SARA DAL MASTRO, AGGRESSIONE CON ACIDO/ Ex Giuseppe a Le Iene “Non so cosa ho fatto”

- Carmine Massimo Balsamo

Sara Dal Mastro interrogata dal Gip dopo l’aggressione con l’acido all’ex compagno Giuseppe Morgante: la donna sostiene di essersi pentita.

Sara Dal Mastro
Sara Dal Mastro

Il dramma di Giuseppe Morgante e l’aggressione con l’acido di Sara Dal Mastro, la zia Rossella ai microfoni di Pomeriggio 5 commenta così le condizioni del 30enne: «E’ in prognosi riservata, per il momento non ho molto da aggiungere: preferirei lasciare parlare gli avvocati e i magistrati». Ed ecco un nuovo stralcio delle dichiarazioni di Giuseppe a Le Iene prima del dramma di martedì sera: «Mi si scaricava il telefono perché avevo 800 chiamate al giorno, pure i messaggi dalla mattina alla sera. Ad un certo punto l’ho bloccata al telefono. Se tu passi sotto casa mia trovi lei che gira incappucciata». Poi su cosa avrebbe fatto alla Dal Mastro: «Quello che mi chiedo anche io! Io dico: “Da me cosa vuoi alla fine?”. Lei: “Ti odio, devi passare quello che passo io”. Mi segue o trovo la sua macchina appostata dove lavoro io. Io non ho paura, cioè sì, ti guardi intorno quando scendi ma non ho paura di questa persona: non so cosa le frulla nella testa». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

SARA DAL MASTRO, AGGREDITO CON L’ACIDO L’EX GIUSEPPE MORGANTE

Legnano sotto choc per l’aggressione con l’acido di Sara Dal Mastro ai danni di Giuseppe Morgante, ex compagno che ha riportato ustioni di terzo grado sul 10 per cento del corpo e che rischia di perdere un occhio. I familiari dell’uomo, in particolare lo zio, hanno raccontato di aver provato a fermare la donna, ma nulla è valso: dopo le minacce di morte sui social e le circa 800 chiamate al giorno, la Dal Mastro è passata all’azione ed ha scagliato l’acido sul corpo dell’ex compagno. Interrogata dal Gip, la donna ha sostenuto di «essere pentita» per il danno arrecato all’ex fidanzato. La Procura di busto Arsizio ha chiesto che la donna resti in carcere, mentre i suoi legali hanno chiesto il trasferimento in una struttura psichiatrica.

SARA DAL MASTRO: “SONO PENTITA”

L’avvocato Pierpaolo Proverbio, che difende Sara Del Mastro, ha reso noto che la donna «ha risposto alle domande del magistrato e si sta rendendo conto di quanto accaduto: ha ripercorso i fatti di quella maledetta sera e anche di ciò che è successo in precedenza. Ci sono alcuni particolari nella ricostruzione dell’accusa che non corrispondono alla realtà, con la mia assistita che non ha alcuna intenzione di negare quanto accaduto». Lunedì Giuseppe Morgante sarà operato all’occhio, ecco le parole dei medici riportate dai colleghi di Repubblica: «Oggi è stata effettuata una nuova valutazione oculistica per permettere il costante monitoraggio delle lesioni corneali del globo oculare destro. Lunedì sarà sottoposto ad un primo intervento chirurgico sulle gravi ustioni del volto e del collo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA