Festa Della Donna, Oggi 8 Marzo 2019/ Auguri Vip: Littizzetto, Hunziker e Cucinotta

- Silvana Palazzo

Per la festa della donna, oggi 8 marzo 2019, evento al Quirinale: le parole del presidente Mattarella

festa_donna_mimosa_1_lapresse_2017
8 marzo, festa della donna (Lapresse)

Sono state tante le donne famose che hanno voluto condividere in rete, il proprio augurio per l’8 marzo. A cominciare da Antonella Clerici, protagonista della prima serata di oggi, con la semifinale di Sanremo Young. La conduttrice ha scritto semplicemente “Auguri belle donne! Di felicità, di consapevolezza. Vogliamoci bene”. Spazio anche per Giorgia Meloni che su Twitter lancia un appello: “In occasione dell’8 marzo, aderisco anche io alla campagna contro la violenza sulle donne #GuardaBeneChiAmi. Perché chi ama non usa MAI violenza!”. Bellissimo invece, il messaggio di Luciana Littizzetto che, sempre sul social network dell’uccellino azzurro scrive: “A tutte le donne di tutto il mondo. Che lottano, che combattono, che rischiano sulla loro pelle. Che il futuro per loro e per noi sia di libertà e di rispetto. Non ci interessa essere donne con le palle. Abbiamo già le tette. Che sono bellissime. #FestadelleDonne #8Marzo”. Michelle Hunziker invece, festeggia il quarto compleanno della piccola Celeste, augurando una felice giornata a tutte le donne. Maria Grazia Cucinotta in ultimo, parla di solidarietà: “Auguri a tutte le Donne che sono amiche e complici delle Donne”. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

STOP AL FEMMINICIDIO

La festa della donna dovrebbe essere “celebrata” ogni giorno. E dicendo questo, non parliamo di femminismo e nemmeno di ideologie spicciole, parliamo di concretezza, di realtà. Le donne muoiono, e vengono ammazzate brutalmente dalle mani di uomini vigliacchi che non sanno amarle, che le soffocano e provano a distruggerle (e spesso ci riescono). Ieri si leggeva dell’ennesima morte brutale, la 24enne Alessandra Musarra, picchiata dal fidanzato fino a toglierle la vita. Il suo ultimo messaggio sul web era un grido di aiuto, nella speranza di riprendere in mano ciò che le apparteneva, ed invece non è potuto accadere. Aleksandra Matikj del “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione”, proprio nella giornata in cui si celebra la festa della donna, ha rivolto un importante appello, affinché tutte le vittime di abusi, trovino il coraggio di denunciare i propri aguzzini. Per questo motivo, il suo invito social, si è concluso tendendo una mano, ed invitando tutte le donne della Liguria a contattarli via mail scrivendo una mail a: comitato.no.discriminazione@gmail.com: “Saremmo più che lieti di aiutarvi. Denunciate. È il primo passo verso la libertà e l’amore di sé stesse”, ha concluso la Matikj. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

IL DISCORSO DI MATTARELLA

In occasione dei festeggiamenti per la Festa della donna, la giornata internazionale del “sesso debole” al Quirinale, oggi 8 marzo 2019, il presidente della repubblica Sergio Mattarella, si è rivolto così ai presenti: «La condizione delle donne attesta il grado di civiltà raggiunto da un Paese». La sede del “Colle” è stata addobbata per l’occasione con una serie di mimose all’ingresso, che hanno appunto accolto i partecipanti dell’evento, mentre il cambio della guardia è stato tutto al femminile, con il picchetto d’onore, come ricorda Repubblica, affidato alle donne dei Lancieri di Montebello. «Fare gli auguri alle donne, in realtà, vuol dire rivolgerli all’intera comunità nazionale – il discorso del capo dello stato – perché la componente femminile è parte, oltre che essenziale, decisiva della nostra società. Per questo, l’8 marzo si celebrano valori di fondo della nostra vita in comune. Valori che recano il segno delle conquiste realizzate, spesso con fatica e tra molte difficoltà, dalle donne stesse. La condizione femminile è uno di quegli elementi che attestano il grado di civiltà raggiunto da un Paese». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

FESTA DELLA DONNA, OGGI 8 MARZO 2019

Sono numerosi i messaggi social per la Festa della donna, che si celebra oggi, 8 marzo 2019, in tutto il mondo. Fra coloro che hanno voluto dedicare un pensiero al “sesso debole” anche il ministro dell’interno, Matteo Salvini, che ha annunciato la presentazione di due leggi in favore proprio delle donne: «Oggi presenteremo due leggi – il post sul tweet ufficiale del ministro dell’Interno – una elimina ogni sconto di pena per assassini e stupratori. La seconda prevede che entro 3 giorni da una denuncia di molestie, il Giudice convochi e ascolti la donna che ha denunciato». Una notizia senza dubbio positiva alla luce dei numerosi casi di moleste sia fisiche che psicologiche subite dalle donne ogni giorno. Così invece la nota attrice Luciana Littizzetto: «A tutte le donne di tutto il mondo. Che lottano, che combattono, che rischiano sulla loro pelle. Che il futuro per loro e per noi sia di libertà e di rispetto. Non ci interessa essere donne con le palle. Abbiamo già le tette. Che sono bellissime. #FestadelleDonne #8Marzo». Laura Pausini, cantante amata in Italia e nel mondo, ha invece pubblicato un video, in cui ha invitato le donne a non nascondersi: « Buona festa delle donne, facciamoci sentire sempre». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

