TERREMOTO CALABRIA/ Scossa di magnitudo 3.5 nel Pollino, provincia di Cosenza, oggi 18 ottobre 2012

Una scossa di terremoto di 3.5 gradi della scala Richter è stata registrata stanotte intorno alle 4 in Calabria provincia di Cosenza nel territorio del Pollino. Non ci sono stati danni

18.10.2012 - La Redazione
sismografo_r439
Sismografo (Foto:Infophoto2)

Scossa di terremoto in Calabria nel Pollino, oggi 18 ottobre 2012 – Una scossa di terremoto pari a 3.5 gradi della scala Richter è stata registrata questa notte alle ore 4 e 51 in provincia di Cosenza in Calabria. La zona interessata dall’evento sismico è quella del Pollino, regione dell’alta Calabria al confine con la Basilicata e che si estende anche in questa regione. Un nuovo evento sismico dunque in questa zona che vive da quasi un anno uno sciame sismico ininterrotto con anche più di una scossa al giorno. Se normalmente queste scosse sono di magnitudo molto limitata, intorno cioè ai 2 gradi o poco più, a volte come nel caso di questa notte toccano punte sismiche molto più elevate, come la scossa di 3.5 gradi di questa ultima volta. Fortunatamente anche in questo caso non si sono registrati crolli, danni a edifici o persone. Paura e timore, questo sì, anche se la popolazione del luogo ha imparato a convivere con una situazione che gli esperti dell’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia seguono con attenzione, pur sapendo che è impossibile sapere se e quando ci potranno essere scosse di magnitudo tale da provocare danni. La scossa di questa notte ha avuto l’epicentro alle coordinate 39.887°N, 16.034°E e a una profondità di 7,8 chilometri. I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo. I comuni in un raggio di dieci chilometri dall’epicentro sono i comuni di ROTONDA (PZ), LAINO BORGO (CS), LAINO CASTELLO (CS), MORMANNO (CS). Quelli invece in un arco compreso fino a venti chilometri dall’epicentro sono i comuni di CASTELLUCCIO, INFERIORE (PZ), CASTELLUCCIO SUPERIORE (PZ), EPISCOPIA (PZ), SAN SEVERINO LUCANO (PZ), VIGGIANELLO (PZ), ACQUAFORMOSA (CS), CASTROVILLARI (CS), LUNGRO (CS), MORANO CALABRO (CS), ORSOMARSO (CS), PAPASIDERO (CS), SAN BASILE (CS), SAN DONATO DI NINEA (CS), SANTA DOMENICA TALAO (CS), SARACENA (CS), VERBICARO (CS). Come detto in nessuno di questi comuni si sono registrati crolli o danni di tipo particolare. 

L’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia comunica che i dati relativi a ogni terremoto rilevato dalla rete INGV vengono rivisti successivamente da personale specializzato prima di essere inseriti nel Bollettino della sismicità  italiana.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori