Terremoto oggi/ Italia, Ingv: scossa di M 2 in provincia di Viterbo sui Monti Volsini (ore 18.45, oggi domenica 29 giugno 2014)

- La Redazione

Un forte terremoto di magnitudo 3.9 sulla Scala Richter è stato avvertito questa notte in mare, al largo della costa tra Calabria, Campania e Basilicata. Un’altra lieve scossa in Abruzzo.

sismografo_new_r439
Sismografo (Fonte Infophoto)

TERREMOTO OGGI, INGV: SCOSSA DI M. 2 IN PROVINCIA DI VITERBO SUI MONTI VOLSINI. (DOMENICA 29 GIUGNO 2014, ORE 18.45)

L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) fa sapere che un terremoto di magnitudo 2 è stato avvertito poco fa in provincia di Viterbo, nel Lazio. Il sisma è avvenuto esattamente alle 17.43 nell’area dei Monti Volsini, con epicentro localizzato alle coordinate 42.6402°N, 11.9767°E e a una profondità di 5.6 chilometri. I comuni più vicini al punto in cui la scossa si è generata sono Castel Giorgio (Tr), Bolsena (Vt) e San Lorenzo Nuovo (Vt), tutti presenti in un raggio massimo di dieci chilometri, mentre gli altri comuni interessati (ma distanti tra i 10 e i 20 chilometri) sono Allerona (Tr), Castel Viscardo (Tr), Orvieto (Tr), Porano (Tr), Acquapendente (Vt), Bagnoregio (Vt), Capodimonte (Vt), Celleno (Vt), Gradoli (Vt), Grotte Di Castro (Vt), Latera (Vt), Lubriano (Vt), Marta (Vt), Montefiascone (Vt), Onano (Vt), Piansano (Vt), Proceno (Vt) e Valentano (Vt).

TERREMOTO OGGI, INGV: SCOSSA DI M. 1.7 IN PROVINCIA DI MODENA. IL BOLLETTINO METEO (DOMENICA 29 GIUGNO 2014, ORE 15.55)

Un terremoto di magnitudo 1.7 si è verificato poco fa in provincia di Modena (Emilia Romagna). Secondo i dati raccolti dall’Ingv, la scossa è stata avvertita alle 14.43, con epicentro individuato a pochi chilometri di distanza dai comuni di Polinago (Mo), Pavullo Nel Frignano (Mo) e Lama (Mo). Il terremoto più recente è invece di magnitudo 0.8 ed è avvenuto alle 15.04 in provincia di Perugia tra i comuni di Gubbio, Scheggia e Pietralunga. Per quanto riguarda il meteo di oggi, la Protezione Civile fa sapere che sono previste precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lombardia, Trentino, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Liguria di Levante e Toscana, con quantitativi cumulati moderati, fino ad elevati sui settori alpini del Veneto e sul Friuli Venezia Giulia; le precipitazioni sono invece da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto del Nord, e dal tardo pomeriggio-sera anche su Marche, Umbria, Lazio centro-settentrionale e Sardegna con quantitativi cumulati deboli o localmente moderati su Umbria e Lazio verso fine giornata. Riguardo le temperature, le massime sono in locale sensibile aumento su regioni meridionali e centrali adriatiche.

TERREMOTO OGGI, INGV: SCOSSA DI M. 1.6 A L’AQUILA. ALLERTA TEMPORALI AL NORD (DOMENICA 29 GIUGNO 2014, ORE 12.10)

Nuove lievi scosse di terremoto sono state registrate in queste ore in diverse aree del territorio italiano. L’Ingv fa sapere che un sisma di magnitudo 1.6 è stato avvertito poco fa in provincia de L’Aquila (Abruzzo), con epicentro tra i comuni di Montereale, Capitignano e Amatrice, mentre un’altra scossa di magnitudo 1.1 si è verificata alle 11.20 in provincia di Perugia (Umbria): in questo caso i comuni maggiormente coinvolti sono Gubbio, Scheggia e Costacciaro. Per quanto riguarda il meteo, la Protezione Civile ha emesso nella giornata di ieri un avviso di condizioni meteorologiche avverse. Dopo le precipitazioni di ieri, sulla base dei fenomeni previsti, è stata valutata anche per la giornata di oggi criticità “arancione” per temporali forti su gran parte della Lombardia e per rischio idrogeologico sul Friuli Venezia Giulia, nonché sulle zone settentrionali del Veneto. In criticità “gialla” per rischio idrogeologico e idraulico sono invece indicate quasi tutte le regioni settentrionali, la Toscana e le Marche.

TERREMOTO OGGI, INGV: SCOSSA DI M. 3.9 TRA CALABRIA E CAMPANIA (DOMENICA 29 GIUGNO 2014, ORE 9.40)

Un forte terremoto di magnitudo 3.9 sulla Scala Richter è stato avvertito questa notte in mare, al largo della costa tra Calabria, Campania e Basilicata. Secondo i dati riportati dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), la scossa è avvenuta alle 6.24 di oggi, domenica 29 giugno 2014, con epicentro localizzato nel distretto sismico della costa calabrese occidentale, a meno di venti chilometri di distanza dai comuni di Ispani (Sa), San Giovanni A Piro (Sa), Santa Marina (Sa), Sapri (Sa), Torraca (Sa), Vibonati (Sa), Maratea (Pz) e Praia A Mare (Cs). A questo forte evento sono seguite altre due scosse più lievi praticamente nella stessa zona ma rispettivamente di magnitudo pari a 2.8 e 3.3 gradi della Scala Richter. Un altro terremoto di magnitudo 2.1 si è verificato invece poco prima delle 8 del mattino in provincia de L’Aquila (Abruzzo), nell’area dei Monti della Laga. L’epicentro è stato individuato a meno di 10 km di distanza dai comuni di Amatrice (Ri), Campotosto (Aq), Capitignano (Aq) e Montereale (Aq), mentre quelli distanti tra i 10 e i 20 km sono Accumoli (Ri), Borbona (Ri), Cittareale (Ri), Posta (Ri), Barete (Aq), Cagnano Amiterno (Aq), Pizzoli (Aq) e Crognaleto (Te).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori