Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: Napoli contro il crimine (6 maggio 2019)


- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: contro il crimine; È maggio ma sembra novembre; Il presidente della RAI contro Fazio (6 maggio 2019).

Noemi, bimba ferita a Napoli
Noemi, bimba ferita a Napoli (LaPresse)

Dopo il ferimento della piccola bambina in una sparatoria al centro di Napoli, oggi prima imponente manifestazione per la legalità all’interno del centro cittadino. A scendere in piazza molti cittadini, tra di essi anche i figli di alcuni boss, ragazzi che si sono dissociati dalla vita dei propri genitori. Intanto proseguono senza soste le indagini delle forze dell’ordine volte a identificare i killer, si stanno seguendo tutte le piste, il sospetto è che chi ha sparato sia stato reclutato da fuori dei giri cittadini. I sanitari del Loreto Mare, ospedale dove è stata operata la piccina ferita, hanno emesso l’ennesimo bollettino medico, i sanitari confermano che le condizioni della piccola sono sempre gravissime, ma escludono danni al midollo osseo.

Ultime notizie, è maggio ma sembra novembre

La prima domenica di maggio porta con sé il ritorno dell’inverno. La situazione è difficile in tutto il bel paese a causa di una perturbazione proveniente dall’est, con venti freddi e temperature in calo anche di quindici gradi centigradi. A Cortina si segnala il ritorno di abbondanti nevicate, stessa situazioni su molti paesi di montagna, con nevicate anche sotto gli 800 metri. Se il nord della penisola piange il sud non sta meglio, in tale contesto da segnalare come le isole minori siano irraggiungibili a causa dei forti venti di burrasca. Purtroppo l’ondata di cattivo tempo ha portato con sé anche alcuni gravi incidenti, due pescatori sono morti e un terzo risulta disperso. La situazione dovrebbe migliorare ma non prima di mercoledì, solo allora si potrà probabilmente definitivamente riporre il cappotto in armadio.

Ultime notizie, il presidente della RAI contro Fazio

Fomentata dal ministro dell’interno continua la battaglia contro Fazio e la sua trasmissione “Che tempo che fa“. A schierarsi contro il famoso presentatore è stato niente di meno che il presidente della RAI, Foa. Per Foa lo stipendio di Fazio è fuori da ogni logica di mercato, come se non bastasse inoltre il presentatore ha perso quella verve artistica che nel passato lo aveva reso un precursore dei tempi. Foa ha inoltre sottolineato come la trasmissione incriminata va in onda dal 2003, stigmatizzando gli ascolti, a volte definiti “ridicoli” questo nonostante i grandi cachet riconosciuti agli artisti invitati da Fazio.

Ultime notizie, la domenica sportiva

Per un campionato che ormai non ha più nulla da dire per lo Scudetto, resta alta l’attenzione degli appassionati per la lotta Champions. Dopo la frenata dell’Inter grande vittoria degli altri nerazzurri, quelli dell’Atalanta. Gli uomini di Gasperini sono stati autori di una pregevole prestazione all’Olimpico, alla fine i bergamaschi hanno annientato una irriconoscibile Lazio, segnando ben tre goal. Bella anche la partita tra Parma e Sampdoria, alla fine ben sei goal per un pareggio spumeggiante, in questa gara da segnalare la doppietta di Quagliarella. Nella sera vince il Napoli in rimonta contro il Cagliari. Nel Gp di motociclismo da segnalare la terza vittoria consecutiva di Márquez, lo spagnolo è cosi saldamente in testa alla classifica piloti, male invece Valentino Rossi, il pesarese partito dalle retrovie non è andato più in là del sesto posto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA