Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: due morti per maltempo a Brescia (13 maggio)

- Dario D'Angelo

Ultime notizie: nel Bresciano morti due pescatori per maltempo. Governo, nuovi scontri tra Lega e M5s, concreto il rischio crisi dopo le Europee.

Allerta maltempo
Allerta maltempo: temporali e allagamenti (LaPresse, 2019)

Ultime notizie: nuova pesante ondata di maltempo su tutta la penisola che a Brescia ha portato alla morte di due pescatori. Molti anche i feriti, il più grave in provincia di Bergamo, dove un tecnico 47enne stava cercando di riparare un generatore colpito da un fulmine: il terreno dove poggiava il macchinario è improvvisamente franato e le sue condizioni sono gravissime. Grossi disagi anche sotto il punto di vista della viabilità: molte le strade colpite da allagamento e per questo motivo chiuse dai dipartimenti provinciali dell’Anas. In alcuni casi la chiusura ha comportato blocchi della viabilità. Intanto ritornata alla normalità la situazione dei viaggi aerei, dopo il blocco di Malpensa e Genova avvenuto ieri.

Ultime notizie, nuovi scontri nel governo

Non solo guerra tra partiti di maggioranza e minoranza ma anche una vera e propria guerra interna al governo. Questa la valenza che stanno assumendo le elezioni europee del prossimo fine maggio, con i risultati che rischiano di ribaltare i rapporti di forza all’interno dell’esecutivo giallo verde. Oggi a parlarne è stato il capo politico del Movimento Cinque Stelle Luigi Di Maio. Il politico campano parlando da San Giovanni Rotondo pungola gli “alleati” affermando che entro fine mese dovranno scegliere sulla norma sul conflitto d’interesse, una norma che per Di Maio impedirà ai “prenditori” di avere santi in paradiso. Da parte sua Salvini rilancia sulla Flat Tax, legge fortemente osteggiata dalla base grillina, importante per Salvini anche l’ennesima stretta sull’immigrazione clandestina.

Ultime notizie, raduno degli alpini a Milano

In una Milano incuriosita si è tenuta la 92esima adunata del corpo nazionale degli alpini, raduno che ha portato nella città meneghina oltre ottantamila penne nere. Le operazioni sono iniziate di prima mattina: a sfilare per primi la fanfara del corpo, a seguire i reparti in armi e infine gli ex appartenenti. Il corteo lungo oltre due chilometri aveva al suo interno anche rappresentanze di ex militari provenienti dall’estero spiccavano inoltre anche le rappresentanze dei comuni che in questi anni hanno ospitato le adunate. Il corteo ha visto oggi il saluto del Presidente della Repubblica Mattarella e del ministro della difesa Elisabetta Trenta: il capo della Difesa ha riconosciuto implicitamente il valore di appartenenza nel momento in cui ha rifiutato di indossare il cappello offerto da un alpino, il rifiuto è stato motivato dal fatto che non ha mai prestato servizio militare.

Ultime notizie, cala la tensione in Medio Oriente

Dopo la decisione di Israele di aprire alcuni varchi al confine con la Striscia di Gaza si allenta la tensione in tutto il Medio Oriente. I varchi erano stati chiusi nelle settimane passate per paura di attentati da parte di Hamas soprattutto dopo che quest’ultima insieme alla Jihad islamica aveva lanciato centinaia di razzi verso il paese della stella di Davide. La riapertura coincide finanche con l’annuncio della Casa Bianca di un nuovo piano di pace, quest’ultimo sarà presentato direttamente da Trump il prossimo 10 di giugno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA