Allarme bomba a Fiumicino: evacuato terminal 1/ Furgone sospetto: pericolo rientrato

- Emanuela Longo

Allarme bomba a Fiumicino dopo furgone sospetto parcheggiato con motore acceso: evacuato per un’ora il terminal 1, si trattava di una falsa emergenza

Polizia a Fiumicino
Allarme bomba a Fiumicino (immagini di repertorio, LaPresse)

Paura oggi all’aeroporto Fiumicino per un sospetto allarme bomba che ha portato a far evacuare l’intero terminal 1. L’emergenza è scattata alle ore 13.40 quando alcuni passanti hanno segnalato la presenza sospetta di un furgone abbandonato, senza nessuno a bordo ma con il motore acceso proprio davanti all’ingresso del terminal 1. A quel punto, come spiega Corriere.it, è giunta prontamente la polizia che ha ritenuto opportuno bloccare la circolazione stradale. Intervenuti ovviamente anche gli artificieri che hanno preso in carico il mezzo sospetto per tutti gli accertamenti del caso. La segnalazione ha fatto scattare in pochi istanti il piano sicurezza nello scalo della Capitale. Al fine di permettere tutte le operazioni del caso previste dal protocollo, i passeggeri del T1 sono stati fatti uscire dall’aeroporto ma nonostante l’interruzione della viabilità sull’anello viario superiore non sono stati comunque registrati ulteriori disagi in riferimento ai voli in arrivo ed in partenza dallo scalo romano.

ALLARME BOMBA A FIUMICINO: SECONDO EPISODIO IN DUE SETTIMANE

I controlli presso l’aeroporto di Fiumicino poco dopo pranzo sono andati avanti per circa un’ora, fino alle 14.30, senza dare fortunatamente alcun esito positivo rispetto all’iniziale sospetto di allarme bomba. La situazione, dunque, è stata molto presto ripristinata e tutto sarebbe tornato alla normalità. Scalo e voli, rimasti operativi anche nel corso delle operazioni, non hanno subito disagi o eventuali ritardi (se non minimi), in un venerdì già nero sul piano dei trasporti in generale per via dello sciopero dei treni e dei mezzi pubblici. Riaperta anche la viabilità sia al piano superiore che inferiore dell’anello viario. Quello registrato nella giornata di oggi presso l’aeroporto Fiumicino è stato il secondo episodio in pochi giorni. Solo qualche settimana fa un episodio simile era stato segnalato al Leonardo da Vinci dove nei pressi del parcheggio multipiano era stata lasciata un’auto, una Peugeot con motore acceso. Ancora una volta si era trattato di un falso allarme.



© RIPRODUZIONE RISERVATA