FESTA INTERNAZIONALE DELLA DONNA, 8 MARZO 2019

E’ l’8 marzo e in tutto il mondo, Italia compresa, si celebra la Festa della donna. In occasione di questa festività è da tradizione regalare un mazzetto di mimose, fiore di colore giallo intenso che sboccia in questo periodo dell’anno, ma chi volesse regalare qualcosa di originale, potrebbe pensare ad un libro, preferibilmente a tema femminile. Molto adatto a questo giorno di festa è senza dubbio la biografia di Michelle Obama, “Becoming, la mia storia”, in cui la moglie dell’ex presidente degli Stati Uniti si racconta. “Diario di un’apprendista astronauta” è un altro libro senza dubbio meritevole di attenzione, e racconta la storia di Samantha Cristoforetti, orgoglio italiano. Fra le donne più amate di tutti i tempi vi è anche l’artista messicana Frida Kahlo, famosa per le sue numerose opere ma anche per il suo attivismo politico; a riguardo segnaliamo la sua biografia redatta da Hyden Herrera. Infine, ritornando in Italia, come non ricordare una delle donne più apprezzate della nostra nazione, l’astrofisica Margherita Hack: se voleste approfondire la sua storia vi consigliamo “Siamo fatti di stelle”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

FESTA DELLA DONNA, OGGI 8 MARZO 2019

Per celebrare la festa della donna, oggi 8 marzo, sono numerose le iniziative in programma. Fra le più apprezzabili vi è senza dubbio “Quality of life”, un progetto promosso dall’Associazione Professionale Estetica Oncologica, patrocinato da Confartigianato e Regione Lombardia, con la partecipazione di Lilt, Fondazione le 5 vie di Giorgio, Stati Generali delle donne, Una mano alla vita onlus, Fondazione sanità, Viola, Susan G. Komen Italia, Soleterre Onlus, Rete oncologica pugliese, Associazione nazionale italiana senologi chirurghi (A.n.i.s.c.), che prevede delle attività in favore delle pazienti oncologiche su tutto il territorio. Confartigianato Benessere Verona, che raggruppa le imprese di estetica, promuove invece l’iniziativa delle estetiste Apeo, che per l’intero mese di marzo regaleranno ai pazienti oncologici un trattamento estetico per viso o corpo. Inoltre, sono stati organizzati degli incontri presso farmacie e centri di cura, in cui vengono esternati i benefici dell’estetica oncologica. Degli appuntamenti sicuramente meritevoli di attenzione, visto che sono milioni le donne in Italia malate di cancro ed in particolare di tumore al seno, attualmente quello più diffuso a livello nazionale. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

FESTA DELLA DONNA, 8 MARZO 2019: FRASI D’AUGURI

Si celebra oggi la Festa internazionale della Donna, che si è trasformata nella Giornata internazionale della Donna. Ogni 8 marzo si ricordano le conquiste sociali e politiche ottenute dalle donne nel corso della storia, ma questo è diventato purtroppo anche il giorno in cui si denunciano le violenze e disparità che sono costrette a subire. Per diverso tempo l’origine della Festa della Donna è stata attribuita al giorno in cui centinaia di operaie sarebbero morte nell’incendio di una fabbrica di camicie a New York nel 1908, ma – come riportato da Skytg24 – si tratta di un falso storico. Diversi storici sostengono che l’episodio dell’incendio della fabbrica di camicie fosse una fantasiosa riproposizione di un vero incendio scoppiato nel 1911 sempre a New York. Fu il più grave incidente industriale della storia della Grande mela: provocò la morte di 146 persone, tra cui 123 donne. Questa tragedia ebbe risvolti sociopolitici molto importanti, perché vennero varate nuove leggi sulla sicurezza nel posto di lavoro.

FESTA DELLA DONNA, FRASI AUGURI E QUEL FALSO STORICO…

Non mancheranno oggi le iniziative per celebrare la Festa della Donna, ma ce n’è una in particolare destinata a far parlare di sé. Si tratta dello sciopero generale indetto dall’associazione Non Una di Meno, uno sciopero dai e dei generi, in risposta a tutte le forme di violenza che colpiscono le donne. Se avete voglia di celebrare le donne fuori dai luoghi comuni, potete fare riferimento anche ad alcune frasi di donne per le donne magari da inviare via sms proprio in occasione della Giornata internazionale della donna 2019. Come quella di Rita Levi Montalcini, Premio Nobel per la medicina nel 1986: «Le donne hanno sempre dovuto lottare doppiamente. Hanno sempre dovuto portare due pesi, quello privato e quello sociale. Le donne sono la colonna vertebrale delle società». Della scrittrice Rebecca West è invece questa frase: «Io stessa non sono mai stata in grado di scoprire cosa è esattamente il femminismo; so solo che la gente mi chiama femminista ogni volta che esprimo sentimenti che mi differenziano da uno zerbino».

FRASI D’AUGURI DIVERTENTI

Vi abbiamo consigliato qualche frase per la Festa internazionale delle donne, aforismi noti di personalità di spicco del Novecento, però c’è anche chi opta per delle frasi d’auguri divertenti e ironiche. Sono in tanti infatti a cercare di strappare un sorriso con un messaggino sui social, vi riportiamo qualche esempio: «Dietro ad ogni uomo c’è sempre una donna ferma tre vetrine prima a guardare le scarpe», «Non si conosce una donna fino in fondo finchè non la si incontra in tribunale», «La donna divide le pene, raddoppia le gioie e triplica le spese». Consigliamo anche l’ironia di Audrey Hepburn, «Se gli uomini fossero belli ed intelligenti, si chiamerebbero donne», o ancora la satira di Caroline Schlegel, «L’unica cosa che mi consola del fatto di essere donna, è la certezza che non ne sposerò mai una».

© RIPRODUZIONE RISERVATA