Israele, maschera in pietra di 9mila anni fa/ Foto misteriosa scoperta: forse usata per riti religiosi

Una maschera di pietra risalente a 9000 anni fa è stata ritrovata in territorio israeliano-palestinese

29.11.2018 - Paolo Vites
Scoperta archeologica
Maschera di pietra risalente al neolitico

Una maschera di pietra inquietante, ma di ottima fattura, è stata scoperta in Israele. Risale ad almeno 9mila anni fa. E soprattutto è perfettamente conservata, la prima del genere ritrovata in territorio israeliano da almeno 40 anni, del periodo neolitico, di cui ne esistono quindici, ma solo due sono disponibili nei musei. Tutte  le altre appartengono a dei privati. Di quest’ultima è abbastanza misterioso anche il ritrovamento, risalirebbe a circa un anno fa in Cisgiordania, ma potrebbe essere stata trovata in territorio palestinese, si parla anche di ladri di tombe. E’ comunque una ulteriore prova dell’immenso patrimonio archeologico che si torva in Medio Oriente, le scoperte di vari periodi storici infatti sono continue.

ISRAELE, SCOPERTA MISTERIOSA MASCHERA

Tornando all’oggetto in questione, anche se molto semplice, è di squisita fattura, realizzato con un blocco di calcare giallo rosato che le dà quella coloritura che ricorda la pelle umana. Possiede fori per occhi e bocca in cui sono stati scolpiti anche i denti. L’uso non è chiaro, potrebbe averne avuto di diversi secondo gli archeologi. Poteva essere legata con una corda al volto e indossata come una maschera di guerra o sacerdotale o per scopi propiziatori legandola a un palo. Potrebbe rappresentare un antenato o un defunto. Grazie alla scoperta del periodo storico, si pensa che era lo stesso periodo in cui gli uomini della regione stavano passando da essere cacciatori nomadi ad agricoltori stanziali.