LIGURIA, ALLERTA METEO ARANCIONE PROLUNGATA/ Genova e Levante, frane e nubifragi: Genoa-Milan si gioca

Liguria, allerta meteo arancione, previsioni: rischio nubifragi su Genova e Levante. Si gioca Genoa-Milan, rischi per altre frane e smottamenti per le prossime ore

maltempo_pixabay
Immagine di repertorio (Pixabay)

Alla fine Genoa-Milan si dovrebbe giocare: l’allerta meteo prolungata dalla Protezione Civile su Genova scade alle ore 18, proprio quando dovrebbe iniziare il match di Serie A in dubbio fino ad oggi. Il Comune non ha disposto alcun rinvio, quindi il match si giocherà regolarmente salvo diverse decisioni da parte dell’arbitro o delle società in base alle condizioni del manto erboso, conferma Repubblica dopo aver sentito le autorità ligure. Intervistato da PrimoCanale il dg del Genoa, Giorgio Perinetti, ha detto «l momento non c’è nessun segnale contrario allo svolgimento della gara. Il campo andrà verificato al momento. I teloni? Me lo sono domandano anch’io, sinceramente. Ma servono più per la neve che per la pioggia, anche se possono aiutare». Secondo le info di PrimoCanale, «Blackout vengono segnalati nel levante genovese tra Albaro e Quarto» e poco prima, «via Bologna, angolo via Ferrara, transenne a bordo strada per rischio di frana» sulla situazione nella stessa città di Genova. Sempre sul match contro il Milan, ha parlato il sindaco di Genova Marco Bucci: «E’ probabile un posticipo di un quarto d’ora per permettere all’arbitro di verificare le condizioni del campo. Allerta arancione prolungata fino alle 18 di domani sul levante». (agg. di Niccolò Magnani)

FRANE E SMOTTAMENTI SUL LEVANTE

Aggiorniamo le condizioni meteo in Liguria, una delle regioni più colpite dal maltempo che si è abbattuto in Italia in queste ore. Come vi abbiamo già spiegato, su gran parte della regione ligure c’è allerta arancione, il che significa che sono previsti piogge intense e temporali, in particolare, fino alle ore 16:00 di questa sera. Attualmente la situazione è abbastanza nella norma, anche se non mancano i disagi dovuti ad alcuni allagamenti, in particolare, sull’autostrada A10 fra Sampierdarena e Pra’. Curioso poi il caso di 4 caprioli che vivono a Pegli, vicino alla foce del fiume Varenna. I poveri animali sembravano in difficoltà e spaventati per l’ingrossamento del corso d’acqua, al punto che sono giunte sul posto le guardie zoofile e i vigile del fuoco, senza però intervenire per evitare di peggiorare ulteriormente lo stato d’animo dei quattro di cui sopra. I caprioli non sono comunque in pericolo e la situazione sta tornando via-via alla normalità. Sempre monitorata, infine, la situazione su Genova, visto che questa sera, dalle 18:00, si giocherà Genoa-Milan, ma la gara non sembra per ora a rischio rinvio. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ALLERTA METEO ARANCIO

Un’altra domenica all’insegna del maltempo, quella iniziata da qualche ora a questa parte. Dopo il freddo e il gelo che si sono abbattuti sulla nostra penisola negli scorsi giorni, oggi toccherà alle piogge farla da padrone, soprattutto al nord e al centro del Bel Paese. Fra le regioni maggiormente interessate, vi è la Liguria, zona molto delicata per via dei suoi molteplici corsi d’acqua nonché della sua conformità. Stando al bollettino emerso nelle scorse dall’Arpal, il centro meteorologico, sulla Liguria vi è un’allerta arancione per piogge diffuse e temporali, soprattutto nella zona centrale, Genova compresa, fino al levante. Inizialmente si parlava di un’allerta di colore giallo, ma le nuove previsioni hanno innalzato il livello di “pericolosità” in metà del territorio ligure. Per questo motivo, la partita in programma allo stadio Marassi potrebbe essere a rischio.

GENOA-MILAN A RISCHIO?

Alle ore 18:00 è infatti di scena la sfida fra i padroni di casa del Genoa e gli ospiti del Milan, posticipo della 28esima giornata di campionato di Serie A, e la situazione verrà attentamente monitorata nelle prossime ore, per cercare di capire se la gara si disputerà o meno. L’allerta dovrebbe cessare alle ore 16:00 di oggi pomeriggio, quindi in tempo per la gara, ma nulla sarà da lasciare al caso, anche perché eventuali nubifragi previsti su quelle zone potrebbero andare a inzuppare fin troppo il manto erboso dello stadio Marassi, compromettendo quindi il regolare svolgimento del match. «Aumenteranno le precipitazioni rispetto ai modelli precedenti – dicono i previsori Arpal – si tratta di un corpo nuvoloso importante il cui transito darà origine a piogge significative, diffuse con cumulate elevate e localmente sarà possibile misurare valori di precipitazione anche molto elevati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori