Vicenza, 15enne stuprata e drogata/ L’amica 31enne l’ha venduta a due marocchini

Uan 15enne di Vicenza è stata venduta da un’amica 31enne a due marocchini: drogata e stuprata

violenza 2018 pixabay
Precipita da terrazzo per scappare dal fidanzato violento (Pixabay)

Orrore a Vicenza dove la 31enne Elisa Faggion ha “venduto” la propria amica di soli 15 anni, poi stuprata da due marocchini. Il tutto avvenuto durante un weekend nella casa della stessa Faggion, a Trissino, in provincia di Vicenza. Per il fatto si trovano al momento agli arresti domiciliari tutti e tre, compresi Zahir Es Sadouki, 28enne dipendente di una coop, e Nadir El Fettach, fisioterapista di 27 anni. Nell’ordinanza del giudice vengono definiti “un consorzio criminale”, e la 15enne sarebbe stata offerta sessualmente ai due magrebini, nonostante gli stessi accusati sostengano di essere totalmente estranei ai fatti perché la ragazzina sarebbe consenziente. Una storia di violenza e di degrado scoperta solamente dopo che la giovane vittima abusata ha deciso di rivelare il tutto ad uno psicologo. A rendere ancora più raccapricciante l’intera vicenda, il fatto che Elisa Faggion avrebbe assistito inerme allo stupro senza intervenire, pur vedendola piangere e soffrire.

VICENZA, 15ENNE STUPRATA E DROGATA

Tra l’altro vi sarebbero una serie di messaggi, chat e conversazioni telefoniche che confermerebbero di fatto l’accaduto, anche se le indagini sono in corso con l’obiettivo di ricostruire con esattezza l’accaduto. La ragazzina sta un po’ meglio rispetto a qualche giorno fa, mentre i tre rischiano di andare a processo con l’accusa di violenza sessuale con l’aggravante degli stupefacenti e della minore età. «Erano amiche – le parole di Sonia Negro, l’avvocatessa che cura la vittima 15enne, ai microfoni de La Vita in Diretta – la ragazzina aveva molta fiducia nella 31enne, la considerava quasi una sorella. Il reato diventa ancora più grave di quello che è per via dell’età della vittima, particolarmente giovane». Ricordiamo che al momento i tre si trovano agli arresti domiciliari e proprio in questi istanti sono in corso gli interrogatori da parte del magistrato del tribunale di Vicenza. Sono attese novità nei prossimi giorni su questa ennesima vicenda di violenza sessuale nei confronti di una minorenne e dove purtroppo la protagonista è ancora una volta la droga.



© RIPRODUZIONE RISERVATA