TERREMOTO/ Oggi in Italia e nel mondo le scosse, magnitudo e comuni coinvolti. Domenica 6 aprile 2014 (alle ore 20)

- La Redazione

Terremoti oggi in Italia e nel mondo, domenica 6 aprile. Dopo la forte scossa di ieri nel Mar Ionio di magnitudo pari a 5 gradi, continua a tremare la terra in Calabria.

sismografo_new_r439
Sismografo (Fonte Infophoto)

Sono tutti di lieve intensità i terremoti registrati nelle ultime ore dall’Ingv. Tra i più recenti, si segnala un sisma di magnitudo pari a 1.7 gradi della Scala Richter avvenuto poco fa in provincia di Pesaro e Urbino, nelle Marche, andando a coinvolgere i comuni di Urbino (Ps), Fermignano (Ps) e Montecalvo In Foglia (Ps). La terra ha tremato poco prima sempre nelle Marche, ma nei pressi dei comuni di Poggio San Vicino (Mc), Cerreto D’Esi (An) e Apiro (Mc), dove è stato registrato un sisma di magnitudo 1. Altre lievi scosse si sono infine verificate ancora una volta in provincia di Perugia, nell’area del Metauro, con epicentro a poca distanza dai comuni di Gubbio, Scheggia e Costacciaro. Per quanto riguarda i terremoti avvenuti nel mondo, l’USGS ha rilevato poco fa un sisma di magnitudo 4 con epicentro a 54 chilometri dal Monte Redoubt, uno stratovulcano attivo e il più alto rilievo della penisola di Alaska che sorge a 180 km sud-est da Anchorage.

Un terremoto di magnitudo pari a 1.4 gradi sulla Scala Richter è stato registrato pochi minuti fa in provincia di Catanzaro (Calabria) dai macchinari dell’Ingv. Il sisma è avvenuto verso le 15 con epicentro tra i comuni di Acconia, Maida e San Pietro a Maida. Un’altra lieve scossa di magnitudo 1.2 si è verificata invece in provincia di Perugia (Umbria), a pochi chilometri di distanza dai comuni di Pietralunga, Apecchio e Montone. Per quanto riguarda le scosse nel mondo rilevate dallo United States Geological Survey (USGS), un forte terremoto di magnitudo 5.6 si è verificato circa mezz’ora fa in Cile, ancora una volta con epicentro a pochi chilometri dalla città di Iquique, capolouogo della regione di Tarapaca.

Un nuovo terremoto di magnitudo 2.3 sulla Scala Richter è stato avvertito poco fa nei pressi dello Stretto di Messina. Secondo i dati riportati dall’Ingv, il sisma è avvenuto pochi minuti prima delle 14 con epicentro in mare, alle coordinate 38.3623°N, 15.4013°E e a una profondità di 121,2 chilometri. I comuni più vicini, presenti in un raggio compreso tra i dieci e i venti chilometri, sono quelli di Roccavaldina (Me), Rometta (Me), Saponara (Me), Spadafora (Me), Torregrotta (Me), Valdina (Me), Venetico (Me) e Villafranca Tirrena (Me). Per quanto riguarda le scosse registrate nel mondo, l’USGS riporta un sisma di magnitudo 4.4 avvenuto poco fa nei pressi delle isole Curili, che formano un arcipelago di 60 isole che si trova tra l’estremità nordorientale dell’isola giapponese di Hokkaido e la penisola russa della Kamcatka.

Numerose lievi scosse di terremoto sono state registrate nella giornata di oggi e fino a pochi minuti fa in provincia di Perugia (Umbria). Secondo i dati riportati dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), dalle cinque del mattino sono almeno una quindicina gli eventi sismici rilevati nell’area del Metauro, tutti di magnitudo compresa tra 0,4 e 1.6 gradi della Scala Richter, quindi molto bassa. I comuni maggiormente interessati sono quelli di Pietralunga, Gubbio, Piobbico, Apecchio, Scheggia e Massa Martana. Per quanto riguarda le scosse nel mondo rilevate dallo United States Geological Survey (USGS), un terremoto di magnitudo 4.8 si è verificato poco fa in Cile, nella stessa area dove qualche giorno fa si è verificato il sisma di magnitudo 8.2 che ha provocato la morte di sei persone. Anche in questo caso l’epicentro è stato localizzato nei pressi della città di Iquique, capolouogo della regione di Tarapaca. Un’altra violenta scossa di magnitudo 5.2 è avvenuta invece a 73 chilometri a Sud Est di Neiafu è un distretto delle Tonga (stato insulare dell’Oceania) della divisione di Vava’u.

Dopo la forte scossa di ieri nel Mar Ionio, continua a tremare la terra in Calabria. Anche nella giornata di oggi, domenica 6 aprile 2014, l’Ingv ha registrato due nuovi lievi terremoti: il primo, di magnitudo 2.7 gradi sulla Scala Richter, è avvenuto poco dopo le due del mattino al largo della costa calabrese occidentale, esattamente alle coordinate 38.699°N, 15.7378°E e a pochi chilometri di distanza dai comuni di Drapia (Vv), Joppolo (Vv), Parghelia (Vv), Ricadi (Vv), Spilinga (Vv), Tropea (Vv) e Zaccanopoli (Vv). Il secondo sisma è stato invece di magnitudo 2.4 e si è verificato alle 7.20 di stamattina ancora una volta in mare, ma nei pressi del Golfo di S. Eufemia. Tante anche le scosse nel mondo registrate dallo United States Geological Survey (USGS): la terra ha tremato ad esempio a Port Hardy, in Canada, dove si è verificato un terremoto di magnitudo 4.5, mentre un sisma di magnitudo 4.7 è stato rilevato nell’area di Hihifo, distretto delle Tonga della divisione di Vava’u.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori