Torre Maura, 41 denunciati per rivolta anti-rom/ Contestata apologia di fascismo

41 persone denunciate dopo la rivolta di Torre Maura contro i nomadi: apologia di fascismo, istigazione odio razziale ma non solo.

torre maura
Roma, Torre Maura: rivolta residenti contro i rom (LaPresse)

Prime conseguenze dopo la rivolta anti-rom di Torre Maura a Roma. Negli ultimi giorni ha tenuto banco la vicenda di Casal Bruciato ma, come sottolinea Il Messaggero, per le proteste ed i disordini di qualche settimana fa sono state denunciate 41 persone: tra i reati contestati quelli di apologia di fascismo e istigazione all’odio razziale. Tra le persone denunciate anche esponenti dell’estrema destra, con Casapound che ha guidato la rivolta contro i nomadi. Ma non solo: chi sottrasse ai volontari il pane destinato alle famiglie rom e, in segno di spregio, lo calpestò, è stato denunciato per rapina. Altre ipotesi di reato sono manifestazione non preavvisata all’incendio doloso, danneggiamento e interruzione di pubblico servizio.

TORRE MAURA, 41 DENUNCIATI PER RIVOLTA ANTI-ROM

77 rom erano stati trasferiti da uno dei campi di Roma in una struttura abitativa, scelta che scatenò la rabbia dei residenti del quartiere di Torre Maura. Gran parte del vicinato si era rivoltata e aveva assaltato il bus che trasportava nove rom: calci, pugni e cori razzisti. Come sottolinea Il Fatto Quotidiano, non sono mancati insulti: «Scimmia di merda te ne devi andare, esci fuori che ti ammazzo», «Dobbiamo bruciarli vivi» e molto altro. Ricordiamo che il centro di accoglienza è stato svuotato e circa 60 nomadi sono stati spostati in altre strutture del circuito d’accoglienza. Attesi aggiornamenti nei prossimi giorni sul caso Torre Maura, fioccano le prime denunce…



© RIPRODUZIONE RISERVATA