Sciopero oggi mezzi pubblici Atm e Atac/ Terminato a Roma: i treni garantiti

- Niccolò Magnani

A Roma è terminato lo sciopero dei mezzi pubblici di Atac: i dati dell’adesione

Trenord, sciopero treni
Trenord (LaPresse, 2018)

Lo sciopero di oggi dei mezzi pubblici Atm e Atac ha portato però anche alla presenza di alcuni treni garantiti per la giornata. A Roma gli autisti hanno aderito a un’agitazione sindacale per garantire i loro diritti. Sono partiti però regolarmente i treni prima delle ore 9.00 e quelli dopo le 17.00, ovviamente non si escludono però quelli che possono essere dei ritardi. Il call center delle aziende di trasporto rimangono a disposizione per regalare ulteriori informazioni a chi si vorrà muovere nonostante i disagi. Nonostante questo i treni veloci a lunga percorrenza, come Frecce e Leonardo Express, sono garantiti. A disposizione dei passeggeri ci sono anche i siti ufficiali degli stessi, con la possibilità di avere dei rimborsi per chi ben prima dell’idea di questo sciopero aveva già effettuato l’acquisto dei biglietti. Sui social intanto aumenta il malcontento di chi non è assolutamente felice di quanto accaduto, cosa che ha creato problemi soprattutto per motivi di lavoro. (agg. di Matteo Fantozzi)

TERMINATO A ROMA: 11.7% DI ADESIONE

Prosegue la giornata di sciopero dei trasporti su tutto il territorio italiano. Come ampiamente preannunciato negli scorsi giorni, per oggi, venerdì 17 maggio (e non poteva essere che giorno più azzeccato), i ferrotramvieri, gli autisti degli autobus, dei tram, e i capotreno, nonché tutto il personale, hanno deciso di aderire alla giornata di agitazione sindacale. Ogni città ha stabilito un orario di sciopero differente e ad esempio in quel di Roma è tornato tutto alla normalità già da diverse ore. L’Atac, il servizio di trasporti pubblico cittadino che riguarda le tratte in centro città, ha scioperato dalle ore 8:30 di stamane fino alle 12:30, quattro ore precise. Dalle 12:31 è quindi tornato tutto nella norma, con le corse di autobus, bus, metro e treni, regolari. E’ stato inoltre diffuso il dato riguardante l’adesione allo sciopero, attraverso la seguente breve nota: «L’adesione del personale Atac allo sciopero del trasporto pubblico, rilevata in mattinata, è stata pari all’11,7%. Lo sciopero si è concluso alle 12,30 e il servizio di bus tram metro e ferrovie concesse è tornato regolare». 11.7% significa che circa una tratta su 10 è stata soppressa, un numero tutto sommato accettabile. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

SCIOPERO MEZZI PUBBLICI ATAC E ATM

Lo sciopero dei mezzi pubblici provoca disagi ovviamente non solo a Roma o Milano ma è la città di Napoli a presentare un pesante conto per i trasporti, specie per i turisti: per lo stop di 4 ore dei mezzi locali sotto il Vesuvio sono stati sospesi del tutto i servizi di tre funicolari, Chiaia, Mergellina e Montesanto. Nessun disagio viene invece registrato per fortuna sulla funicolare centrale e sulla metropolitana linea 1, entrambe in regolare funzione sebbene con maggiore presenza di passeggeri per lo sciopero Usb attivo sui mezzi di superficie. Il venerdì nero intanto prosegue in tutto lo Stivale con i trasporti in tilt per il maxi sciopero di treni, trasporti e merci ferroviari fino a scuola e trasporto marittimo: i maggiori disagi li abbiamo comunque a Roma dove la protesta riguarda sia Atac che Roma Tpl a cui si aggiungono le manifestazioni sindacali che bloccano il traffico soprattutto in centro città.

ATAC, ROMA IN TILT PER LO SCIOPERO: METRO APERTE

Mentre a Milano a tenere preoccupati gli utenti passeggeri è lo sciopero di Trenord più che quello limitato di Atm, a Roma la situazione vede una condizione diversa: la metro Atac è aperta (salvo le consuete chiusure ormai storiche di Repubblica e Barberini) anche se i ritardi si accumulano per il grosso afflusso di utenti per via dello sciopero dei mezzi di superficie. Il traffico auto è in tilt fin dalla prima mattinata mentre InfoAtac annuncia «metro A-B, ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Viterbo proseguono il servizio con possibili riduzioni di corse sino alle ore 12.30. Metro C regolare» mentre sui mezzi come bus e tram «sono possibili riduzioni di servizio della rete bus, filobus, tram fino alle 12.30». Il traffico ovviamente è dovuto al fatto che molti cittadini hanno preferito in mezzi privati da quelli pubblici onde evitare code e attese infinite: il risultato è che però l’ennesimo sciopero mezzi del venerdì causa sia disagi sulle linee Atac-Roma Tpl che sulle strade della Capitale, con la paralisi quasi totale in alcuni quartieri strategici e centrali.

SCIOPERO TRENI: OK TRATTA TERMINI-FIUMICINO

E’ iniziato lo sciopero dei mezzi di trasporto in tutta Italia. Oggi, venerdì 17 maggio, da nord a sud dello stivale, agitazioni sindacali nelle principali città, sia per quanto riguarda i mezzi di superficie come bus, treni e tram, sia per quelli interrati, leggasi le metro. Nessuno stop invece per gli aerei, che si fermeranno comunque il prossimo 21 maggio per uno sciopero nazionale che durerà ben 24 ore, dalle ore 00.01 di martedì prossimo, fino alle 23:59 dello stesso giorno. Come al solito, saranno garantite le fasce previste dalla legge, leggasi i voli con decolli che scatteranno fra le ore 7:00 e le ore 10:00, nonché quelli fra le 18:00 e le 21:00. Tornando allo sciopero nazionale di oggi, circoleranno regolarmente le “frecce” di Trenitalia, e per avere un elenco più dettagliato dei convogli in attività vi basterà recarvi sul sito ufficiale Trenitalia.com. Per quanto riguarda i treni regionali, invece, saranno regolari i collegamenti a maggior traffico, anche se non sono da escludere delle leggere modifiche e variazioni di orario. Assicurati anche i collegamenti fra l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino, e la stazione dei treni Roma Termini, mentre a Milano, stop dei treni fra Cadorna e l’aeroporto Malpensa, sostituti però da bus appositi. Ricordiamo che lo sciopero dei mezzi pubblici è scattato stamattina, all’incirca un’ora, un’ora e mezza fa, a seconda delle città interessate. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

SCIOPERO DEI TRASPORTI PER VENERDI’ 17 MAGGIO

Grande caos in Italia per il maxi sciopero nazionale di oggi 17 maggio: coinvolti treni e trasporti pubblici locali, regionali e nazionali, ma anche scuola, uffici pubblici fino ai traghetti (sono invece esclusi il trasporto ferroviario della Regione Piemonte e l’azienda AMT di Catania, oltre al trasporto aereo che invece incrocerà le braccia per 24 ore martedì 21 maggio). Da nord a sud, da Milano a Roma passando per Napoli e Torino, le città coinvolte sono tutte le principali più importanti con mezzi, metro e treni che potrebbero subire diversi disagi nel corso della mattinata e del pomeriggio, con orari e fasce di garanzie diversificate a seconda della località e dell’azienda coinvolta. L’Unione Sindacale di Base ha indetto lo sciopero generale nazionale «contro le privatizzazioni e per la nazionalizzazione delle imprese di trasporto, per la salute e sicurezza delle operazioni a tutela dei lavoratori e utenti, contro il sistema degli appalti indiscriminati, per la definizione di una reale politica dei trasporti in Italia e per l’avvio dei tavoli sulla riforma dei settori, per ottenere politiche contrattuali realmente nazionali, per la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario e per la piena occupazione e contro la precarietà», spiegano i sindacati in una nota. Per quanto riguarda il trasporto ferroviario, lo sciopero per Trenitalia, Italo e Trenord vedrà lo stop dei treni dalle ore 9 fino alle 17 della giornata di domani 17 maggio. Per Trenitalia invece non sono coinvolti nello sciopero le corse a lunga percorrenza mentre per il trasporto regionale sono stati istituti servizi essenziali tra le 6 e le 9 e tra le 18 e le ore 21; i treni regionali, suburbani e a lunga percorrenza di Trenord e il servizio Malpensa Express potranno subire ritardi, variazioni di percorso e cancellazioni ma non sono coinvolte le fasce di garanzia.

SCIOPERO MEZZI E TRENI: TUTTI GLI ORARI CITTÀ PER CITTÀ

Oltre ai treni e ai traghetti – il trasporto marittimo e il trasporto merci si fermeranno per 24 ore» – sono i mezzi pubblici locali a subire la maggiorparte dei disagi che si perpetreranno sugli innocenti passeggeri e pendolari all’insegna di un ennesimo venerdì nero di “passione” per lo sciopero generale. A Milano i mezzi Atm potrebbero subire ritardi nella fascia tra le 18 e le 22 (bus, tram e metro), mentre a Roma la situazione è leggermente più complessa: dalle 8.30 alle 12.30 è previsto lo stop di Atac e Roma Tpl per bus e metro, mentre lo stesso orario viene osservato dall’agitazione dei mezzi Cotral: saranno garantite tutte le corse fino alle 8.30 e dalle 12.31 in poi. A Napoli i problemi maggior si registreranno sulla Linea 1 e sulla Linea 2 della Metro: l’ultima corsa garantita della 1 prima dello sciopero partirà da Piscinola alle ore 10.26 e da Garibaldi alle 10.30. Il servizio riprenderà regolare con la prima corsa pomeridiana da Piscinola alle ore 15.14 e da Garibaldi alle ore 15.54. Come anticipato, gli orari e le modalità dello sciopero per i mezzi locali varia da città a città ed è per questo che in una nota l’Usb ha riassunto in pillole gli orari di tutte le principali città d’Italia: «A Venezia 9-12 Trieste 9 – 13 Gorizia 17 – 21 Pordenone 8.30 – 12.30 Trento: 10:00 – 14:00 Milano 18:00 – 22:00 Bologna: 10:30 – 14:30 Modena_ Reggio Emilia_ Piacenza 16.30 – 20.30 . Regione Marche 11-15 Roma 08:30 – 12:30 Regione Campania 11.00 – 15.00 Foggia 19:00 – 23:00 Bari – Taranto – Brindisi – Lecce 16-20 Regione Calabria 5:00 – 9:00».

© RIPRODUZIONE RISERVATA