TERREMOTO/ Oggi in Italia le scosse, la magnitudo e i comuni coinvolti. Sabato 24 novembre 2012

Giornata fino a oggi piuttosto tranquilla con eventi sismici tutti inferiori ai 2 gradi della scala Richter, soprattutto in Calabria, Umbria, e Marche. L’aggiuornamento fino a quesot momento

24.11.2012 - La Redazione
sismografo_r439
Sismografo (Foto:Infophoto2)

–Diverse le scosse che si sono registrate fino a questo momento oggi nella nostra penisola, nessuna fortunatamente superiore ai 3 gradi di magnitudo della scala Richter, anzi tutte inferiori ai 2 gradi. Le scosse sono state registrate soprattutto nel sud Italia e precisamente in Calabria e dintorni. Cominciamo però dal sud, precisamente dalla Sicilia, dove nei gironi scossi un paio di eventi sismici intorno ai 3.5 gradi avevano spaventato la popolazione del nord dell’isola. Si trattava di scosse inerenti la zona sismica del vulcano Etna: ieri sera intorno alla mezzanotte si è registrata nelle ultime ore una scossa di magnitudo 2.1. E’ stato l’ultimo evento della zona segno che la situazione si sta normalizzando. Le zone interessate invece dalle altre scosse di oggi sono quelle del Pollino, in particolare la zona di Mormanno in provincia di Cosenza colpita qualche settimana fa da una scossa piuttosto forte superiore ai 4 gradi. Come si sa questa zona al confine tra Calabria e Basilicata è interessata da quasi due anni da eventi sismici giornalieri. L’ultima scossa di oggi è stata registrata intorno alle ore 14 e 44 e ha toccato una magnitudo pari a 1.5 gradi della scala Richter. In precedenza si erano avute altre scosse pari a 1.7 gradi alle 6 del mattino, poi scosse inferiori intorno a un grado. Scosse molto lievi sono state avvertite poi in Umbria nella zona di Città di Castello in provincia di Perugia e Monte Santa Maria Tiberina sempre in provincia di Perugia, tra i 0,8 gradi e 1,1 gradi della scala Richter. Scosse lievi si sono poi registrate in provincia di Macerata con epicentro tra i comuni di Serravalle di Chientino e Piè del Sasso, mentre una scossa pari a 1,6 gradi è stata registrata intorno alle ore 12 e 12 con epicentro i comuni di Falerone e Servigliano in provincia di Ascoli Piceno. Una scossa poi di 1.1 gradi è stata individuata con epicentro in provincia di Rieti tra i comuni di Amatrice e Accumoli.

Una scossa pari 0.9 gradi della scala Richter è stata infine avvertita in provincia di Sondrio con epicentro tra i comuni di Livigno, Isolaccia e Bormio e una di 1.6 gradi invece in provincia di Brescia con epicentro tra Saviore e Cedegolo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori