Milano, baby gang contro movida/ Arco della Pace, 14 arresti: 3 ragazze adescatrici

- Niccolò Magnani

Milano, sgominata baby gang contro la movida all’Arco della Pace: 14 arresti, 9 sono minorenni. 3 ragazze adescavano le vittime per poi rapinarle e massacrarle di botte

Polizia all'Arco della Pace
Milano, Polizia all'Arco della Pace (LaPresse, 2019)

Ieri vi avevamo parlato di una baby gang sgominata in zona Abbiategrasso che terrorizzava giovani e non solo nel Milanese da diversi mesi: 9 arresti in quel caso, 5 in meno di quelli invece avvenuti stamattina in pieno centro di Milano dove 9 minorenni e 5 maggiorenni mettevano in atto da tempo aggressioni e rapine contro la movida nella zona dell’Arco della Pace. Nella presunta baby gang sgominata dalla Polizia e dalla Procura di Milano – composta da ragazzi tra i 15 e i 22 anni – ci sono anche tre ragazze che erano l’esca con cui venivano attirate le vittime dei pestaggi. L’ordinanza emessa dal comando provinciale di Milano e dal gip del Tribunale dei Minori prevede 8 giovanissimi finiti in carcere, uno in comunità e altri 5 fermi: l’accusa per tutti è la stessa vista ieri ad Abbiategrasso, ovvero rapina aggravata, minacce e lesioni personali. Secondo quanto rivelato dalle carte della Procura dei minorenni di Milano, l’indagine svolta dai militari della stazione di Porta Sempione è cominciata addirittura lo scorso febbraio: è stata chiamata “Paranza” in riferimento alla violenza contro i giovanissimi descritte nell’ultimo libro di Roberto Saviano (“La paranza dei bambini”).

3 RAGAZZE ADESCAVANO LE VITTIME

Nei provvedimenti svolti dagli inquirenti, si fa esplicito riferimento a oltre 20 episodi, tutti caratterizzati da «particolare efferatezza e dall’uso di coltelli, spranghe e bottiglie di vetro»: in questo contesto, la baby gang agiva con un modus operandi piuttosto standardizzato che prevedeva l’uso di tre ragazze piacenti che si avvicinavano alle vittime per chiedere una semplice sigaretta e intavolavano l’adescamento, salvo poi dare il via libera al pestaggio dei propri complici tutti giovanissimi. «I minori arrestati nonostante l’età, si sono dimostrati capaci di agire con un’efferatezza sprezzante di ogni legalità e di qualsiasi rispetto per le vittime nei cui confronti si sono comportati con una tale violenza da denotare grande pericolosità sociale», scrive il gip dei minori di Milano, parlando esplicitamente di modalità da branco per la baby gang per fortuna sgominata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA