TERREMOTO POLLINO/ Sciame sismico tra Calabria e Basilicata, la scossa più forte di magnitudo 3.7. Oggi 25 novembre

- La Redazione

Lo sciame sismico che da oltre due anni continua ad interessare l’area del Pollino, al confine tra Calabria e Basilicata, torna a farsi sentire. La scossa più forte di magnitudo 3.7

terremoto_r439
I terremoti di oggi (Infophoto)

Lo sciame sismico che da oltre due anni continua ad interessare l’area del Pollino, al confine tra Calabria e Basilicata, torna a farsi sentire. Poche ore dopo la mezzanotte diversi terremoti sono stati localizzati nella zona già gravemente colpita alla fine del mese scorsa da una scossa di magnitudo 5: l’evento sismico più forte è stato registrato dall’Ingv, l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, alle ore 9.28 con una magnitudo pari a 3.7 gradi sulla scala Richter. L’epicentro è stato localizzato in provincia di Potenza, in Basilicata, esattamente alle coordinate 39.921°N, 16.027°E e a una profondità di 7.5 chilometri. Sembra che la scossa, seppur notevolmente avvertita dalla popolazione e ovviamente fonte di nuova apprensione, non abbia però fortunatamente causato feriti o particolari danni al patrimonio urbanistico locale. I comuni più vicini all’epicentro, a una distanza massima di dieci chilometri dal punto di localizzazione, sono quelli di Castelluccio Inferiore (Pz), Rotonda (Pz), Viggianello (Pz), Laino Borgo (Cs), Laino Castello (Cs) e Mormanno (Cs), mentre quelli più distanti, tra i dieci e i venti chilometri, sono quelli di Castelluccio Superiore (Pz), Episcopia (Pz), Latronico (Pz), San Severino Lucano (Pz), Morano Calabro (Cs), Orsomarso (Cs), Papasidero (Cs), San Basile (Cs), Santa Domenica Talao (Cs), Saracena (Cs) e Verbicaro (Cs). Un’altra scossa di magnitudo rilevante, pari a 2.9 gradi sulla scala Richter. È stata rilevata nella stessa zona alle ore 9.42, quindi pochissimo tempo dopo quella precedente decisamente più intensa: in questo caso, invece, l’epicentro è stato fissato sempre nel distretto simico del Pollino, ma in provincia di Cosenza, in Calabria, alle coordinate 39.911°N, 16.015°E e a una profondità di 6.9 chilometri. In questo caso i comuni più vicini all’epicentro sono quelli di Castelluccio Inferiore (Pz), Rotonda (Pz), Viggianello (Pz), Laino Borgo (Cs), Laino Castello (Cs) e Mormanno (Cs). 

Quelli più distanti, in un raggio tra i dieci e i venti chilometri, sono invece quelli di Castelluccio Superiore (Pz), Episcopia (Pz), Latronico (Pz), San Severino Lucano (Pz), Aieta (Cs), Lungro (Cs), Morano Calabro (Cs), Orsomarso (Cs), Papasidero (Cs), San Basile (Cs), Santa Domenica Talao (Cs), Saracena (Cs) e Verbicaro (Cs).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori