TERREMOTO OGGI / In Italia e dal mondo: scossa di M 5.4 in Giappone (in tempo reale, 9 gennaio 2016, ore 17:45)

- La Redazione

Terremoto oggi in Italia e dal mondo, oggi 9 gennaio 2016: bollettino, segnalazioni e sismi. Albania, scossa di magnitudo 2.8 sulla scala Richter nel Mare Adriatico avvertita anche in Puglia

sismografo_new_r439
Sismografo (Fonte Infophoto)

Un sisma davvero molto potente si è abbattuto questo pomeriggio sul Giappone. La terra ha treato nelle isole Ryukyu alle 14.12, ora locale, alle seguenti coordinate: 28.05 latitudine e 129.39 longitudine. Il terremoto ha avuto una potenza di ben 5.4 Magnitudo e l’epicentro è stato localizzato a 50 chilometri di profondità dalla superficie terrestre. Le isole Ryukyu costituiscono l’arcipelago che divide l’Oceano Pacifico dal Mar Cinese Orientale. Questo gruppo di isole sono state al centro di una diatriba tra Cina e Giappone lungo i secoli e appartengono al secondo paese che le chiama però Isole Nansei. Si estendono tra Kyushu e Taiwan in un’ambiente davvero incredibile e straordinario.

Un terremoto di magnitudo 3.0 sulla scala Richter ha colpito poco fa la provincia di Potenza in Basilicata. La scossa, secondo il report fornito dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha avuto luogo alle ore 11:28, con epicentro da ubicare nel punto di coordinate geografiche 40.52 di latitudine e 15.62 di longitudine, nei pressi del comune di Satriano di Lucania (PZ). L’ipocentro del sisma è stato rinvenuto ad una profondità di 10 km nel sottosuolo. Diversi i comuni interessati dalla scossa, in gran parte appartenenti alla provincia di Potenza, ma anche a quella di Salerno. Questo l’elenco dei centri abitati nel raggio di 20 km dall’origine del sisma: Satriano di Lucania (PZ), Brienza (PZ), Sant’Angelo Le Fratte (PZ), Sasso di Castalda (PZ), Savoia di Lucania (PZ), Tito (PZ), Atena Lucana (SA), Polla (SA), Caggiano (SA), Picerno (PZ), Vietri di Potenza (PZ), Sant’Arsenio (SA), San Pietro al Tanagro (SA), Sala Consilina (SA), Pertosa (SA), Pignola (PZ), Marsico Nuovo (PZ), Salvitelle (SA), Abriola (PZ), San Rufo (SA), Balvano (PZ), Auletta (SA), Teggiano (SA), Baragiano (PZ), Paterno (PZ), Romagnano al Monte (SA) e Ricigliano (SA). 

Questo sabato 9 gennaio 2016 viene inaugurato a livello sismico da una scossa di terremoto che ha interessato la sponda albanese del mare Adriatico. Il sisma, stando a quanto riportato dal Centro Sismologico Euro-Mediterraneo, è avvenuto alle ore 6:02 di questa mattina, facendo registrare un’intensità di magnitudo 2.8 sulla scala Richter. Il movimento tellurico, come registrato dall’Institute of Geosciences, Energy, Water and Environment di Tirana, ha visto il proprio epicentro nel punto di coordinate geografiche 40.31 di latitudine e 19.37 di longitudine, con ipocentro localizzato a 9 km di profondità nel sottosuolo. Il terremoto, che è stato avvertito anche in alcune zone della Puglia, ha avuto origine a 24 km dalla città di Vlorë e a 123 km dalla capitale dell’Albania, Tirana. Fortunatamente non sono arrivate segnalazioni di danni a cose o persone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori