in manette capo ultras della Juventus

La direzione distrettuale antimafia di Agrigento ha ammanettato, all’interno di una vasta azione anti droga, Andrea Puntorno, noto alle cronache per essere uno dei capi della tifoseria della Juventus. Puntorno aveva lasciato il suo ruolo all’interno della tifoseria organizzata, ma per molti anni aveva ricoperto il ruolo di capo dei “Bravi Ragazzi”, una delle tifoserie più accanita della città della Mole. Il ruolo di Puntorno era emerso durante una puntata di Report, dinanzi alle telecamere l’uomo aveva dichiarato che era la tifoseria che gestiva la vendita dei biglietti, ricavando da esso un ottimo guadagno. Gli investigatori in un anno di indagine hanno appurato che l’attività dell’uomo non era rivolta solamente ai ticket, ma spaziava in tutte le attività criminali, non ultima quella legata allo spaccio di stupefacenti. Insieme a Puntorno sono finite in manette altre 29 persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA