TERREMOTO/ Oggi in Italia le scosse, magnitudo e comuni coinvolti. Martedì 4 marzo 2014 (alle ore 14.30)

- La Redazione

Terremoto oggi in Italia le scosse, magnitudo e comuni coinvolti. Diversi eventi sismici sono stati già registrati nella giornata di oggi, martedì 4 marzo 2014: tutti i dettagli.

sismografo_nuovo_R439
I terremoti di oggi (Infophoto)

Un nuovo terremoto di magnitudo 2.4 è stato registrato poco fa in provincia di Perugia (Umbria). Come riporta l’Ingv, l’epicentro della scossa è stato localizzato nei pressi dell’area del Metauro, a pochi chilometri di distanza dai comuni (presenti in un raggio massimo di venti chilometri dall’epicentro) di Pietralunga (Pg), Apecchio (Pu), Cagli (Pu), Cantiano (Pu), Piobbico (Pu), Gubbio (Pg), Montone (Pg), Scheggia e Pascelupo (Pg).

Diversi terremoti sono stati registrati nella giornata di oggi, martedì 4 marzo 2014, dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Tutte le scosse rilevate fino a questo momento sono però molto lievi, al di sotto della cosiddetta soglia di avvertibilità che è pari ai 2 gradi sulla Scala Richter. La terra continua a tremare in provincia di Perugia (Umbria), da tempo interessata da un persistente sciame sismico che non accenna a diminuire: fin dalle prime ore di oggi si sono verificati numerosi eventi sismici di magnitudo compresa tra 0.0 e 1.6 gradi nei pressi dei comuni di Gubbio e Pietralunga, andando a interessare anche quelli di Scheggia (Pg), Costacciaro (Pg), Cantiano (Ps), Montone (Pg), Apecchio (Ps) e Città di Castello (Pg). Altri terremoti sono stati registrati nel Lazio, in provincia di Rieti, dove verso le 11 di stamattina è avvenuto un lieve sisma di magnitudo 1.6, a poca distanza dai comuni di Morro Reatino (Ri), Rivodutri (Ri) e Labro (Ri). Poco prima un’altra scossa di magnitudo 1.8 era stata rilevata nei pressi dei comuni di Borgo Velino (Ri), Castel Sant’Angelo (Ri) e Micigliano(Ri). Infine la terra ha tremato anche in Abruzzo, dove l’Ingv ha registrato un terremoto di magnitudo 1.8 nell’area di Montereale (Aq) e Capitignano (Aq).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori