Pensionato ucciso a Pesaro: 4 ragazzi arrestati/ Incastrati dai video e dal dna

Pensionato ucciso a Pesaro: arrestati quattro ragazzi incastrati dai filmati e dalle tracce di dna

omicidio cusano milanino
Carabinieri (LaPresse)

Un nuovo “caso Manduria”, questa volta nelle Marche, precisamente a Pesaro, dove un anziano pensionato di 74 anni, Sesto Grilli, è stato trovato senza in vita in casa sua. L’uomo, come riferisce l’edizione italiana dell’Huffington Post, sarebbe morto il 17 marzo scorso, trovato legato e imbavagliato nella sua abitazione di San Lorenzo in Campo, e per il brutale omicidio i carabinieri della compagnia locale hanno arrestato quattro ragazzi. Un delitto risultato essere il tragico epilogo di una rapina finita male, e le persone in manette sono state fermate dopo che sono state rivenute delle loro tracce genetiche sulla scena del crimine, nonché grazie ai filmati delle videocamere di sorveglianza della zona che hanno inchiodato i responsabili. Subito dopo la perquisizione nell’abitazione del povero pensionato ucciso, sono stati rinvenuti ben 13mila euro in contanti custoditi in una cassaforte, forse il bottino a cui i quattro malviventi puntavano, prima di massacrare e ammazzare Sesto Grilli.

PENSIONATO UCCISO A PESARO: 4 ARRESTATI

Le indagini sono state condotte dai carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Pesaro, con a capo il colonnello Luciano Ricciardi, e del Norm, mentre gli ordini di custodia cautelare in carcere sono stati emessi dal gip Francesco Messina su richiesta del pubblico ministero Maria Letizia Fucci. I quattro responsabili proverrebbero da paesi differenti, leggasi Pesaro, San Pietro in Casale in provincia di Bologna, e infine anche da Melissa (Crotone), ma sarebbero tutti originari della Calabria. Previsti nei prossimi giorni gli interrogatori di garanzia per stabilire se i quattro rimarranno in carcere e per fare maggiore chiarezza sulla vicenda. Una brutta storia che per certi versi appare molto simile a quanto accaduto negli scorsi giorni a Manduria, dove un gruppo di ragazzi ha preso di mira e malmenato un 66enne con disturbi mentali, poi morto in ospedale a seguito di alcune complicazioni. Per quel grave fatto sono in carcere sei minorenni e due ragazzi di 18 e 22 anni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA