TERREMOTO OGGI/ Ingv: scossa in Sicilia, M. 3.5 gradi (sabato 7 giugno 2014, ore 20.00)

- La Redazione

Sabato 7 giugno 2014, terremoto oggi. I dati dell’INGV e dei sistemi di monitoraggio nel mondo sui movimenti sismici in tutto il mondo e in Italia: magnitudo e comuni coinvolti

sismografo_new_r439
Sismografo (Fonte Infophoto)

TERREMOTO OGGI IN ITALIA E NEL MONDO: SCOSSA DI 3.5 GRADI RICHTER IN SICILIA SABATO 7 GIUGNO 2014 (AGGIORNAMENTO ALLE ORE 20.00)

Numerose scosse questo pomeriggio nell’area compresa tra Messina e Barcellona Pozzo di Gotto, nel distretto sismico dei Golfi di Patti e di Milazzo. Una scossa di magnitudo 2 gradi è stata registrata alle ore 16 e 57 a una profondità di 9,7 chilometri. I comuni più vicini all’epicentro sono stati quelli di Basicò, Falcone, Furnari, Mazzarrà sant’Andrea, Novara di Sicilia, Iliveri, Rodì Milici, Tripi e Terme Vigliatore, tutti in provincia di Messina. Poco dopo alle ore 17 è stata registrata una scossa di 3.5 gradi della scala Richter all’incirca nella stessa zona a una profondità di otto chilometri infatti i comuni più vicini all’epicentro sono stati quelli precedenti. Una terza scossa tre minuti dopo questa volta di 2.3 gradi a una profondità di 9,5 chilometri sempre nel medesimo punto a cui ha fatto seguito una quarta scossa alle ore 17 e 13 di magnitudo 2,8 gradi e a una profondità 8,9 chilometri. Non si registra alcun danno a edifici o persone. Alle ore 17 e 02 una scossa di 2.7 gradi è stata invece avvertita nel distretto dei Monti Peloritani sempre in Sicilia  epodo distante delle precedenti a una profondità di 12 chilometri. Cambiando zona di Italia alle ore 18 e 23 una scossa di magnitudo 2.2 gradi è stata registrata in Umbria nel Bacino di Gubbio. I comuni più vicini all’epicentro sono quelli di Gubbio e Pietralunga in provincia di Perugia, la scossa a stata registrata a una profondità di 5,8 chilometri.

TERREMOTO OGGI IN ITALIA E NEL MONDO: SCOSSA DI 5.6 GRADI RICHTER NEL MAR CASPIO SABATO 7 GIUGNO 2014 (AGGIORNAMENTO ALLE ORE 16.11)

Una scossa di magnitudo 1.1 gradi si è verificata tra Morano Calabro e Sant’Angelo in Vado in provincia di Cosenza, seguita poco dopo da una seconda scossa di medesima magnitudo. Alle ore 13 e 38 è stata segnalata una scossa di magnitudo 1.3 gradi in provincia di Rieti tra le località di Cittareale, Amatrice e Accumoli.

TERREMOTO OGGI IN ITALIA E NEL MONDO: SCOSSA DI 5.6 GRADI RICHTER NEL MAR CASPIO SABATO 7 GIUGNO 2014 (AGGIORNAMENTO ALLE ORE 14.02)

Mentre non si registra alcun nuovo terremoto oggi in Italia, la situazione appare molto più dinamica nel resto d’Europa. E se gli strumenti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia nelle ultime ore non hanno registrato se non scosse attorno al grado di magnitudo Richter, il centro sismologico euromediterraneo ha registrato oggi un terremoto addirittura di 5.6 gradi di magnitudo. La profondità dell’ipocentro è stata calcolata a 50 chilometri di profondità, mentre l’epicentro è nel Mar Caspio, vicino alle coste del Turkmenistan. nonostante la grande forza del sisma non si registrano danni o vittime. L’ovest della Turchia ha subito altre due scosse di terremoto, una di 2.8 gradi della scala Richter e una di 3 gradi, ambedue molto superficiali (rispettivamente a sette e cinque chilometri di profondità). Qui la popolazione ha avvertito distintamente il colpo.

TERREMOTO OGGI IN ITALIA E NEL MONDO: SCOSSE NELLA NOTTE NEL GARGANO E IN TRENTINO SABATO 7 GIUGNO 2014 (AGGIORNAMENTO ALLE ORE 08.37)

Due scosse di terremoto, oggi sabato 7 giugno 2014, si sono verificate nella notte in due punti estremi dell’Italia. La prima, poco dopo le tre e mezza del mattino (secondo i dati forniti dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia alle 3:39 precise), è stata registrata nei pressi di San Giovanni Rotondo, nel Gargano. La magnitudo del terremoto è stata modesta, solo 2 gradi sulla scala Richter, e anche la profondità dell’ipocentro, non considerevole, ma certo non superficiale, ha contribuito a nascondere il terremoto agli abitanti della zona, eccetto forse ad alcuni nottambuli nei pressi di Mattinata, in provincia di Foggia, centro abitato più prossimo al sisma. Nessun danno, quindi e nessuna paura. Ecco quanto diffuso dalla sala dati dell’INGV a proposito del primo terremoto oggi registrato: Un terremoto di magnitudo(Ml) 2 è avvenuto alle ore 03:39:36 italiane del giorno 07/Giu/2014 (01:39:36 07/Giu/2014 – UTC). Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto sismico del Promontorio del Gargano. Come detto i comuni entro i 10 chilometri di distanza dall’epicentro si riducono alla sola Mattinata, mentre entro 20 chilometri troviamo Monte Sant’Arcangelo, Vico del Gargano e la bellissima Vieste. Il secondo terremoto di oggi come accennato si è verificato da tutt’altra parte d’Italia: in Trentino-Alto Adige. Un sisma di 2.6 di magnitudo Richter, ma con un epicentro decisamente profondo, a poco più di 120 chilometri sotto la superficie. Nessun danno o pericolo, ovviamente, ed ecco un terremoto “buono” solo per i sensibilissimi strumenti dell’INGV. Ecco quanto contenuto nei rapporti “Un terremoto di magnitudo(Ml) 2.6 è avvenuto alle ore 08:11:13 italiane del giorno 07/Giu/2014 (06:11:13 07/Giu/2014 – UTC). Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto sismico delle Alpi Atesine”. I comuni più vicini, tra i 10 e i 20 chilometri dall’epicentro, sono: CAMPO TURES – SAND IN TAUFERS (BZ)SELVA DEI MOLINI – MUEHLWALD (BZ)TERENTO – TERENTEN (BZ)VALLE AURINA – AHRNTAL (BZ).

TERREMOTO OGGI IN ITALIA E NEL MONDO: SCIAME SISMICO NEL POLLINO, 5.3 IN INDONESIA SABATO 7 GIUGNO 2014 (AGGIORNAMENTO ALLE ORE 00.15) 

Situazione tranquilla, poco dopo la mezzanotte, in attesa di rilevare la prima scossa di terremoto oggi in Italia. La giornata di ieri è stata decisamente movimentata, con uno sciame sismico nel Pollino che ha spaventato molti abitanti della zona nord della Calabria e della Basilicata. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l’INGV ha registrato quattro scosse di terremoto, la prima delle quali di magnitudo 4 sulla scala Richter e con un ipocentro a soli 7,7 chilometri di profondità. Da fonti di stampa locale si apprende che il risultato delle opere di verifica messe in atto dalla Protezione Civile subito dopo il terremoto sono state tutte di esito negativo, e fortunatamente nè la prima scossa sismica, nè lo sciame successivo hanno causato danni a cose o persone. Solo un bello spavento. La giornata è stata caratterizzata da diverse scosse di terremoto in tutta Europa, ma principalmente nella zona dell’isola di Creta, in Grecia, e in Francia lungo la cerniera delle Alpi. Scosse di terremoto, soprattutto queste ultime, di magnitudo modesta, ma molto superficiali. Nel mondo invece non sono mancate scosse di terremoto anche di magnitudo pari o superiore a 5 punti della scala Richter, come quella avvenuta poco prima di mezzanotte in Indonesia, presso l’isola di Halmahera: 5.3 gradi di magnitudo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori