ULTIME NOTIZIE/ Ultim’ora, bimbo caduto dal quinto piano a Roma (16 aprile 2019)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie, ultim’ora, un bambino di 8 anni è caduto dal quinto piano di un palazzo in Roma: gravissimo (16 aprile 2019)

Alessandro Pieri: avvelenamento o malore?
Ambulanza a Roma (LaPresse, 2018)

Un bambino di 8 anni versa al momento in gravissime condizioni dopo essere precipitato dal quinto piano di un palazzo. L’episodio drammatico si è verificato precisamente in un palazzo a la Giustiniana, periferia di Roma. Il bimbo fortunatamente è rimasto sempre cosciente dopo la caduta, ma avrebbe riportato la frattura di entrambe le gambe e della braccia. Pare che al momento della caduta in casa vi fossero altri due fratelli della vittima, nonché il nonno, la nonna e la mamma, ma non è ben chiaro cosa sia successo, se il tutto sia stato accidentale o volontario, ipotesi quest’ultima al momento esclusa. Una volta giunta sul posto l’ambulanza, il piccolo di 8 anni è stato stabilizzato e quindi portato d’urgenza presso l’ospedale con l’elisoccorso, a testimonianza di quanto le condizioni fisiche del bimbo fossero molto serie. Sul luogo dell’incidente anche le forze dell’ordine, con gli agenti del commissariato di Ponte Milvio, che hanno iniziato subito ad indagare per cercare di ricostruire l’accaduto, e nel contempo hanno accompagnato mamma e nonne, molto provate, presso l’ospedale dove è ricoverato il piccolo. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie: due arresti nelle indagini a Messina Denaro

Due carabinieri sono stati arrestati perché accusati di aver passato delle notizie delicate e riservate riguardanti il noto boss di Cosa Nostra, Matteo Messina Denaro. Come riferisce Repubblica, in manette sono finiti il tenente colonnello Marco Zappalà, ufficiale dei carabinieri in servizio alla Direzione investigativa antimafia di Caltanissetta, e Giuseppe Barcellona, appuntato dell’Arma che lavora alla Compagnia di Castelvetrano. Due insospettabili, a cominciare dal primo, considerato uno degli investigatori nel campo dell’antimafia più fidati, nonché militare che in passato si è occupato anche delle stragi dei giudici Falcone e Borsellino. In manette è finito anche sindaco di Castelvetrano, Antonio Vaccarino, già condannato per traffico di droga, e poi divenuto un collaboratore di giustizia. Le indagini sono state condotte dagli uomini della dia di Palermo, che di fatto hanno messo le loro mani su due colleghi. Continua così la latitanza di Matteo Messina Denaro, l’uomo più ricercato d’Italia, coperto da una fitta reti di adepti, ma anche di persone, come Zappalà e Barcellona, apparentemente insospettabili. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie: incendio di Notre Dame domato completamente

Buone notizie da Parigi dove i pompiere sono riusciti a domare definitivamente le fiamme presso la cattedrale di Notre Dame. Dopo circa 10 ore di lavoro, fra le 18 di ieri sera e le 4 di questa notte, i vigili del fuoco hanno contenuto il rogo. Le immagini delle fiamme che hanno avvolto la splendida cattedrale parigina, uno dei simboli della relione cattolica nel mondo, hanno fatto in brevissimo tempo il giro del globo, e sono moltissimi coloro che hanno voluto mandare un messaggio ai francesi, a cominciare dal Papa: “Vi sono vicino”. In queste ore si stanno effettuando una serie di analisi sulla struttura della cattedrale, e da una prima disamina sembrerebbe che la stessa sia pronta a reggere nonostante la volta in legno sia caduta in gran parte, compresa l’enorme guglia alta più di 40 metri e dal peso di circa 700 tonnellate. Macron ha parlato di “ricostruzione immediata con l’aiuto di tutti”, e sono già arrivate centinaia di milioni di euro di donazioni da filantropi e miliardari pronti a dare il loro contributo pur di rivedere la splendida cattedrale ai fasti di un tempo. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie: incendio a Notre Dame

Non si può non parlare nelle ultime notizie dello spaventoso incendio scoppiato nel primo pomeriggio di ieri nella cattedrale di Notre Dame. Tutto è nato da un’impalcatura, per cause ancora da accertare, si è presto propagato all’interno della struttura che in poco tempo ha preso immediatamente fuoco. Attorno alle 20.00 al culmine dell’incendio la bellissima guglia è crollata sul tetto, distruggendo di fatto una delle strutture religiose più antica dell’intero pianeta. Macron ha immediatamente parlato dicendo che oggi l’intera Parigi piange la distruzione della bellissima chiesa, nella vicenda è intervenuto finanche il presidente USA Trump che si è detto addolorato. Un portavoce della cattedrale ha affermato che probabilmente della struttura non rimarra nulla.

Ultime notizie nuovi guai giudiziari per i ministri

Finiranno di nuovo dinanzi al Tribunale dei Ministri coloro che per oltre dieci giorni hanno impedito ai migranti della Sea Watch di lasciare l’imbarcazione che li aveva salvati. Come nel caso di nave Diciotti la probabile iscrizione interesserà tutta la catena di comando politica, a partire dal premier Conte fino ad arrivare ai due vice premier Salvini e Di Maio. L’indagine oltre a dover accertare chi diede materialmente l’ordine di chiusura delle acque territoriali dovrà accertare anche chi diede l’ordine di sbarco per i 15 minori non accompagnati, e soprattutto il perché la nave fu successivamente dirottata a Catania, stante la sua lunga permanenza di fronte al porto di Siracusa.

Ultime notizie, ci sono 800.000 migranti porti a partire

Una vera e propria epopea senza fine quella che ha ipotizzato il premier Libico Fayez Serraj. Per Serraj la situazione nel suo paese con la guerra civile di fatto in atto convincerà quasi un milione di abitanti a cercare rifugio nelle “carrette dei mari”. Il premier libico ha fornito indicativamente la cifra di 800.000 persone pronte a partire alla volta di Lampedusa. Nell’incontro tenuto con i giornalisti internazionali Serraj ringrazia il nostro paese per aver tenuto aperta la legazione diplomatica a Tripoli, chiede però all’Europa di attivarsi contro il suo rivale Khalifa Haftar.

Ultime notizie, 42 arresti per truffe assicurative

La squadra mobile di Palermo e Trapani unitamente ai militari della Guardia di Finanza hanno tratto in arresto 42 persone per reati contro le assicurazioni. Gli arrestati facevano parte di due bande che agivano prioritariamente in Sicilia. Agghiaccianti, come ha detto lo stesso questore, le modalità in cui venivano organizzatele truffe. Le bande reclutavano infatti tossicodipendenti ai quali tramite blocchi di cemento venivano fratturati gli arti, successivamente quest’ultimi venivano trasportati in ospedale dove dichiaravano una dinamica concordata con l’organizzazione. La banda nelle fasi successive si avvaleva di periti compiacenti che certificavano come l’incidente fosse avvenuto secondo quanto riferito. Dalle prime stime le truffe avrebbero portato nelle casse dell’organizzazione una cifra di denaro superiore ai 2 milioni di euro. Nell’indagine risultano implicate a vario titolo oltre 250 persone.

Ultime notizie, il grande giorno per la Juventus

È arrivato il grande giorno per la Juventus di Massimiliano Allegri che stasera è impegnata nei quarti di finale di ritorno di Champions League. A Torino arriva l’Ajax dei giovani terribili che già hanno fatto fuori il Real Madrid e i bianconeri arrivano alla sfida incerottati. Giorgio Chiellini non ha recuperato e nell’ultimo allenamento si è fermato anche il croato Mario Mandzukic. In conferenza stampa al fianco del tecnico della squadra piemontese si è presentato anche Emre Can, completamente titolare e pronto a giocare titolare. Il dubbio rimane su chi sostituirà Supermario con Paulo Dybala e Moise Kean che si giocheranno una maglia anche se Allegri ha evidenziato come entrambi potrebbero accadere in panchina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA