ARIEL CASTRO/ Cleveland, il rapitore delle tre ragazze: ecco chi è

La sua pagina di facebook racconta di un uomo normale che ringraziava Dio, aveva due figli e suonava in un complessino locale. Ecco chi è Ariel Castro

07.05.2013, agg. il 11.02.2019 alle 14:48 - La Redazione
ariel_R439
Foto InfoPhoto

Una persona qualunque, così lo descrivono i vicini di casa. Come sempre, anche nei casi più orribili, i protagonisti sono sempre – o quasi – persone qualunque. Ariel Castro, l’uomo che ha tenuto in prigionia per circa dieci anni tre donne rapite per la strada, è un uomo qualunque che si vedeva fare barbecue nel giardino di casa come tutti gli americani. Anche se aveva la strana abitudine di tenere tutte le finestre chiuse e oscurate: per questo una mamma che abitava lì vicino non voleva che i suoi bambini andassero a giocare vicino a casa sua, le incuteva timore. E ne aveva ragione. La cosa più incredibile è che alcuni anni fa (lui aveva lavorato come autista di scuola bus) si era dimenticato a bordo del mezzo un bambino. Era scattata una denuncia e la polizia si era recata a casa sua per un controllo: se n’erano andati senza sapere che dentro c’erano tre ragazze private della loro libertà, una delle quali aveva avuto anche un figlio. Nessuno sa ancora le violenze che possono aver subito, ma è facile immaginarlo. Ariel era separato e aveva due figli: sulla sua pagina di facebook scriveva che i genitori separati devono avere attenzione per i loro figli, che sono quelli che soffrono di più da una separazione. E nell’ultimo messaggio prima di essere arrestato, ringraziava Dio: è buono, e i miracoli accadono per davvero. Il miracolo è invece accaduto alle tre donne che ieri sono finalmente riuscite a liberarsi del mostro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori