Sorelline picchiate da genitori: arrestati/ Nonni choc “lividi usciti all’improvviso”

- Emanuela Longo

Sorelline picchiate e lasciate senza cibo a Caserta: genitori arrestati. Intervento choc dei nonni in diretta tv: “i lividi sono comparsi da soli all’improvviso”

Sorelline picchiate dai genitori a Caserta
Sorelline picchiate dai genitori a Caserta (Pomeriggio 5)

La vicenda che ha visto protagoniste, loro malgrado, due sorelline – una di tre anni, la minore di appena sei mesi – picchiate dai genitori al punto da provocare loro delle fratture e lasciate senza cibo, era stata affrontata già ieri nel corso della trasmissione Pomeriggio 5. A parlare era stato il primario che per primo si era preso cura della bimba minore prima di scoprire le inaudite violenze da parte dei genitori, poi arrestati. Oggi a parlare alla medesima trasmissione di Canale 5 sono stati i nonni paterni delle due bambine, i quali hanno inviato una mail alla trasmissione per raccontare la loro verità. Anna e Francesco sono intervenuti insieme a Mariagrazia, sorella di Vincenzo, il papà delle due bambine, per fare chiarezza sull’accaduto e specificare che una delle due sorelline, la maggiore, viveva proprio con loro nella loro abitazione. “Ci dipingono come mostri ma non lo siamo. La bambina stava con i nonni quando sono venuti a prenderla gli assistenti sociali”, ha spiegato nonno Francesco. “A loro non è mancato mai nulla, se la bimba era malnutrita come dice l’ospedale è perchè forse la bambina non stava bene e aveva la diarrea. Il papà i bimbi non le tocca, lei è innamorata del padre, oggi è in una casa famiglia e piange perchè vuole il padre”, ha aggiunto il nonno.

SORELLINE PICCHIATE DAI GENITORI: LA TESI CHOC DEI NONNI

Il nonno delle due bambine ha spiegato di essere stato con la sua famiglia sempre presente con le nipotine. “Perchè devono dire menzogne?”, ha replicato. Ma per quale ragione la bimba maggiore avrebbe detto alla maestra d’asilo di aver vissuto delle violenze in casa? Il nonno ha replicato: “ma se piange che vuole sempre il padre!”. “Mio figlio i bambini non li ha mai toccati, c’erano liti tra marito e moglie ma non verso i bambini”, ha ribadito anche la nonna, secondo la quale la mamma delle piccole, spesso maldestra, le avrebbe procurato delle lesioni non volute. Eppure i medici hanno riscontrato fratture a braccia, gambe e costole, come giustificano ciò? “Perché il primario non l’ha detto la prima volta che la bimba aveva delle fratture? L’ho portata io in ospedale perchè non stava bene per dei lividi in fronte, sulle cosce, sul sedere”, ha spiegato la zia delle bimbe, per la quale i lividi sarebbero comparsi all’improvviso. “La mamma ha detto ‘sono usciti così all’improvviso’”, ha aggiunto la nonna. Le bambine sono ora in una casa famiglia. Perchè allora non li hanno lasciati ai nonni? La zia ha proseguito: “La bimba è andata in ospedale 3 volte per i lividi e anche in casa famiglia sono usciti questi lividi, ma lì il padre e la madre non ci stavano, chi glieli ha fatti?”. Quindi l’ipotesi choc del nonno: “la bambina di 3 anni prendendo la sorellina caduta dal divano ha provocato le fratture”. La conduttrice chiaramente si è dissociata da tale tesi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA