TERREMOTO PIACENZA/ Forte scossa di magnitudo provvisoria 4.6 gradi oggi 3 ottobre (seguono aggiornamenti)

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita poco fa nel centro.L’epicentro sarebbe nella zona di Piacenza in Emilia e la magnitudo potrebbe essere di 4.6 gradi della scala Richter

03.10.2012 - La Redazione
sismografo_r439
Sismografo (Foto:Infophoto2)

Scossa di terremoto di 4.6 gradi provincia di Piacenza (dato ancora non ufficiale) – Una forte scossa di terremoto è stata avvertita intorno alle 16 e 45 in un ampio territorio che comprende quasi tutto il centro nord dell’Italia. Si è avvertita infatti da Milano fino a Viareggio. Ilsussidiario.net ha contatto l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia per sapere notizie aggiornate: l’epicentro sarebbe in provincia di Piacenza in Emilia e secondo le prime stime sarebbe una scossa di magnitudo 4.6 gradi della scala Richter. Una forte scossa dunque di magnitudine pari a quelle che nello scorso maggio hanno devastato ampie zone proprio dell’Emilia, in provincia di Modena. Al momento Ilsussidiario.net sta aspettando conferme sulla magnitudine esatta della scossa e soprattutto se ci sono stati crolli importanti e possibili persone colpite dai crolli. Nella speranza che così non sia, informeremo su possibili aggiornamenti appena in nostro possesso. Proprio stamane invece una scossa non così forte ma comunque di magnitudine notevole era stata registrata in Piemonte in provincia di Cuneo: la magnitudine era stata di 3.9 gradi fortunatamente senza alcuna conseguenza grave. Un paio di scuole erano state evacuate per sicurezza ma non si erano segnalati crolli a parte qualche lieve danno a un carcere della zona. La scossa di oggi pomeriggio fa invece pensare che l’attività sismica in Emilia dopo i terremoti dello scorso maggio sia tornata livelli preoccupanti. Come detto l’epicentro di questa nuova scossa sarebbe in provincia di Piacenza non è dato sapere al momento se in prossimità stessa della città. Quello che poi è importante sapere è anche a quale profondità sia avvenuto il sisma per determinare quanti e  quali danni possa aver fatto. La scossa coem detto è stata avvrtita in una ampia zona che copre quasi tutto il centro nord, dalla città di Milano fino alla Toscaan e sicuramente anche in Piemonte e nel Veneto. La durata del sisma è stata abbastanza elevata e l’andamento è sembrato di tipo ondulatorio. 
– Ecco i dati iffuciali trasmessi dall’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia: la magnitudo esatta è di 4.5 gradi della scala Richter. La zona interessata è quella della Valle del Trebbia in provincia di Piacenza. I comuni più vicini all’epicentro sono quelli di Bettola, Farini e Morfasso tutti in provincia di Piacenza. Seguono altri aggiornamenti. 

Il sisma fortunatamente è stato localizzato a una forte profondità di circa trenta chilometri, questo potrebbe avere evitato danni e crolli agli edifici. Cimuni nel raggio di venti chilometri sono quelli di Ferriere, Gropparello, Ponte dell’Olio, Rivergaro, Travo, Vigolzone, Bardi e Bore questi ultimi due in provincia di Parma.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori