Don Michele Barone cacciato dalla Chiesa/ Abusi e violenze: interviene Papa (Le Iene)

- Silvana Palazzo

Don Michele Barone cacciato dalla Chiesa: interviene Papa Francesco mentre è in corso il processo per abusi sessuali e maltrattamenti, denunciati a Le Iene

don michele barone iene
Don Michele Barone

Don Michele Barone è stato “cacciato” ufficialmente dalla Chiesa. Arrestato dopo l’inchiesta de “Le Iene”, è accusato di maltrattamenti e violenza sessuale su tre donne, di cui una minorenne. Il primo servizio di Gaetano Pecoraro risale al febbraio 2018, quando venne raccolta la testimonianza della sorella di una 13enne portata dal parroco. Quest’ultimo le avrebbe fatto interrompere delle cure sottoponendola a violenti esorcismi, durante i quali la ragazzina sarebbe stata maltrattata. Sospeso da ministero ecclesiale dopo la messa in onda del servizio, don Barone venne arrestato con l’accusa di violenza sessuale durante i riti di esorcismo. Ma ci sarebbero stati altri episodi di maltrattamenti – come pugni in bocca ad una bambina, con fronte sbattuta a terra e piedi a schiacciare la testa – e abusi sessuali. Si parla di palpeggiamenti, rapporti orali e tentativi di rapporti. E questi sono elementi che emergono dalle testimonianze raccolte da “Le Iene”. Ora anche il Papa è intervenuto ufficialmente.

DON MICHELE BARONE CACCIATO DALLA CHIESA

Dopo più di un anno da quando il caso è stato portato alla luce, il Santo Padre ha “cacciato” don Michele Barone. In una nota ufficiale si legge che il Papa «con suprema e inappellabile decisione, ha decretato la dimissione dallo stato clericale del Reverendo Michele Barone». E questo vuol dire che il parroco non potrà più esercitare il ministero sacerdotale ed è dispensato dagli obblighi e dagli oneri derivanti dalla Sacra Ordinazione. Dal marzo 2018 comunque è sotto processo: durante una delle udienze sono emerse le dichiarazioni choc della ragazzina, ora 14enne, di cui “Le Iene” hanno raccontato la terribile storia. Ha raccontato che don Barone si sarebbe steso nel letto tra lei e la segretaria e durante la notte avrebbe cominciato «a muoversi avanti e indietro». Dopo l’intervento del programma di Italia 1, la ragazzina è stata allontanata dai genitori e ha iniziato a stare meglio, ricominciando a mangiare. E durante il processo ha cominciato ad ammettere gli abusi subiti da don Michele Barone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA