Inps, il presidente “Assumeremo 6 mila persone”/ Obiettivo fissato per il 2020

Inps, il presidente dell’istituto Pasquale Tridico annuncia migliaia di nuove assunzioni entro il 2020

nomine cdm mazzotta zafarana tridico
Pasquale Tridico (Lapresse)

Pasquale Tridico, presidente dell’Inps, istituto nazionale di previdenza sociale, ha annunciato l’assunzione di migliaia di persone nel giro dei prossimi due anni. Ospite presso gli studi di Porta a Porta, noto programma di Rai Uno in onda in seconda serata, ha spiegato: «Assumeremo 6.000 persone all’Inps tra quest’anno e il prossimo, necessarie perché Inps aveva dato molto per la spending, troppo, secondo me. C’è una ripresa, è un istituto efficiente». Parole ottimistiche quelle di Tridico, che giungono a pochi giorni da altre dichiarazioni simili riguardanti la necessità di aumentare le posizioni dirigenziali, che invece erano state tagliate dal suo predecessore, Tito Boeri. Secondo quanto sostenuto da Tridico, i dirigenti generali saranno tre in più rispetto al passato, 43 contro 40, e con il nuovo reclutamento del personale l’obiettivo è quello di rispondere alle esigenze sostenute spesso e volentieri dalla vecchia gestione, fornire l’istituto di una dotazione più adeguata viste le funzioni richieste come l’Ape, il Naspi, il Rei, il bonus bebè, e soprattuto, il reddito di cittadinanza a la quota 100, le due misure cardine volute da Movimento 5 Stelle e Lega, introdotte nella recente manovra di bilancio.

INPS, IL PRESIDENTE “ASSUMEREMO 6 MILA PERSONE”

«Si prevedono poi 3.000 assunzioni di navigator – ha aggiunto il presidente dell’istituto di previdenza sociale – già a giugno queste persone potrebbero attivare programmi di ricerca del lavoro. Sono previsti complessivamente 6.000 navigator in poco tempo, 3.000 dell’Anpal, Agenzia nazionale politiche attive del lavoro e 3.000 in capo alle Regioni». E a proposito del Reddito di Cittadinanza, il presidente prevede circa 290mila domande: «Per Quota 100 – ha confessato – abbiamo avuto 123 mila domande nel primo trimestre; è presto per fare dei conti, ma io ritengo si arrivi a 290 mila domande, che è quanto previsto per il primo anno». Al momento il RdC ha subito numerose critiche soprattutto da parte di coloro che lo hanno richiesto e che si sono visti accreditare cifre imbarazzanti dell’ordine di 40/50 euro mensili.



© RIPRODUZIONE RISERVATA