CHIARA APPENDINO, BUSTA CON PROIETTILE/ Solidarietà bipartisan a sindaco di Torino

- Davide Giancristofaro Alberti

Busta contenente un proiettile indirizzato a Chiara Appendino. Il commento di Salvini: “Esprimo la mia solidarietà”

atp finals 2021-2025 torino
Torino, il sindaco Chiara Appendino (LaPresse, 2019)

Nuove minacce al sindaco di Torino Chiara Appendino, che ha ricevuto una busta con proiettile dopo il pacco bomba di tempo fa. Solidarietà bipartisan dal mondo politico al primo cittadino M5s, a partire dal governatore dem del Piemonte Sergio Chiamparino: «Un altro vergognoso tentativo di intimidazione contro la sindaca Appendino. A lei va tutta la mia vicinanza e solidarietà umana e politica». Così la collega grillina Virginia Raggi: «Un abbraccio a Chiara Appendino. Vai avanti ancora più determinata dopo questa nuova intimidazione. Siamo con te». Messaggio di vicinanza dal presidente della Camera Roberto Fico: «Chiara Appendino è più forte di tutte le minacce e di tutte le intimidazioni. Siamo tutti al suo fianco». Infine, il tweet del sindaco di Milano Beppe Sala: «Fare il Sindaco è una scelta che richiede coraggio e Appendino ne ha sicuramente molto. Chi la minaccia si deve rassegnare: siamo tantissimi a sostenerla». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

SOLIDARIETA’ DA SALVINI E DI MAIO

Numerosi i messaggi delle ultime ore a sostegno della sindaca di Torino, Chiara Appendino, a cui nelle scorse ore è stata recapitata una busta contenente un proiettile calibro 9. Un plico marrone, con un’etichetta bianca e un indirizzo scritto a pennarello con il normografo, di modo da non dare alcun possibile indizio sulla sua provenienza, e all’interno contenente solamente il proiettile e nessun messaggio nei confronti del primo cittadino piemontese. Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha scritto attraverso la propria pagina Facebook: «Tutta la mia vicinanza a Chiara Appendino, per l’ennesima inaccettabile minaccia subita. Forza Chiara vai avanti, stai lavorando benissimo. Siamo tutti con te!». Così invece il ministro dell’Interno, Matteo Salvini: «Da uomo e da ministro totale sostegno e solidarietà al sindaco e alla mamma Chiara Appendino, con cui da tempo lavoro per restituire legalità e sicurezza ai torinesi a partire dallo sgombero delle palazzine occupate all’ex villaggio olimpico, operazione che prosegue con successo dopo anni di silenzio». Infine il pensiero di Luigi Di Maio, capo politico del Movimento 5 Stelle: «A lei tutta la mia solidarietà, ma so che è una donna forte che fa i fatti. C’è chi parla per slogan su immobili occupati e centri sociali e c’è chi fa i fatti, la sindaca Appendino ha dimostrato ancora una volta che siamo il Movimento dei fatti». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

CHIARA APPENDINO, SPEDITA BUSTA CON PROIETTILE

Solidarietà bipartisan al sindaco di Torino Chiara Appendino, che ha ricevuto una busta con proiettile, altre minacce al primo cittadino M5s. E i grillini hanno sottolineato sul Blog delle stelle: «Ieri è stata recapitata in Comune una busta indirizzata a me contente un proiettile. Non si sa chi sia il mittente né quali siano le motivazioni.So però molto bene che questi tentativi di intimidazione non sortiscono alcun effetto e, anzi, spronano a continuare a svolgere il mio ruolo di Sindaca con la massima determinazione». Vicinanza anche dalla leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni: «Piena solidarietà al sindaco di Torino Chiara Appendino per l’ennesimo e vergognoso atto intimidatorio che ha subito. A lei tutta la mia vicinanza e quella di Fratelli d’Italia». Così, infine, la forzista Mariastella Gelmini: «Busta con proiettile recapitata a Chiara Appendino. Al sindaco di Torino piena e sincera solidarietà. È vittima di un clima molto pesante. Si respira una brutta aria. È bene che tutti abbassino i toni, prima che la situazione sfugga di mano». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

ANCORA MINACCE AL SINDACO DI TORINO

Nuovo gesto intimidatorio nei confronti del sindaco di Torino, Chiara Appendino. Come riferito da numerosi organi di informazione in questi ultimi minuti, a cominciare dall’edizione online di TgCom24, una busta contenente un proiettile è stata indirizzata al primo cittadino torinese in quota Movimento 5 Stelle. Il plico è stato intercettato dalla Digos che subito dopo la scoperta ha aperto un’indagine per provare a risalire al mittente della busta. Il “regalo” è stato pubblicato dalla stessa Appendino sulla propria pagina Facebook, che ha scritto: «Ieri è stata recapitata in Comune una busta indirizzata a me contenente un protettile. Non si sa chi sia il mittente né quali siano le motivazioni. So però molto bene che questi tentativi di intimidazione non sortiscono alcun effetto e, anzi, spronano a continuare a svolgere il mio ruolo di Sindaca con la massima determinazione».

APPENDINO RICEVE BUSTA CON PROIETTILE

Come detto in apertura, non si tratta del primo gesto intimidatorio nei confronti del sindaco di Torino, che già il primo aprile aveva ricevuto una busta esplosiva negli uffici di piazza Palazzo di Città. Da mesi l’esponente grillino vive sotto scorta dopo essere finita nel mirino dei gruppi anarchici locali, che l’hanno minacciata più volte definendo il Movimento 5 Stelle il “partito della polizia”. L’Appendino ha sempre cercato di tenere la testa alta, senza farsi mai intimidire, rispondendo alle accuse e alle minacce con fermezza. L’ultimo scontro era avvenuto il primo maggio, a seguito delle manifestazioni per la festa dei lavoratori, durante le quali si erano verificati dei tafferugli fra la polizia e i No Tav, con la stessa Appendino che aveva ringraziato pubblicamente l’intervento delle forze dell’ordine. Ora il nuovo caso che non può essere preso sotto gamba. Ricordiamo che l’Appendino gira al momento con una scorta di livello quarto, e che i gruppi anarchici hanno sfilato spesso e volentieri sotto i suoi uffici e dinanzi al negozio del marito in centro città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA