TERREMOTO OGGI / Toscana, scossa di M 2.1 gradi in provincia di Siena (in tempo reale, mercoledì 16 settembre ore 19.40)

- La Redazione

Terremoto oggi, mercoledì 16 settembre 2015. Torna a tremare la terra in Emilia-Romagna, dove questa mattina è stato avvertito un sisma di magnitudo 2.2 gradi della Scala Richter

sismografo_terremoto_nuovissima_r439
I terremoti di oggi (Infophoto)

Lo sciame sismico che sta interessando il centro Italia è arrivato anche in Toscana come riporta il sito del centro sismologico europeo – mediterraneo. Una scossa di magnitudo 2.1 è stata registrata a 9km di profondità a 19km di Siene a 31 da Firenza. La scossa è stata avvertita alle 17.12. In precedenza una scossa di magnitudo 2.4 era stata sentita a 34km da Parma alle ore 15.55.

Torna a tremare la terra in Emilia-Romagna. Dopo le scosse avvenute nel corso della giornata in provincia di Bologna, l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha registrato un nuovo terremoto di magnitudo 2.4 gradi della Scala Richter in provincia di Parma. L’epicentro è stato individuato a non più di dieci chilometri dai comuni di Pellegrino Parmense, Varano de’ Melegari, Varsi e Solignano, mentre tra i dieci e i venti chilometri sono presenti i comuni di Bore, Salsomaggiore Terme, Fornovo di Taro, Vernasca, Valmozzola, Lugagnano Val d’Arda, Terenzo, Medesano, Castell’Arquato, Bardi, Morfasso e Calestano.

L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) segnala un terremoto di magnitudo 2.1 gradi della Scala Richter avvenuto poco prima delle 13 di oggi in provincia di Teramo, in Abruzzo. L’epicentro è stato localizzato tra i comuni di Pietracamela, Crognaleto e Fano Adriano, tutti presenti in un raggio di dieci chilometri, mentre tra i dieci e i venti chilometri ci sono i comuni di Campotosto, Isola del Gran Sasso d’Italia, L’Aquila, Tossicia, Capitignano, Pizzoli, Cortino, Barete, Montorio al Vomano, Colledara, Poggio Picenze, Castelli, Barisciano e Santo Stefano di Sessanio.

Prosegue lo sciame sismico che da diverse ore sta interessando la provincia di Bologna, in Emilia-Romagna. Pochi minuti fa è stato avvertito un nuovo terremoto di magnitudo 2.0 gradi della Scala Richter, ancora una volta nei pressi dei comuni di Lizzano in Belvedere, Gaggio Montano, Porretta Terme, Fanano e Granaglione, i più vicini all’epicentro del sisma. Tra gli altri comuni coinvolti, ma leggermente più distanti, si segnala Sestola, Montese, Sambuca Pistoiese, Castel di Casio, Cutigliano, San Marcello Pistoiese, Castel d’Aiano, Montecreto, Camugnano, Abetone, Piteglio, Fiumalbo, Pavullo nel Frignano, Lama Mocogno e Riolunato.

Torna a tremare la terra in Emilia-Romagna, dove questa mattina è stato avvertito un terremoto di magnitudo 2.2 gradi della Scala Richter. Secondo i dati raccolti dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma è avvenuto verso le 7.25 del mattino nella provincia di Bologna, con epicentro localizzato esattamente a non più di dieci chilometri dai comuni di Monghidoro, Firenzuola, Loiano e Castel del Rio. Gli altri comuni interessati, ma distanti tra i dieci e i venti chilometri dal punto in cui la scossa si è generata, sono San Benedetto Val di Sambro, Monzuno, Monterenzio, Fontanelice, Palazzuolo sul Senio, Castiglione dei Pepoli, Borgo Tossignano, Grizzana Morandi e Casola Valsenio. Questa mattina un altro terremoto di magnitudo 1.2 si è verificato nella provincia di Benevento in Campania: in questo caso i comuni più vicini all’epicentro sono San Salvatore Telesino (Bn), Faicchio (Bn) e Puglianello (Bn).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori