Terremoto/ In Italia e nel mondo, oggi: forte sciame sismico nell’Appennino pistoiese (4 settembre 2014, ore 19.00)

- La Redazione

Terremoto oggi in Italia e nel mondo, giovedì 4 settembre 2014. Un sisma di magnitudo pari a 2.7 gradi della Scala Richter è stato avvertito questa notte in provincia di Brescia (Lombardia)

sismografo_new_r439
Sismografo (Fonte Infophoto)

Continua a tremare la terra in Italia: alle 17.54 le sonde dell’Istituto Nazionale di Geofisica e di Vulcanologia hanno registrato un terremoto di magnitudo 2.3 nel distretto sismico delle isole Lipari. L’epicentro della scossa è stato individuato in mare aperto e alla profondità di 127 chilometri: nessun comune siculo ha percepito alcunché. Infine, ecco le coordinate dell’epicentro: 38.4597°N, 15.2902°E.

L’Ingv ha rilevato un forte sciame sismico, che conta ben cinque scosse, nell’distretto dell’Appennino pistoiese: il primo terremoto è stato registrato alle ore 13.34, mentre l’ultimo alle 15.26; il moto tellurico di maggior intensità ha portato l’asticella della magnitudo a 2.6. Alle 15.55 è stata invece la volta della Valle dell’Aterno, in Abruzzo: la regione è stata teatro di una scossa di magnitudo 2.1, che ha interessato gran parte della provincia di Teramo e L’Aquila.

Alle 11.49 l’Istituto Nazionale di Geofisica e di Vulcanologia ha registrato una scossa di terremoto in Toscana, per l’esattezza in provincial di Siena e Grosseto: Chiusdino (Si), Monticiano (Si) e Montieri (Gr). L’evento tellurico ha presentato un’intensità pari a 1.7 mg, con epicentro alla profondità di 3.4 chilometri e alle seguenti coordinate geografiche: 43.1 di Latitudine e 11.0 di Longitudine. Poco dopo, alle 11.57, è stata la volta dell’Umbria – regione italiana estremamente soggetta ai fenomeni sismici – teatro di un terremoto di magnitudo 1.4 che ha coinvolto la provincia di Perugia: Gubbio, Costacciaro e Scheggia-Pascelupo.

Un terremoto di magnitudo pari a 2.7 gradi della Scala Richter è stato avvertito questa notte in provincia di Brescia (Lombardia). Come riporta l’Ingv, il sisma è avvenuto pochi minuti prima delle 5 del mattino nell’area delle Prealpi lombarde, con epicentro localizzato a non più di 10 chilometri di distanza dai comuni di Agnosine (Bs), Barghe (Bs), Gavardo (Bs), Idro (Bs), Lavenone (Bs), Odolo (Bs), Preseglie (Bs), Provaglio Val Sabbia (Bs), Roè Volciano (Bs), Sabbio Chiese (Bs), Treviso Bresciano (Bs), Vallio Terme (Bs), Vestone (Bs), Villanuova Sul Clisi (Bs) e Vobarno (Bs). Gli altri comuni coinvolti, ma distanti tra i 10 e i 20 chilometri dall’epicentro, sono Anfo (Bs), Bagolino (Bs), Bedizzole (Bs), Bione (Bs), Botticino (Bs), Caino (Bs), Calvagese Della Riviera (Bs), Capovalle (Bs), Casto (Bs), Collio (Bs), Gardone Riviera (Bs), Irma (Bs), Lodrino (Bs), Lumezzane (Bs), Manerba Del Garda (Bs), Marmentino (Bs), Mazzano (Bs), Moniga Del Garda (Bs), Mura (Bs), Muscoline (Bs), Nave (Bs), Nuvolento (Bs), Nuvolera (Bs), Padenghe Sul Garda (Bs), Paitone (Bs), Pertica Alta (Bs), Pertica Bassa (Bs), Polpenazze Del Garda (Bs), Prevalle (Bs), Puegnago Sul Garda (Bs), Salò (Bs), San Felice Del Benaco (Bs), Serle (Bs), Soiano Del Lago (Bs), Toscolano-Maderno (Bs), Valvestino (Bs) e Bondone (Tn). Nel mondo, l’Ingv ha registrato una forte scossa di magnitudo 6.2 nell’Oceano Pacifico, a nord dello stato insulare di Tonga, appartenente alla Polinesia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori