FRODE FISCALE DA 25 MLN IN TUTTA ITALIA/ Maxi operazione Fiamme gialle: i dettagli

- Davide Giancristofaro Alberti

Le fiamme gialle hanno sgominato un’associazione a delinquere capace di frodare ben 25 milioni di euro

Arti mutilati per truffare assicurazioni
Arti mutilati per truffare assicurazioni (Foto Wikipedia)

Qualche dettaglio in più in merito alla maxi operazione della guardia di finanza di Padova, che ha sgominato un’associazione illecita responsabile di una frode fiscale del valore di ben 25 milioni di euro. In base a quanto riportato dai colleghi di VicenzaToday, a capo del sodalizio vi erano Giovanni Migardo, padovano, e il vicentino Luigi Scudella, con l’aggiunta di Raffaele Costa, originario di Chioggia, in provincia di Venezia. Insieme a loro vi erano poi il veneziano Dario Dozzi, che era l’esperto contabile del gruppo, e tutta una serie di imprenditori, fra cui il vicentino Pietro Papes, nonché Massimo De Silvestro e Ra Sfriso, entrambi originari della provincia di Venezia. In totale sono 42 le società coinvolte nel blitz delle fiamme gialle, tutte operanti nel settore della prevenzione antincendio e antinfortunistica. Gli uomini della Guardia di finanza hanno sequestrato anche 8.5 milioni di euro ed eseguito ben 100 perquisizioni in tutta Italia. Al momento l’operazione è ancora in corso, ed è molto probabile che durante la giornata emergeranno ulteriori dettagli su questo nuovo importante colpo delle forze dell’ordine alla lotta all’evasione. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

FRODE FISCALE DA 25 MLN IN TUTTA ITALIA

La Guardia di Finanza di Padova ha scoperto una maxi frode fiscale del valore di 25 milioni di euro. Come riferito in queste ultime ore da numerosi quotidiani, cominciando dall’edizione online de Il Gazzettino, l’operazione delle fiamme gialle avrebbe portato all’esecuzione di 12 misure cautelari in diverse regioni d’Italia, a cominciare appunto dal Veneto, passando per Liguria, Lombardia, Trentino Alto Adige, Puglia, Campania, Emilia Romagna, e infine, Friuli Venezia Giulia. Gli arresti sono stati portati a termine all’alba di oggi, mercoledì 15 maggio, e le operazioni hanno riguardato anche l’est Europa, visto che sarebbero coinvolti anche dei personaggi della Repubblica Slovacca, della Crozia e della Slovenia. Sono 250 i militari della guardia di finanza di Padova impegnati nell’operazione, più altri 23 reparti del corpo, che hanno eseguito arresti e perquisizioni nelle province di Genova, Asti, Milano, Brescia, Trento, Venezia, Belluno, Rovigo, Treviso, Verona, Vicenza, Pordenone, Parma, Avellino e Lecce. Inoltre, all’operazione internazionale stanno partecipando anche gli uomini della polizia di altri tre paesi.

MAXI FRODE FISCALE DA 25 MILIONI

12 gli arresti e 100 le perquisizione eseguite, che hanno permesso di ottenere il sequestro preventivo di 8.5 milioni di euro finalizzato alla confisca per reati tributari e riciclaggio. L’inchiesta ha permesso di portare alla luce una banda di criminali, un’associazione per delinquere con l’obiettivo di frodi fiscali e riciclaggio, che ha coinvolto ben 42 diverse società operanti nel settore della prevenzione antincendio e antinfortunistica, i cui proventi sarebbero stati trasferiti illecitamente nelle tre nazioni straniere di cui sopra, di modo da evadere le tasse. Un nuovo importante colpo degli uomini delle fiamme gialle nella lotta all’evasione fiscale e alla frode: sono attesi ulteriori dettagli di questa operazione nel corso della giornata, ed in particolare, le identità e le nazionalità delle 12 persone coinvolte nel brutto affaire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA