Cuneo, esalazioni da silos: morto operaio 22enne/ Volo da 40 metri: grave il fratello

- Davide Giancristofaro Alberti

Cuneo, un operaio è morto a seguito delle esalazioni di un silos: la vittima aveva 22 anni, coinvolto anche il fratello di anni 25

Elicottero
Elicottero, foto di repertorio (LaPresse, 2019)

Tragedia avvenuta sul lavoro questa mattina. In quel di Cavallermaggiore, precisamente in frazione Madonna del Pilone 81, in provincia di Cuneo (Piemonte), due agricoltori sono rimasti feriti: uno è morto mentre l’altro è gravissimo. Secondo una prima ricostruzione, entrambi si trovavano su un silos e sono purtroppo caduti da un’altezza di ben 40 metri. I due lavoratori si trovavano sul tetto del silos (che era colmo di mangime), impegnati per una verifica, ma la copertura ha ceduto facendo precipitare i due di sotto. Il più giovane dei due, D. G., 22 anni, è morto praticamente sul colpo: i soccorsi sono arrivati sul luogo del lavoro tempestivamente ma nonostante i tentativi di rianimazione per il ragazzo non vi è stato più nulla da fare. L’altro operaio grave, F.G. Di 25 anni, fratello della vittima e figlio del titolare dell’azienda, è stato invece trasportato in condizioni gravi presso l’ospedale di Savigliano. Sul posto, oltre agli uomini del 118, sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Saluzzo, Savigliano, Cuneo e Alba, nonché il Nucleo speleo alpino, i carabinieri e lo Spresal dell’Asl Cn 1.

CUNEO, ESALAZIONI DA SILOS: NUMEROSI MORTI BIANCHE DI QUESTO TIPO NEGLI ULTIMI ANNI

Secondo quanto riferito dall’ufficio stampa dell’Asl Cn1. pare che i due operai siano rimasti coinvolti in una caduta, dopo aver respirato delle esalazioni nocive. A questo punto è molto probabile che i due fossero al lavoro in un’operazione di pulizia delle vasche, e qualcosa deve essere andato storto: il 25enne avrebbe tentato di aiutare il fratello, rimanendo entrambi coinvolti. Ad un certo punto sarebbe intervenuto un terzo, forse il titolare della stessa ditta, che ha quindi chiamato i soccorsi. Come pubblicato su un recente articolo dall’agenzia Ansa, sono purtroppo diversi gli episodi di questo tipo capitati negli ultimi anni, come ad esempio i due operai deceduti ad agosto di un anno fa a Potenza, mentre stavano ispezionando un pozzo di manutenzione di una discarica. Situazione molto simile ad agosto di due anni fa, dove morirono in quel caso tre operai a Milano, e potremmo purtroppo continuare a lungo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA