Ingv/ Terremoto oggi, ultime scosse: L’Aquila, sisma M 2.3 (tempo reale, 11 febbraio 2017, ore 19:15)

- La Redazione

Terremoto oggi, lievi scosse sismiche nella notte nell’area di Macerata, secondo i dati INGV quella più intensa nelle prime ore dopo la mezzanotte è in Abruzzo a L’Aquila (11 febbraio 2017).

terremoto_chiesa_amatriceR439
La cattedrale di Norcia ora crollata (LaPresse)

Un terremoto di magnitudo 2.3 sulla scala Richter si è verificato alle ore 17:53 di oggi, sabato 11 febbraio 2017, in provincia dell’Aquila, in Abruzzo. Il sisma, come riferito dal report diramato dall’INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha visto il proprio epicentro nel punto di coordinate geografiche 42.39 di latitudine e 13.37 di longitudine, con ipocentro individuato ad una profondità nel sottosuolo di 11 km. L’elenco completo dei centri abitati situati nel raggio di 10 km dall’origine del sisma comprende L’Aquila (AQ), Pizzoli (AQ), Scoppito (AQ) e Barete (AQ). Per quanto riguarda le previsioni del tempo di oggi, secondo il portale de ilmeteo.it il cielo sarà coperto fino a stanotte. A partire da domani mattina il meteo varierà diventando parzialmente nuvoloso: non sono attese precipitazioni. 

Un’altra scossa di terremoto oggi è stata registrata dall’Ingv in Umbria. Il sisma è stato rilevato in provincia di Perugia. La scossa è avvenuta con una magnitudo 2.1 sulla scala Richter alle ore 12:37:50 con queste coordinate geografiche: latitudine 42.76, longitudine 13.08 e ipocentro a una profondità di 10 km. Norcia è la località più vicina all’epicentro del sisma, a 4 km di distanza. Gli altri comuni che si trovano entro 20 km dall’epicentro di questa scossa di terremoto sono: Cascia PG Poggiodomo PG Preci PG Cerreto di Spoleto PG Accumoli RI Monteleone di Spoleto PG Castelsantangelo sul Nera MC Cittareale RI Arquata del Tronto AP Vallo di Nera PG Sellano PG Visso MC. Nella zona di Perugia, per quanto riguarda la condizioni meteorologiche, il sito Il Meteo.it segnala nel pomeriggio cielo coperto con nubi sparse.  

Un terremoto di magnitudo 1.9 sulla scala Richter è stato registrato in provincia di Rieti, nel Lazio alle ore 12:12 di oggi, sabato 11 febbraio 2017. La scossa in question è stata individuata dalla sala sismica di Roma dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia nel punto di coordinate geografiche 42.58 di latitudine e 13.28 di longitudine, con ipocentro localizzato ad una profondità di 11 km. Il comune più vicino all’origine del terremoto è quello di Amatrice (RI), mentre nel raggio di 10 km troviamo Montereale (AQ), Capitignano (AQ), Campotosto (AQ) e Cittareale (RI). Secondo le previsioni del tempo del portale ilmeteo.it, oggi su Amatrice si vedranno soprattutto nubi sparse che a partire dalle ore 17 si tramuteranno in nebbia. La temperatura minima prevista è di 0 °C, la massima è di 6°C: non sono attese precipitazioni.

E’ stato registrato anche in Umbria un terremoto oggi. L’Ingv ha rilevato la scossa con una magnitudo 2.0 sulla scala Richter in provincia di Perugia. Il terremoto oggi è avvenuto alle ore 11:24:30 con queste coordinate geografiche: latitudine 42.9, longitudine 13.05 e ipocentro a una profondità di 12 km. Sono questi i comuni che si trovano entro 20 km dall’epicentro del sisma: Preci PG Visso MC Castelsantangelo sul Nera MC Ussita MC Sellano PG Monte Cavallo MC Norcia PG Cerreto di Spoleto PG Fiordimonte MC Pieve Torina MC Fiastra MC Acquacanina MC Bolognola MC Pievebovigliana MC Muccia MC. Per quanto riguarda la condizioni meteo nelle zone colpite dal sisma, Il Meteo.it indica su Perugia cielo poco nuvoloso stamattina: il clima però andrà cambiando nel corso della giornata e il cielo diventerà coperto con nubi sparse dal tardo pomeriggio.

Un terremoto di magnitudo 2.1 sulla scala Richter si è verificato alle ore 7:24 di oggi, sabato 11 febbraio 2017, in provincia di Macerata, nelle Marche. Il sisma, come riportato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha visto il proprio epicentro nel punto di coordinate geografiche 43.01 di latitudine e 13 di longitudine, con ipocentro individuato ad una profondità nel sottosuolo di 8 km. Questo l’elenco dei centri abitati situati nel raggio di 20 km dall’origine del movimento tellurico: Monte Cavallo (MC), Pieve Torina (MC),  Fiordimonte (MC), Serravalle di Chienti (MC), Muccia (MC), Pievebovigliana (MC), Visso (MC), Fiastra (MC), Ussita (MC), Acquacanina (MC), Sellano (PG), Camerino (MC), Preci (PG), Sefro (MC), Castelsantangelo sul Nera (MC), Bolognola (MC) e Pioraco (MC). La scossa non ha causato alcun danno a cose o persone. 

Ancora scosse di terremoto oggi sono state registrate dall’Ingv nelle Marche. Un sisma di magnitudo 2.9 sulla scala Richter è stato rilevato in provincia di Macerata alle ore 01:48:52 con coordinate geografiche (lat, lon) 43.02, 13.12 ad una profondità di 8 km. Questi sono i comuni che si trovano entro 20 km dall’epicentro del sisma: Fiordimonte MC Fiastra MC Acquacanina MC Pievebovigliana MC Pieve Torina MC Ussita MC Bolognola MC Muccia MC Monte Cavallo MC Visso MC Camerino MC Castelsantangelo sul Nera MC Serravalle di Chienti MC Sarnano MC Cessapalombo MC Caldarola MC Preci PG Camporotondo di Fiastrone MC Serrapetrona MC Gualdo MC Belforte del Chienti MC San Ginesio MC Sefro MC Amandola FM. Il sito di Meteo.it segnala, per quanto riguarda la condizioni meteo nelle zone colpite dal sisma, nuvole oggi sulla provincia di Macerata. Riguardo invece al terremoto di magnitudo 6.3 che ha colpito ieri le Filippine, con una scossa avvenuta alle ore 15:03:45 ora italiana, le ore 22:03:45 locali, si aggrava il bilancio delle vittime. Secondo quanto riportato da Rainews24 ci sarebbero almeno 15 morti.

Tre scosse di terremoto hanno inaugurato la giornata di oggi: due nel Centro Italia, una invece a Sud. Il primo sisma è stato quello di magnitudo M 2.0 sulla scala Richter, avvenuto in provincia di Macerata alle 00:30. Stando ai dati forniti dalla Sala Sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), sono Monte Cavallo (MC), Pieve Torina. Fiordimonte, Visso, Pievebovigliana, Ussita e Muccia i Comuni entro i 10 chilometri dall’epicentro del terremoto. All’1:04, invece, è avvenuto un sisma di magnitudo M 2.3 sulla costa sud-orientale della Calabria. Il terremoto è stato individuato con le seguenti coordinate geografiche: latitudine 37.67, longitudine 16.11 e ad una profondità di 30 chilometri. Infine, in provincia di L’Aquila la scossa di terremoto più intensa: è stata registrata all’1:05 con magnitudo M 2.7. In questo caso i Comuni entro i 10 chilometri dall’epicentro del sisma sono Campotosto, Capitignano, Crognaleto (TE), Pizzoli e Barete. L’attività sismica, dunque, prosegue sul territorio italiano e l’attenzione di conseguenza resta alta.

Le Marche sono ancora colpite da una scossa di terremoto oggi. La sala sismica di Roma dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha infatti rilevato nel suo report un sisma di magnitudo 2.4 sulla scala Richter in provincia di Macerata. La scossa di terremoto è avvenuta alle ore 16:12:52 con coordinate geografiche (lat, lon) 42.98, 13.02 ad una profondità di 8 km. Sono questi i comuni che si trovano entro 20 km dall’epicentro del sisma: Monte Cavallo MC Visso MC Pieve Torina MC Fiordimonte MC Ussita MC Pievebovigliana MC Preci PG Muccia MC Serravalle di Chienti MC Sellano PG Fiastra MC Acquacanina MC Castelsantangelo sul Nera MC Bolognola MC Camerino MC Cerreto di Spoleto PG Sefro MC. Il sito di Meteo.it segnala ancora, per quanto riguarda la condizioni meteo nelle zone colpite dal sisma, piogge sulle Marche e in particolare sulla provincia di Macerata.

Ancora un terremoto oggi è avvenuto nelle Marche. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha rilevato una scossa di magnitudo 2.6 in provincia di Macerata. Il sisma si è verificato alle pre 15:28:58 con queste coordinate geografiche: latitudine 42.98, longitudine 13.03 e ipocentro a una profondità di 7 km. I comuni che si trovano entro 20 km dall’epicentro del sisma sono: Monte Cavallo MC Visso MC Pieve Torina MC Fiordimonte MC Ussita MC Pievebovigliana MC Preci PG Muccia MC Serravalle di Chienti MC Fiastra MC Sellano PG Acquacanina MC Castelsantangelo sul Nera MC Bolognola MC Camerino MC Cerreto di Spoleto PG Sefro MC. Poco prima l’Ingv ha registrato un terremoto oggi anche all’estero. Un sisma di magnitudo 6.3 è avvenuto nel Mare delle Filippine. La scossa è avvenuta alle ore 15:03:45 ora italiana, le ore 22:03:45 locali con coordinate geografiche (lat, lon) 9.81, 125.53 ad una profondità di 20 km. Per quanto riguarda la condizioni meteo nelle zone colpite dal sisma, Il Meteo.it indica piogge sia su Macerata che più in generale su tutte le Marche.

Anche la Puglia torna “protagonista” col terremoto in zona Foggia e con relativo lieve sciame sismico successivo: alle ore 14.08 e alle 14.10 doppia scossa di grado M 2.2 e 2.4 nel Foggiano con zero danni provocati e nessuna conseguenza negativa per strade, cose o persone. Il centro nazionale INGV segnala un ipocentro del terremoto a 8 km di profondità sotto il livello del terreno, epicentro invece individuato presso i comuni di Carapelle, Zapponeta, Orta Nova, Stornara, Cerignola, Ordona, Stornarella. Con i dati in tempo reale del comando provinciale e dell’Aeronautica in Puglia, le zone colpite dal sisma non presentano per fortuna danni né dal punto di vista sismico né da quello meteorologico: nelle prossime ore la zona della Puglia vicino a Foggia presenta alcune piogge sparse nella regione, ma senza particolari conseguenze. In serata le previsioni del meteo rilanciano alcuni addensamenti di nubi senza carattere temporalesco, con miglioramenti già dalla giornata di domani.

E’ avvenuto un altro terremoto oggi nelle Marche. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha infatti rilevato una scossa di magnitudo 1.9 in provincia di Macerata alle ore 12:55:35 con queste coordinate geografiche: latitudine 43.04, longitudine 13.04 e ipocentro a una profondità di 9 km. Il comune di Pieve Torina MC è quello che si trova più vicino all’epicentro del sisma, a 1 km di distanza. Gli altri comuni che si trovano entro 20 km dall’epicentro di questa scossa di terremoto oggi sono: Fiordimonte MC Pievebovigliana MC Muccia MC Monte Cavallo MC Serravalle di Chienti MC Fiastra MC Camerino MC Acquacanina MC Visso MC Ussita MC Sefro MC Pioraco MC Bolognola MC Preci PG Castelsantangelo sul Nera MC Fiuminata MC Sellano PG Caldarola MC Castelraimondo MC Cessapalombo MC Serrapetrona MC. Per quanto riguarda la situazione meteorologica nelle zone colpite dal sisma, sia su Macerata che più in generale su tutta le regione Marche, le previsioni del tempo de Il Meteo.it segnalano piogge.

Il centro Italia ancora protagonista ma questa volta il terremoto arriva in Toscana, come segnala il bollettino INGV delle ultime due ore: una zona sempre molto attiva dal punto di vista sismica, per fortuna (come in questo) raramente presenta gravi scosse superficiali. Il sisma di poco fa, alle ore 11.20, ha colpito con una magnitudo di 2.2 gradi Richter senza causare danni o crolli particolari: ipocentro calcolato a circa 10 km sotto il livello del terreno, epicentro invece situato presso i comuni di Chiusdino, Montieri, Monticiano, Radiconcoli, Castelnuovo di Val di Cecina, Sovicille, Monterotondo Marittimo, Roccastrada, Casole d’Elsa. Non ci sono particolari problemi neanche dal punto di vista del meteo, nelle zone colpite dal lieve sciame sismico senese delle ultime ore: stando alle previsioni in tempo reale del sito Il Meteo.it, sulle aree tra Siena e Grosseto resiste il bel tempo, con sole e poche nubi sparse senza precipitazioni anche per tutto il pomeriggio fino a tarda serata.

Nuova scossa di terremoto di una certa entità nel centro Italia ad Ascoli Piceno questa volta: dopo una nottata tutto sommato tranquilla, con lo sciame sismico che ha mantenuto un livello al di sotto del grado 2.0 Richter, questa mattina alle ore 9.16 nuova scossa di terremoto con grado M 3.1 Richter, senza danni provocati e senza nuovi crolli per fortuna in tutte le zone dell’epicentro. Il centro nazionale INGV ha segnalato come dati in tempo reale l’ipocentro a 13 km sotto il livello del terreno e l’epicentro invece presso i comuni di Arquata del Tronto, Accumoli, Montegallo, Acquasanta Terme, Amatrice, Norcia, Cittareale, Montemonaco, Valle Castellana, Castelsantangelo sul Nera. Per quanto riguarda il meteo nelle zone colpite dal sisma, segnaliamo nella zona tra Marche e Lazio una situazione di piogge deboli per le prossime cinque ore, con il sereno che tornerà  domani ma con la nebbia che scenderà nella notte sopra le zone attorno ad Ascoli Piceno e provincia.

Scosse di terremoto oggi sono state registrate dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia in Abruzzo e Lazio. L’ultimo sisma rilevato è avvenuto con una magnitudo 2.4 sulla scala Richter in provincia de L’Aquila alle ore 08:01:16 con coordinate geografiche (lat, lon) 42.51, 13.4 ad una profondità di 10 km. I comuni che si trovano entro 20 km dall’epicentro di questa scossa sono: Campotosto AQ Capitignano AQ Crognaleto TE Barete AQ Pizzoli AQ Fano Adriano TE Montereale AQ Pietracamela TE Cagnano Amiterno AQ Cortino TE Amatrice RI L’Aquila AQ Scoppito AQ. Nella notte è stata rilevata una scossa di terremoto di magnitudo 2.1 in provincia di Rieti. Il sisma si è verificato alle ore 03:20:10 con coordinate geografiche (lat, lon) 42.61, 13.26 ad una profondità di 11 km. Amatrice RI Cittareale RI Accumoli RI Montereale AQ Capitignano AQ Campotosto AQ Borbona RI Posta RI Cagnano Amiterno AQ Arquata del Tronto AP Barete AQ Crognaleto TE Pizzoli AQ.

I primi movimenti terremoti di oggi, venerdì 10 febbraio 2017, riguardano la provincia di Terni. Un sisma di 2.3M ha fatto tremare il sottosuolo alle 00:37. L’epicentro è stato individuato a latitudine 42.66 e longitudine 12.7, ipocentro a 9 km di profondità. Interessate Ferentillo, Montefranco, Spoleto, Arrone, Terni, Scheggino, Acquasparta, San Gemini, Sant’Anatolia di Narco, Polino, Labro, Montecastrilli, Stroncone, Morro Reatino, Vallo di Nera, Castel Ritaldi, Colli sul Velino, Campello sul Clitunno e Massa Martana. Sul versante estero, alle 23:37 è stato colpito invece Coquimbo, in Cile, da un sisma di 3.2M. L’epicentro è stato rilevato a latitudine 31.25 e longitudine 71.31, ipocentro a 67 km di profondità. Il Dipartimento dell’Università di Geofisica del Cile ha rilevato inoltre il punto interessato a 44 km da Illapel e 149 km da La Serena, entrambi in Cile. Alle 23:34 è stato colpito invece il Libano, in Siria, da un sisma di 3.4M. L’epicentro è stato individuato a latitudine 33.79 e longitudine 35.09, ipocentro a 24 km di profondità. Il Centro Nazionale di Ricerca Geofisica ha rilevato il punto interessato a 39 km da Beirut e 116 km da Damasco.

L’Italia ha registrato diverse ore di tranquillità nelle ore serali di ieri, almeno per quanto riguarda i fenomeni tellurici superiori a 2.0M. L’ultimo sisma risale infatti alle 20:08, pari a 2.2M, che ha colpito la provincia di Rieti. L’epicentro è stato localizzato a latitudine 42.62 e longitudine 13.24, ipocentro a 13 km di profondità. Interessate Amatrice, Cittareale, Accumoli, Montereale, Capitignano, Campotosto, Borbona, Posta, Arquata del Tronto, Cagnano Amiterno e Barete. Per quanto riguarda l’estero, colpita l’area a nord di Sumatra, in Indonesia, da una doppia scossa di 4.3M e 4.2M che si sono verificate alle 22:50 ed alle 23:04. L’epicentro nel primo casso è stato individuato a latitudine 3.24 e longitudine 98.42, ipocentro a 10 km di profondità. La differenza di posizione geografica rispetto al sisma più recente è di pochissimi gradi, ipocentro a 40 km di profondità. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori