TERREMOTO OGGI / Emilia-Romagna, scossa di M 2.4 in provincia di Bologna (in tempo reale, martedì 28 aprile ore 18.45)

- La Redazione

Terremoto oggi, martedì 28 aprile 2015. L’Ingv segnala un sisma di magnitudo 2.4 avvenuto alle 3.20 del mattino in provincia di Ravenna (Emilia-Romagna) nell’area dell’Appennino forlivese

sismografo_terremoto_nuovissima_r439
I terremoti di oggi (Infophoto)

Un terremoto di magnitudo 2.4 è stato avvertito questo pomeriggio in provincia di Bologna (Emilia-Romagna). L’area interessata è ancora quella dell’Appennino pistoiese, già teatro di numerose scosse negli ultimi mesi, mentre l’epicentro è stato localizzato esattamente nei pressi dei comuni di Gaggio Montano (Bo), Lizzano In Belvedere (Bo) e Porretta Terme (Bo). Un altro terremoto di magnitudo 2.2 è stato registrato poco dopo in mare al largo della costa calabrese: in questo caso il distretto sismico è quello del Golfo di Sant’Eufemia, ma nessun comune italiano è presente in un raggio di venti chilometri.

Nuove lievi scosse sono state registrate nelle ultime ore sul territorio italiano. Tra le più recenti, l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) segnala un terremoto di magnitudo 1.6 avvenuto in provincia di Macerata nelle Marche: l’epicentro è stato fissato a non più di venti chilometri dai comuni di Visso (Mc), Pieve (Mc) e Piè Del Sasso (Mc). Un altro sisma di magnitudo pari a 1.4 gradi della Scala Richter si è verificato pochi minuti fa in provincia di Rieti, nel Lazio, a poca distanza dai comuni di Rocca Sinibalda (Ri), Torricella In Sabina (Ri) e Longone Sabino (Ri).

Una scossa di magnitudo 1.3 gradi della scala Richter è stata registrata alle ore 7 e 31 in provincia di Rieti nel Lazio tra i comuni di Cittareale e Borbona, seguita alle ore 8 e 6 minuti da una scossa di 1.2 gradi nelle Marche in provincia di Ancona con epicentro tra i comuni di Serra San Quirico, Genga e Poggio San Vicino.

Nuove scosse di terremoto sono state registrate oggi in Italia. Tra le più forti, l’Ingv segnala un sisma di magnitudo 2.4 avvenuto verso le 3.20 del mattino in provincia di Ravenna (Emilia-Romagna), un’area già ben nota per la sua elevata attività sismica. La zona interessata è quella dell’Appennino forlivese, mentre l’epicentro è stato localizzato nei pressi dei comuni di Faenza (Ra), Castrocaro Terme (Fc) e Dovadola (Fc), tutti presenti in un raggio di dieci chilometri. Gli altri comuni interessati, ma distanti tra i dieci e i venti chilometri, sono Brisighella (Ra), Castel Bolognese (Ra), Cotignola (Ra), Riolo Terme (Ra), Solarolo (Ra), Civitella Di Romagna (Fc), Forlì (Fc), Meldola (Fc), Modigliana (Fc), Predappio (Fc), Rocca San Casciano (Fc) e Tredozio (Fc). Un paio d’ore più tardi la terra ha tremato anche nel Metauro in provincia di Perugia (Umbria), dove è stata rilevata una scossa di magnitudo 2.1 a poca distanza dai comuni di Pietralunga (Pg), Cantiano (Ps) e Gubbio (Pg).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori