PESCE D’APRILE/ Le origini e gli scherzi più antichi e famosi. Gli alberi degli spaghetti, e il panda che crea la sua pagina web

- La Redazione

 Oggi è il primo d’aprile. E un pesce, non lo si nega a nessuno. Chi più, chi meno, se lo aspetta da un momento all’altro. Il giorno rende sospettosi. E, in occasione del 1 aprile può tutti si attendono un perfido scherzo da un momento all’altro.

pesci_R375

Oggi è il primo d’aprile. E un pesce, non lo si nega a nessuno. Chi più, chi meno, se lo aspetta da un momento all’altro. Il giorno rende sospettosi. E, in occasione del 1 aprile tutti si attendono un perfido scherzo da un momento all’altro. Che si tratti di una bugia ben raccontata, o del classico pesce di carta attaccato sulla schiena – tipico degli studenti – il pesce d’aprile è in agguato. E, quando uno meno se lo aspetta, attacca.

– Non sono del tutto note le origini del pesce d’aprile. Potrebbe essere collegato all’equinozio di primavera. Secondo un’altra ipotesi, deriverebbe dal fatto che, prima dell’adozione del calendario gregoriano, il capodanno cadeva tra il 25 marzo e il 1º aprile. Pare che in Francia, poi,  a proposito della prima ipotesi, si inaugurò la tradizione di regalare pacchi vuoti. Dal momento che la tradizione è comune a tutta l’Europa, tuttavia, gli studiosi hanno cercato di far risalire l’usanza ai tempi dei Greci, intravedendo nel mito di Proserpina rapita da Plutone, cercata dalla madre e ingannata da una ninfa, l’origine del pesce d’aprile.

Il pesce d’aprile più antico di cui si ha notizia è quello del maestro Buoncompagno da Firenze. Sul finire del XIII secolo, raccontò alla popolazione bolognese che avrebbe sorvolato la città con un velivolo di sua invenzione. Una folla si recò sul Monte di Santa Maria pe assistere allo spettacolo. Ma si trovò di fronte il personaggio con due ali finte che confessà lo scherzo.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CON I PESCI D’APRILE PIU’ NOTI, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO

 – Il pesce d’aprile più antico di cui si ha notizia è quello del maestro Buoncompagno da Firenze. Sul finire del XIII secolo, raccontò alla popolazione bolognese che avrebbe sorvolato la città con un velivolo di sua invenzione. Una folla si recò sul Monte di Santa Maria per assistere allo spettacolo. Ma si trovò di fronte il personaggio con due ali finte che confessò lo scherzo suscitando l’ilarità di alcuni e l’indignazione di molti altri.

– Nel marzo del 1878 la Gazzetta d’Italia annuncia che nel parco delle Cascine, i fiorentini potranno assistere alla cremazione di un mahrajà indiano. Una grande folla si reca incuriosita sul posto, rimanendo delusa. Passano le ore e non succede nulla, quando un gruppo di ragazzi da dietro un cespuglio urla "Pesci d’Arno fritti!".

– Tra i pesci d’aprile meglio riusciti nella storia recente, wikipedia, ne cita alcuni tra i più famosi. Tra questi, molti provengono dal mondo dei media. Se infatti, di norma, il pesce d’aprile si teme di subirlo, nel mondo dei media è considerato un dovere provocarlo.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CON I PESCI D’APRILE PIU’ NOTI, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO
 

Ogni anno Nonciclopedia, il famoso sito internet che fa la parodia di Wikipedia, organizza un pesce d’aprile. Nel 2009 aveva realizzato la pagina web principale identica a quella di Wikipedia, con tutta una serie di link dirottati, il che aveva generato grande confusione tra gli utenti.

 

Nel 1957 la Bbc pubblicò un servizio sugli Alberi degli spaghetti in svizzera e sulla raccolta della pasta da parte  dei cittadini elvetici. Alcuni spettatori contattarono l’emittente interessati ad acquistare l’albero degli spaghetti.

 

– Nel 1998 il giornalisti Franco Zanetti annuncia in anteprima l’uscita dell’album postumo, inedito, di Lucio Battisti, L’Asola. Si legge La Sola, in romanesco “Burla”

 

Diversi media avevano diffuso la notizia in base alla quale Silvio Berlusconi avrebbe concesso a Telelombardia un’intervista bomba; secondo il pesce d’aprile, in questa avrebbe dichiarato che, in caso di pareggio al Senato in occasione delle politiche del 2008, avrebbe dato il ministero della Cultura a Massimo Cacciari e quello dello Sviluppo economico a Mario Monti

 

Il motore di ricerca Google diffuse la notizia del progetto CADIE (Cognitive Autoheuristic Distributed-Intelligence Entity). Il progetto, secondo il pesce d’aprile di google, avrebbe permesso ad un Panda, nella notte, di creare una pagina web personale. Tutto questo era stato confermato da numerosi link correlati, creati apposta per l’occasione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori