Buona Pasqua 2019, auguri e frasi/ Idee in poesia: da Ungaretti fino al Manzoni

- Carmine Massimo Balsamo

Frasi e Auguri di buona Pasqua 2019: dal Cristianesimo fino al “rito” delle uova. Le idee in poesia: da Manzoni ad Ungaretti, fino a Celentano..

auguri buona pasqua 2019
Immagine di repertorio (Pixabay)

«Cristo, pensoso palpito, Astro incarnato nell’umane tenebre, Fratello che t’immoli perennemente per riedificare umanamente l’uomo»: tratta da “Il Dolore”, è Giuseppe Ungaretti che prova a dare degli auguri “diverso dal solito” a pochi giorni dalla Pasqua, riferendosi a quell’Uno risorto molte volte centro delle sue poesie anche se in maniera più indiretta. Perché non “far” propri per questo 2019 auguri più “poetici” che provino a smuovere lo stucchevole tran tran delle frasette semi-divertenti e le gif sulle uova di Pasqua? Se invece volete stupire proprio definitivamente – col sommo rischio di risultare un po’ logorroici, ma il rischio vale la candela – con un vostro augurio particolare, allora la ricetta giusta si chiama Alessandro Manzoni (ne gli Inni Sacri): «E’ risorto: il capo santo più non posa nel sudario è risorto: dall’un canto dell’ avello solitario sta il coperchio rovesciato: come un forte inebbriato, il Signor si risvegliò Era l’alba; e molli il viso Maddalena e l’altre donne fean lamento in su l’Ucciso; ecco tutta di Sionne si commosse la pendice e la scolta insultatrice di spavento tramortì Un estranio giovinetto si posò sul monumento: era folgore l’aspetto era neve il vestimento: alla mesta che ‘l richiese dié risposta quel cortese: è risorto; non è qui». (agg. di Niccolò Magnani)

LA LETTERA DI CELENTANO A PAPA FRANCESCO

Era il 2015 quando il “Molleggiato” per eccellenza, Adriano Celentano prese carta e penna e scrisse i suoi personali e originali auguri di Buona Pasqua nientemeno che a Papa Francesco: «è il Papa degli sconvolgimenti sia per i buoni che per i cattivi, una scossa di terremoto che non capitava da più di settecento anni». Non solo, nell’elogio scritto di Celentano al Papa alla vigilia di Pasqua v’è dentro tutto il cruccio della fede di un grande personaggio con teorie e idee spesse volte “discutibili” ma sincero nel voler trovare pace nella sua ultima parte di esistenza: «Papa Francesco vuole che la gente si renda conto che per scrivere quelle parole di vita eterna Gesù ha dovuto morire sulla croce». La grande notizia che Gesù ha voluto darci: amare fino al punto di perdere la vita per gli altri. Celentano si sofferma poi sul senso del peccato, si chiede come mai Dio sa perdonare tutti e portarli in Paradiso: questo succede, dice, perché Dio prima di essere giusto, è infinitamente buono. Sempre nella lettera, il concetto veniva poi chiosato in questi termini «il criterio con cui Dio giudica è prima di tutto corrispondente alla Sua natura, che Lui stesso ha creato. Un meccanismo perfetto dal quale a causa della Sua stessa infinità bontà deve dipendere». Sono passati 4 anni ma quel “criterio” e quelle “domande” sono tutt’altro che “superate”.. (agg. di Niccolò Magnani)

DA ERRI DE LUCA ALLE GIF

Auguri di buona Pasqua 2019: è tutto pronto per la principale solennità del cristianesimo che celebra la risurrezione nel terzo giorno della sua morte in croce, come narrato nei Vangeli. E come festeggiare insieme ai propri cari via social e non? Le opzioni non mancano e sono diverse le possibilità a disposizione: dalle poesie alle immagini, passando per le Gif, ormai sempre più di moda. C’è ovviamente chi preferisce onorare la tradizione religiosa e chi, invece, si butta sullo spirito: proviamo a fornire qualche esempio che potrebbe tornare utile per fare gli auguri di una felice e serena Pasqua. Citiamo per primis uno dei più grandi scrittori del nostro Paese, ovvero Erri De Luca: «Allora sia Pasqua piena per voi che fabbricate passaggi dove ci sono muri e sbarramenti, per voi apertori di brecce, saltatori di ostacoli, corrieri a ogni costo, atleti della parola pace».

AUGURI BUONA PASQUA 2019: CONSIGLI E IDEE

Da Erri De Luca a Gianni Rodari, con lo scrittore di Omegna che ha celebrato la Pasqua con una filastrocca molto nota, intitolata Il pulcino Marziano: «Ho visto, a Pasqua, sbarcare / dall’uovo di cioccolato / un pulcino marziano. / Di certo il comandante / di quell’uovo volante / di zucchero e cacao / con la zampa ha fatto ciao. / E il gatto, per la sorpresa, / non ha detto neanche: “Miao”». Intellettuali e poeti hanno omaggiato a più riprese la Pasqua, ma si può ricorrere anche a frasi meno impegnative e più semplici: «Che questa Pasqua, primavera di vita, sia foriera di infinita speranza e letizia per le menti ed i cuori. Buona Pasqua!», «Vorrei augurare a tutti una Pasqua che rinnovi la speranza nei cuori e faccia ritrovare il sorriso anche a chi l’ha perso da tempo», «Pasqua non è un giorno qualunque, ma è il giorno in cui se vuoi, puoi rinascere a nuova vita. Buona Pasqua». Ma c’è anche chi opta per frasi spiritose, di cui vi riportiamo qualche esempio: «Ciao ragazzi, voi tra la forma fisica e l’uovo di Pasqua, cosa scegliete? E precisamente al latte o fondente?», «Buona Pasqua a tutti quelli che trovano sempre il pelo nell’uovo», «A Pasqua risorgono anche gli ex che ti scrivono su WhatsApp».

© RIPRODUZIONE RISERVATA