Sciopero treni 17 maggio 2019/ Atm e Trenitalia, info e orari: a Genova venerdì nero

- Niccolò Magnani

Sciopero del trasporto pubblico oggi venerdì 17 maggio: info e orari Atm e Trenitalia, la situazione a Milano e nelle altre città. Venerdì nero anche a Genova

Metro B Roma
Metro B Roma (LaPresse, 2019)

Disagi in tutta Italia per lo sciopero dei treni di oggi 17 maggio 2019. Caos dunque anche a Genova, dove è coinvolto il personale Amt. Si astiene dal lavoro dalle 11.45 alle 15.45, mentre il restante personale si asterrà nella seconda parte del turno. Il servizio però è garantito per le persone portatrici di handicap. Lo sciopero generale riguarda anche il trasporto ferroviario, in questo caso lo stop è più esteso. Atp Esercizio segue i seguenti orari oggi: personale viaggiante dalle ore 10.30 alle 14.30; personale delle biglietterie dalle ore 10.30 alle 14. Il servizio pertanto, in detta giornata, può non essere garantito dalle ore 10.30 alle ore 14.30. Atp ritiene comunque che i disagi saranno limitati, almeno stando ai dati degli ultimi scioperi relativi a Usb. In occasione di quello dell’8 marzo 2019 a Genova, proclamato dalla stessa sigla sindacale, le astensioni dal lavoro dei dipendenti hanno avuto un’incidenza pari al 5,7 per cento nel servizio urbano, invece mon si è registrata nessuna adesione per metropolitana, impianti speciali e ferrovia Genova – Casella. (agg. di Silvana Palazzo)

TRENORD E ATM, INFO E ORARI

Giornata di sciopero oggi in quel di Milano e nel resto di Italia. I trasporti pubblici meneghini e dell’hinterland potranno subire soppressioni e ritardi, a cominciare dai treni locali, i convogli di Trenord. Lo sciopero, in questo caso, inizierà fra meno di un’ora, dalle ore 9:00, e terminerà alle 17:00 di questa sera. Di conseguenza, saranno regolari i treni della cosiddetta fascia di garanzia, leggasi 6-9 e 18-21. Specifichiamo che saranno regolari tutti i treni di Trenord che partiranno prima delle ore 9:00 e il cui arrivo a destinazione è previsto prima delle 10:00. Non saranno previsti bus sostitutivi ad eccezione dei collegamenti fra Cadorna e Malpensa, nonché fra Malpensa e la stazione di Stabio (da Cadorna i bus partiranno da via Paleocapa 1). Per quanto riguarda Atm, il servizio dei trasporti pubblici di Milano, l’agitazione è invece prevista in serata, dalle ore 18 alle 22, e riguarderà tutti i mezzi di superficie, quindi treni, autobus e tram, nonché le metro. Non sono da escludere comunque eccezioni, visto che, come ha pubblicato il sito aziendale della stessa Atm, nelle ultime due “agitazioni” la percentuale di adesione allo sciopero è stata rispettivamente del 15 e del 12 per cento. Qui tutti gli ultimi aggiornamenti sullo sciopero di oggi. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

LA SITUAZIONE A BOLOGNA

Cresce l’ansia in vista della difficile giornata che attende domani 17 maggio i numerosi pendolari, in occasione dello sciopero dei treni e in generale dei mezzi di trasporto pubblico. Tante le città italiane che dovranno fare i conti con il fatidico “venerdì nero”: non solo Roma e Milano, come ampiamente visto, ma anche Bologna. Qui il personale Tper (Trasporto Passeggeri Emilia Romagna) dei bacini di servizio di Bologna e Ferrara (bus e corriere) ha già fatto sapere che aderirà allo sciopero in programma dalle ore 10.30 alle ore 14.30. Sul portale ufficiale si legge che “Negli orari di sciopero, i servizi di trasporto pubblico urbano, suburbano ed extraurbano non saranno garantiti”. Nello specifico, per i mezzi urbani, suburbani ed extraurbani del bacino di Bologna saranno garantite solo le corse dal capolinea centrale verso periferia, e viceversa, con orario di partenza fino alle ore 10.15. Per le linee urbane di  Imola invece verranno garantite tutte le corse complete in partenza dalla stazione ferroviaria, o dall’autostazione, fino alle ore 10.20. Per i mezzi urbani, extraurbani e del servizio Taxibus di  Ferrara  garantite solo le corse dai capolinea periferici, centrali e intermedi con orario di partenza fino alle ore 10.15. non sono esclusi disagi in merito ai treni locali Tper in riferimento alle linee della rete RFI Ferrara-Ravenna-Rimini-Pesaro, Ferrara-Bologna-Imola-Rimini, Bologna-Parma-Milano, Bologna-Poggio Rusco e Bologna-Porretta Terme, Modena-Mantova. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

ROMA: METRO, MEZZI ATAC E COTRAL A RISCHIO

Sciopero 17 maggio 2019, disagi in tutta Italia e anche la Capitale ne farà le spese. A Roma rischi per quanto riguarda la rete Atac e per i bus periferici della Roma Tpl, così come per tram, metro A, B e C e ferrovie concesse, ovvero Termini Centocelle, Roma Civita Castellana Viterbo e Roma Lido. Come riportano i colleghi di Roma Today, lo scioperò sarà di quattro ore, dalle ore 8.30 alle 12.30, mentre per quanto riguarda il servizio extraurbano di Cotral «l’astensione dalle prestazione lavorative è prevista dalle ore 8:30 alle ore 12:30. Saranno garantite tutte le corse fino alle ore 8:30 e alla ripresa del servizio a partire dalle ore 12:31». Ciclo regolare per quanto riguarda i treni e sarà assicurato il collegamento fra Roma Termini e l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

LE CORSE A RISCHIO A MILANO

Cosa succede a Milano domani per lo sciopero treni 17 maggio 2019? Quelli regionali, suburbani e a lunga percorrenza di Trenord, insieme al servizio Malpensa Express, potrebbero subire ritardi, variazioni di percorso e anche cancellazioni dalle 9 alle 17. Per quanto riguarda l’Atm di Milano, lo sciopero è previsto dalle 18 alle 22. Potrebbero essere interessati anche i collegamenti aeroportuali: sono previsti autobus per l’eventuale sostituzione delle corse saltata tra Milano Cadorna e Malpensa Aeroporto e tra Malpensa Aeroporto e Stabio. Sarà possibile consultare le informazioni sull’andamento della circolazione su sito e App Trenord, oltre che nelle stazioni. Stando a quanto riportato da Repubblica, potrebbero subire ritardi e cancellazioni le linee 201, 220, 222, 230, 328, 423, 431, 433 e Callbus in subaffidamento alla società Autoguidovie. Per quanto riguarda le linee in subaffidamento alla società Star, l’agitazione del personale viaggiante è prevista dalle 18 alle 22. (agg. di Silvana Palazzo)

DISAGI ANCHE A NAPOLI

Torna il classico “venerdì nero” dei trasporti, in occasione dello sciopero dei treni e in generale dei mezzi di trasporto nelle maggiori città italiane e che metterà a dura prova i pendolari che, come ogni giorno, saranno chiamati a muoversi sui principali mezzi pubblici. Nonostante lo sciopero del personale del Gruppo FS Italiane, proclamato da una sigla sindacale autonoma ed in programma dalle 9 alle 17, le Frecce di Trenitalia circoleranno regolarmente, senza quindi creare disagi sulle lunghe percorrenze e senza alcuna ripercussione per quanto riguarda i treni nazionali. Lo sciopero, come spiega Tpi, non interessa il trasporto ferroviario della regione Piemonte. Per chi domani utilizzerà i mezzi a Napoli, Anm (Azienda Napoletana Mobilità) fa sapere che le ultime partenze saranno effettuate 30 minuti circa prima dell’inizio dello sciopero (cioè prima delle 11) e il servizio tornerà regolare circa 30 minuti dopo la fine (quindi alle 15.30). Aderiranno all’agitazione sia i bus che metropolitana, le funicolari Chiaia, Mergellina, Centrale e Montesanto. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

TORINO, SOSPESA ZTL CENTRALE

Sciopero dei treni domani 17 maggio 2019: ennesima mobilitazione nel settore dei trasporti. Lo sciopero, indetto dal sindacato Usb, provocherà disagi anche a Torino. Si rivendica il servizio pubblico contro le privatizzazioni nel settore dei trasporti e si chiede di tutelare la salute e la sicurezza di lavoratori e utenti. Per le autolinee extraurbane e il Servizio ferroviario (sfm1-Canavesana e sfmA – Torino – Aeroporto – Ceres), durerà dalle 8 alle 12. Sarà comunque assicurato il completamento delle corse in partenza entro l’ora di inizio dello sciopero. Ma visto che si annunciano disagi, anche per questo il Comune ha deciso di sospendere le limitazioni previste tra le 7.30 e le 10.30 nella Ztl centrale. Come riportato da La Stampa, restano invece in vigore, come di consueto, i divieti nelle vie e corsie riservate al trasporto pubblico, nelle zone pedonali, nella Ztl Area Romana e Valentino. (agg. di Silvana Palazzo)

CAOS ANCHE NEL MONDO SCUOLA

Treni, mezzi, trasporti marittimi, sindacati e ovviamente anche il mondo scuola: lo sciopero di domani vede protagonisti in piazza anche studenti, professori e personale scolastico anche se non di tutti i sindacati e associazioni. Lo sciopero era stato annunciato lo scorso 22 marzo da CGIL, CISL, UIL, Snals e Gilda contro la regionalizzazione della scuola ma fu poi revocato dopo l’accordo trovati negli scorsi giorni: i sindacati di base Cobas, Cub, Unicobas, Sgb e Anief hanno però deciso di scioperare lo stesso. Per domani è poi prevista una manifestazione di protesta a Roma, in piazza Montecitorio, dalle 9 alle 14 che riunirà più sigle della scuola sotto la stessa “bandiera” di protesta, aumentando il caos nella Capitale dove già mezzi, bus, metro e treni sono bloccati dallo sciopero. «Il disegno di legge del governo Lega-5Stelle sull’Autonomia differenziata «porta a disastroso compimento la riforma costituzionale del Titolo V del 2001 (approvata dal governo dell’allora centrosinistra) e intende dare alle regioni la competenza esclusiva su diverse materie, tra cui, oltre alla Sanità, l’Istruzione», sono le parole di Piero Bernocchi, portavoce Cobas.

SCIOPERO TRENI, DISAGI DOMANI 17 MAGGIO 2019

Per la giornata di venerdì 17 maggio 2019 è previsto un’ennesima giornata “nera” per via dello sciopero mezzi, treni e in generale tutti i trasporti nelle principali città d’Italia: l’Unione Sindacale di Base ha indetto lo sciopero generale nazionale «contro le privatizzazioni e per la nazionalizzazione delle imprese di trasporto, per la salute e sicurezza delle operazioni a tutela dei lavoratori e utenti, contro il sistema degli appalti indiscriminati, per la definizione di una reale politica dei trasporti in Italia e per l’avvio dei tavoli sulla riforma dei settori, per ottenere politiche contrattuali realmente nazionali, per la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario e per la piena occupazione e contro la precarietà», spiegano i sindacati in una nota. Come di norma al venerdì, saranno numerosi i disagi che si produrranno nelle principali città da Milano e Roma, passando per Torino, Genova, Napoli, Bologna e Firenze: per quanto riguarda il trasporto ferroviario, lo sciopero per Trenitalia, Italo e Trenord vedrà lo stop dei treni dalle ore 9 fino alle 17 della giornata di domani 17 maggio. I treni regionali, suburbani e a lunga percorrenza di Trenord e il servizio Malpensa Express potranno subire ritardi, variazioni di percorso e cancellazioni ma non sono coinvolte le fasce di garanzia: per Trenitalia invece non sono coinvolti nello sciopero le corse a lunga percorrenza mentre per il trasporto regionale sono stati istituti servizi essenziali tra le 6 e le 9 e tra le 18 e le ore 21. «Sono previsti autobus (no-stop) per l’eventuale sostituzione delle corse non effettuate tra Milano Cadorna (in partenza da via Paleocapa, 1) e Malpensa Aeroporto e tra Malpensa Aeroporto e Stabio», annuncia Trenord.

SCIOPERO MEZZI A MILANO E ROMA: INFO E ORARI

Per quanto riguarda invece lo sciopero dei trasporti locali, partiamo da Milano e Roma nell’elencare tutte le misure, le informazioni e gli orari che vedranno i passeggeri a possibile disagio domani nel maxi sciopero nazionale di Usb: sotto la Madonnina «l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio, sia dei bus di superficie sia della metropolitana» di Atm è prevista dalle 18 alle 22 mentre nella Capitale la situazione è ben più complessa. Dalle 8.30 alle 12.30 è previsto lo sto di Atac e Roma Tpl per bus e metro, mentre lo stesso orario viene osservato dall’agitazione dei mezzi Cotral: saranno garantite tutte le corse fino alle 8.30 e dalle 12.31 in poi. Nella città di Torino lo sciopero avviene dalle 18 alle 22 per il servizio urbano, suburbano e metro mentre dalle 8 alle 12 è previsto lo stop per il servizio extraurbano e il servizio Ferroviario Metropolitano. Da ultimo, il trasporto marittimo e il trasporto merci si fermeranno per 24 ore. Sono infine esclusi dallo sciopero di domani, il trasporto ferroviario della Regione Piemonte e l’azienda AMT di Catania, oltre al trasporto aereo che invece incrocerà le braccia per 24 ore martedì 21 maggio.

CLICCA QUI PER GLI ORARI DEI PRINCIPALI SCIOPERI LOCALI

© RIPRODUZIONE RISERVATA