TERREMOTO/ Oggi in Italia le scosse, la magnitudo e i comuni coinvolti. Mercoledì 12 giugno 2013

- La Redazione

Diversi terremoti sono stati registrati anche oggi, mercoledì 12 giugno 2013, dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). Il primo sisma è avvenuto a Frosinone, nel Lazio

terremoto_r439
I terremoti di oggi (Infophoto)

Diversi terremoti sono stati registrati anche oggi, mercoledì 12 giugno 2013, dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). Il primo sisma è avvenuto alle ore 8.07 in provincia di Frosinone (Lazio) con una magnitudo pari a 2.2 gradi di intensità sulla scala Richter. Il terremoto si è generato alle coordinate 41.695°N, 13.744°E e a una profondità di 6.2 chilometri, coinvolgendo in particolare i comuni (distanti al massimo 10 km dall’epicentro) di Alvito (Fr), Atina (Fr), Campoli Appennino (Fr), Casalattico (Fr), Casalvieri (Fr), Fontechiari (Fr), Gallinaro (Fr), Posta Fibreno (Fr), San Donato Val Di Comino (Fr) e Vicalvi (Fr), ma anche quelli (distanti tra i 10 e i 20 km) di Arpino (Fr), Belmonte Castello (Fr), Broccostella (Fr), Castelliri (Fr), Castrocielo (Fr), Colfelice (Fr), Colle San Magno (Fr), Isola Del Liri (Fr), Pescosolido (Fr), Picinisco (Fr), Piedimonte San Germano (Fr), Rocca D’arce (Fr), Roccasecca (Fr), Sant’elia Fiumerapido (Fr), Santopadre (Fr), Settefrati (Fr), Sora (Fr), Terelle (Fr), Villa Latina (Fr), Villa Santa Lucia (Fr), Opi (Aq) e Pescasseroli (Aq). La scossa successiva, registrata alle ore 10.24, è avvenuta invece in provincia di Potenza (Basilicata) con una magnitudo fissata stavolta a 2 gradi sulla Scala Richter, mentre l’epicentro è stato localizzato alle coordinate 39.944°N, 16.025°E e a una profondità di 8.3 chilometri. I comuni che ne hanno avvertito gli effetti sono quelli di Castelluccio Inferiore (Pz), Castelluccio Superiore (Pz), Rotonda (Pz), Viggianello (Pz), Laino Borgo (Cs), Laino Castello (Cs) e Mormanno (Cs), distanti al massimo 10 km dall’epicentro, ma anche quelli di Episcopia (Pz), Latronico (Pz), San Severino Lucano (Pz), Morano Calabro (Cs), Orsomarso (Cs), Papasidero (Cs) e San Basile (Cs), distanti invece tra i 10 e i 20 km. La terza e ultima scossa registrata fino a questo momento, precisamente alle ore 11.56, è avvenuta in provincia di Messina (Sicilia), con una magnitudo pari a 2.1 gradi. L’epicentro è stato localizzato nel distretto sismico dei Monti Peloritani, alle coordinate 38.038°N, 15.207°E e a una profondità di 8.1 chilometri. I comuni italiani più vicini al punto in cui il sisma si è generato (massimo 10 chilometri) sono Antillo (Me), Castroreale (Me), Fondachelli-Fantina (Me), Mazzarra’ Sant’andrea (Me), Novara Di Sicilia (Me) e Rodi’ Milici (Me), mentre quelli leggermente più distanti (tra i 10 e i 20 chilometri) sono Barcellona Pozzo Di Gotto (Me) Basico’ (Me) Casalvecchio Siculo (Me) Castelmola (Me) Condro’ (Me) Falcone (Me) Fiumedinisi (Me) Forza D’agro’ (Me) Francavilla Di Sicilia (Me) Furci Siculo (Me) Furnari (Me) Gaggi (Me) Gallodoro (Me) Graniti (Me) Gualtieri Sicamino’ (Me) Letojanni (Me) Limina (Me) Malvagna (Me) Mandanici (Me) Meri’ (Me) Milazzo (Me) Mongiuffi Melia (Me) Montalbano Elicona (Me) Motta Camastra (Me) Oliveri (Me) Pace Del Mela (Me) Pagliara (Me) Roccafiorita (Me) Roccalumera (Me) San Filippo Del Mela (Me) San Pier Niceto (Me) Sant’alessio Siculo (Me) Santa Lucia Del Mela (Me) Santa Teresa Di Riva (Me) Savoca (Me) Tripi (Me) Terme Vigliatore (Me) Castiglione Di Sicilia (Ct).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori