TERREMOTO OGGI / Puglia, scossa di M 2.5 in provincia di Foggia. Sisma di M 3.3 a largo di Creta (in tempo reale, sabato 7 novembre 2015, ore 19:15)

- La Redazione

Terremoto oggi, sabato 7 novembre 2015. Una scossa di magnitudo 2.5 della scala Richter è stata avvertita in Puglia e per la precisione in provincia di Foggia.

sismografo_terremoto_nuovissima_r439
I terremoti di oggi (Infophoto)

Un movimento tellurico di forte intensità ha avuto luogo poco fa nelle acque greche, a largo di Creta. Il terremoto, verificatosi alle ore 18:39, stando ai dati diramati dal centro sismologico meditarraneo ha raggiunto una magnitudo di 3.5 sulla scala Richter, ed ha avuto luogo in mare aperto nel punto di coordinate geografiche 35.11 di latitudine e 26.88 di longitudine. L’ipocentro del sisma è stato individuato invece a 2 km di profondità. La scossa ha raggiunto il suo picco di intensità ben distante dai centri abitati; i più vicini e conosciuti sono Karpathos, Candia e Smirne in Turchia. Vista la lontananza dalla costa non è stato finora segnalato alcun danno a cose o persone.

Un terremoto di magnitudo 1.9 sulla scala Richter si è verificato poco fa in provincia di Ascoli Piceno, nelle Marche. Secondo il report fornito dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia il sisma ha avuto luogo alle ore 16:42, con epicentro localizzato nel punto di coordinate geografiche 42.95 di latitudine e 13.42 di longitudine, ed ipocentro da individuare ad una profondità di 23 km nel sottosuolo. Di seguito l’elenco dei centri appartenenti alle province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata nel raggio di 10 km dall’epicentro: Comunanza (AP), Montefalcone Appennino (FM), Force (AP), Palmiano (AP), Smerillo (AP), Amandola (AP), Montefortino (AP), Monte San Martino (MC), Venarotta (AP), Montemonaco (AP) e Santa Vittoria in Matenano (FM).

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), ha dato nota negli scorsi minuti di un serie di terremoti verificatisi in Toscana, per la precisione in provincia di Firenze. Sono infatti 3 le scosse che hanno avuto luogo nel sottosuolo fiorentino dalle ore 12:52 alle ore 13:03. La prima ha raggiunto una magnitudo di 1.3 sulla scala Richter, con epicentro localizzato nel punto di coordinate 43.62 di latitudine e 11.24 di longitudine. Le ultime due scosse invece di M 1.3 e 1.6, sono state individuate nel punto di coordinate 44.14 di latitudine e 11.50 di longitudine, con ipocentro localizzato a 11 km di profondità nel sottosuolo. Questo l’elenco dei comuni presenti nel raggio di 20 km dall’epicentro del sisma: Palazzuolo sul Senio (FI), Castel del Rio (BO), Firenzuola (FI), Marradi (FI), Casola Valsenio (RA), Fontanelice (BO), Monghidoro (BO), Borgo Tossignano (BO), Scarperia (FI) e Casalfiumanese. 

Se in Italia la mattinata dal punto di vista sismico appare tranquilla, lo stesso non si può dire per il resto d’Europa: nella Turchia orientale si è infatti verificato un terremoto di magnitudo 2.9 sulla scala Richter. La scossa ha visto il suo epicentro nel punto di coordinate geografiche 38.77 di latitudine e 43.38 di longitudine, con ipocentro localizzato ad una profondità di 5 km nel sottosuolo. Il sisma è stato identificato a 29 km di distanza da Ercis, a 31 km da Van e a 185 km dalla più popolosa Yerevan in Armenia. Al momento non sono stati ravvisati danni a cose o persone.

Un lieve terremoto di magnitudo 1.5 sulla scala Richter si è verificato questa mattina in provincia di Bologna. Il sisma, stando al bollettino pubblicato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulacnologia ha avuto luogo alle ore 9:52 nel punto di coordinate geografiche 44.19 di latitudine e 11.49 di longitudine, ad una profondità di 10 km nel sottosuolo. Questo l’elenco dei comuni più vicini al punto della scossa: Castel del Rio (BO), Palazzuolo sul Senio (FI), Firenzuola (FI), Fontanelice (BO), Casola Valsenio (RA), Borgo Tossignano (BO), Monghidoro (BO), Casalfiumanese (BO) e Loiano (BO.

Questa mattina intorno alle ore 6,42 è stata avvertita una scossa di terremoto di magnitudo 2.5 della scala Richter in Puglia e per la precisione nella provincia di Foggia. Secondo il report pubblicato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) l’epicentro dell’evento è posizionato nel punto di coordinate 41.48 di latitudine e 15.66 di longitudine ad una profondità di circa 6 km. I comuni posti nelle vicinanze e che quindi sono stati interessati sono la stessa città di Foggia, Carapelle (Fg), Orta Nova (Fg) e Ordona (Fg). Al momento non ci sono notizie in relazione a possibili danni causati a cose o persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori