TERREMOTO/ Oggi in Italia le scosse, la magnitudo e i comuni coinvolti. Domenica 2 dicembre 2012

Nuovi terremoti di diversa intensità hanno interessato anche oggi, domenica 2 dicembre 2012, l’intero territorio italiano. Una delle prime scosse si è verificata ancora nel Pollino

02.12.2012 - La Redazione
terremoto_r439
I terremoti di oggi (Infophoto)

Nuovi terremoti di diversa intensità hanno interessato anche oggi, domenica 2 dicembre, l’intero territorio italiano. Una delle prime scosse verificatesi nella giornata odierna è stata registrata dall’Ingv, l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, alle ore 2.27 in Calabria, più precisamente in provincia di Cosenza. L’evento sismico, di magnitudo 2 sulla scala Richter, è stato localizzato alle coordinate 39.93°N, 16.014°E nel distretto sismico del Monte Alpi-Sirino e a una profondità di sette chilometri. Pur essendo avvenuto in Calabria, l’epicentro è comunque molto vicino al confine con la Basilicata e, più precisamente, al distretto sismico del Pollino, già gravemente colpito dallo sciame sismico che sta attraversando la zona da oltre due anni e che ha prodotto verso la fine del mese di ottobre il violento terremoto di magnitudo 5 che ha provocato numerosi danni al patrimonio urbanistico locale e anche la morte di un anziano di 84 anni. Infatti, secondo quanto riporta l’Ingv, tra i comuni più vicini all’epicentro del sisma ci sono anche alcuni di quelli colpiti il 26 ottobre scorso, tra cui Castelluccio Inferiore (Pz), Castelluccio Superiore (Pz), Rotonda (Pz), Viggianello (Pz), Laino Borgo (Cs), Laino Castello (Cs) e Mormanno (Cs). I comuni invece più distanti dall’epicentro, a un massimo di venti chilometri, sono invece Episcopia (Pz), Latronico (Pz), San Severino Lucano (Pz), Aieta (Cs), Morano Calabro (Cs), Orsomarso (Cs), Papasidero (Cs), San Basile (Cs), Santa Domenica Talao (Cs) e Verbicaro (Cs). Poche ore più tardi, esattamente alle del mattino, un nuovo terremoto si è verificato nella stessa zona ma nel distretto sismico che l’Ingv chiama proprio del Pollino: l’evento, di magnitudo pari a 2.3 gradi sulla scala Richter, è stato localizzato alle coordinate 39.919°N, 16.008°E e a una profondità di 8.8 chilometri, coinvolgendo più o meno gli stessi comuni, vale a dire quelli di Castelluccio Inferiore (Pz), Castelluccio Superiore (Pz), Rotonda (Pz), Viggianello (Pz), Laino Borgo (Cs), Laino Castello (CS) e Mormanno (Cs). 

I comuni distanti invece tra i dieci e i venti chilometri dall’epicentro sono quelli di Episcopia (Pz), Latronico (Pz). San Severino Lucano (Pz), Aieta (Cs), Morano Calabro (Cs), Orsomarso (Cs), Papasidero (Cs), San Basile (Cs), Santa Domenica Talao (Cs) e Verbicaro (Cs).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori