TERREMOTO/ Oggi in Italia le scosse, la magnitudo e i comuni coinvolti. Mercoledì 29 maggio 2013

- La Redazione

Nella giornata di oggi, mercoledì 29 maggio 2013, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato un solo terremoto con una magnitudo superiore a 2. Vediamo i dettagli.

terremoto_r439
I terremoti di oggi (Infophoto)

Nella giornata di oggi, mercoledì 29 maggio 2013, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato un solo terremoto con una magnitudo superiore a 2. Il sisma si è verificato alle ore 14.41 in provincia di Potenza (Basilicata) con una magnitudo pari a 2.3 gradi di intensità sulla scala Richter. L’evento si è generato nel distretto sismico del Monte Alpi Sirino alle coordinate 40.264°N, 15.883°E e a una profondità di 9.8 chilometri, coinvolgendo in particolare i comuni (distanti al massimo 10 km dall’epicentro) di Grumento Nova (Pz), Moliterno (Pz), Sarconi (Pz), Spinoso (Pz) e Viggiano (Pz), ma anche quelli (distanti tra i 10 e i 20 km) di Montesano Sulla Marcellana (Sa), Armento (Pz), Castelsaraceno (Pz), Corleto Perticara (Pz), Lagonegro (Pz), Marsicovetere (Pz), Montemurro (Pz), San Martino D’agri (Pz), Tramutola (Pz) e Paterno (Pz). Altri lievi terremoti sono stati registrati attraverso il servizio Iside (Italian Seismic Instrumental and parametric Data-base) che pubblica il bollettino sismico italiano integrato con informazioni prodotte dal servizio di sorveglianza sismica nazionale. Lo strumento fornisce i dati parametrici di terremoti presenti nel bollettino insieme con i dati provenienti da localizzazioni effettuate in tempo quasi-reale, riviste dai sismologi del servizio di sorveglianza sismica effettuato presso la sede romana dell’Ingv, con lo scopo di fornire una informazione verificata sulla sismicità corrente appena essa si renda disponibile, insieme con l’informazione aggiornata sulla sismicità passata. Vediamo allora che gli eventi sismici maggiormente rilevanti, ma di magnitudo comunque inferiore a 2 gradi, si sono verificati in molte aree d’Italia, a cominciare dalla provincia di Perugia, interessata da diverse scosse di magnitudo oscillante tra 0.4 e 1.6 gradi sulla scala Richter: i comuni più vicini all’epicentro sono quelli di Gubbio (Pg), Scheggia (Pg) e Costacciaro (Pg), ma anche Citta Di Castello (Pg), Monte Santa Maria Tiberina (Pg) e Montone (Pg). La scossa più recente, delle ore 16.25, è invece avvenuta in Valle d’Aosta con una magnitudo di 1.7: i comuni più vicini all’epicentro sono Mongnod (Ao), Antey-Saint-Andre (Ao) e Verrayes (Ao).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori