Lasciato dalla moglie, ricatta l’amante/ “Adesso vieni a vivere con me o…”

- Matteo Fantozzi

Un uomo lasciato dalla moglie arriva a ricattare l’amante. È successo in provincia di Ancona dove questi è stato lasciato dopo che era emerso il suo tradimento.

Segregato in casa e ucciso da baby-gang
Polizia a Milano (LaPresse, 2019)

Un uomo lasciato dalla moglie arriva a ricattare l’amante. È successo in provincia di Ancona dove questi è stato lasciato dopo che era emerso il suo tradimento. Il protagonista di questa storia però a quel punto ha deciso di pressare la sua amante, minacciandola di mostrare le prove di quanto accaduto a suo marito se questa non fosse andata a vivere con lui. Su queste basi e sulle perquisizioni si stanno muovendo la Squadra mobile di Ancona e la Procura di Macerata. Sull’uomo al momento verte un’accusa di stalking con un provvedimento cautelare di divieto di avvicinamento alla parte offesa, la stessa che fino a poco tempo fa era con lui protagonista di una relazione extraconiugale. Dei due si sa che entrambi lavorano in un ospedale di Ancona, anche se i fatti in questione sarebbero avvenuti all’interno dell’abitazione della donna in provincia di Macerata.

Lasciato dalla moglie, ricatta l’amante: “Adesso vieni a vivere con me o…”

Cosa si muove dentro la testa di un uomo lasciato da una moglie che ha scoperto un tradimento? Di solito ci dovrebbe essere il senso di colpa per aver fatto del male a una persona a cui si dovrebbe voler bene, invece in questa storia si è sviluppato un sentimento in grado di ferire sia la sua vecchia metà che quella donna con cui aveva passato dei momenti di intensa passione. L’uomo aveva iniziato a tormentare l’amante dopo essere stato lasciato dalla moglie, con degli atti persecutori che le incutevano il timore che il marito venisse a scoprire tutto quanto accaduto con lui. Questo l’ha indotta a rivolgersi alla polizia che ha iniziato con la perquisizione dei locali dell’uomo, trovando della documentazione che confermava l’atto persecutorio. Sono stati inoltre sequestrati diversi apparecchi elettronici appartenenti sempre a questo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA