CINA/ Funzionario fannullone prende 8 anni di stipendio senza lavorare un giorno

- La Redazione

Un funzionario-fannullone è diventato il bersaglio di attacchi on-line dopo che la comunità di Internet ha scoperto che era stato pagato per oltre sette anni senza lavorare un solo giorno

fujian-cina-r400
La provincia di Fujian in Cina

Un funzionario-fannullone è diventato il bersaglio di attacchi on-line dopo che la comunità di Internet ha scoperto che era stato pagato per oltre sette anni senza lavorare un solo giorno.

IL FUNZIONARIO: «NON ERO INFORMATO» – Sarcasticamente soprannominato «il funzionario più bravo della Cina», Jiang Jinxiang, 55 anni, nell’ottobre 2003 era stato raccomandato per un impiego nella sezione per la supervisione della costruzione urbana di Longyan, città nella provincia di Fujian nell’est della Cina. E pur non essendosi mai fatto vedere sul luogo di lavoro, il suo stipendio è sempre stato puntualmente depositato sul suo conto corrente, per una durata totale di 89 mesi. Quando è stato contattato dal quotidiano on-line China Daily, Jiang ha rivendicato di non essere mai stato al corrente del fatto che il suo posto di lavoro fosse stato trasferito nella sezione per la supervisione della costruzione urbana.
 

SUPER-RACCOMANDATO – «Il mio nuovo impiego non mi è mai stato notificato. Pensavo che il denaro fosse un pagamento legato alla sospensione dal mio precedente lavoro», ha spiegato Jiang. Il funzionario, che in passato è stato capo sezione del Congresso del Popolo della provincia di Fujian, è stato sospeso dal suo lavoro nel 2002 per un caso controverso, e da allora non è più tornato in ufficio. La Xinhua News Agency ha citato un funzionario del governo di Longyan, secondo cui Jiang sarebbe stato raccomandato per il suo attuale impiego dall’ufficio del personale della città. Jiang ha affermato che faceva affidamento sullo stipendio per mantenere la famiglia e la moglie, alla quale era stato diagnosticato un tumore al seno.
 

«RAGIONI UMANITARIE» – «Abbiamo contattato Jiang chiedendogli di ritornare al dipartimento il più presto possibile, ma lui si è rifiutato», ha rivelato Zheng Lixin, capo dell’ufficio delle costruzioni di Longyan che sovrintende il dipartimento di Jiang. Aggiungendo che «se continuerà a farlo, prenderemo i provvedimenti necessari ad affrontare questo caso in linea con gli appositi regolamenti». Ma Jiang avrebbe replicato che non intendeva tornare in ufficio fino a quando non fosse stata cancellata la sua sospensione e non fosse stato reintegrato nella sua posizione originale. Zheng ha dichiarato a China Daily che durante la sua assenza Jiang poteva ricevere solo uno stipendio base, e che il fatto di continuare a pagarlo era motivato in parte da ragioni umanitarie, ma anche dal fatto che il funzionario aveva raccomandazioni altolocate. Alla fine è tornato al lavoro, ma non ha ottenuto una buona accoglienza. «Sembrava che tutti i miei colleghi mi evitassero come se fossi una specie di extraterrestre», si è lamentato il funzionario fannullone.

STIPENDIO TRIPLICATO – Jiang ha ammesso che il suo stipendio è stato incrementato da 800 yuan (89,27 euro) al mese nel 2003 a 2.600 yuan (290,14 euro) nel 2011. Triplicando quindi i compensi percepiti nell’arco di otto anni. E se in euro può sembrare una cifra molto modesta, occorre tenere conto del fatto che il costo della vita, e di conseguenza gli stipendi, in Cina sono molto differenti rispetto all’Europa. Un minatore nel Paese asiatico prende in media 1.291 yuan (meno della metà dello stipendio di Jiang nel 2011) e un meccanico solo 1.082 yuan. La mancanza di trasparenza nel sistema dei libri paga di alcuni dipartimenti dell’amministrazione pubblica è stata criticata a lungo per una serie di errori di pagamento avvenuti in tutto il Paese.
 

43MILA FANNULLONI – Nel 2006, la provincia di Chongqing avrebbe scoperto 3mila dipendenti del governo e delle istituzioni pubbliche che erano cronicamente assenti, mentre la vicina provincia di Sichuan ha un gruppo di «parassiti» ancora superiore, con quasi 40mila funzionari che costano 64 milioni di yuan l’anno senza fare nulla. «Simili errori di pagamento si verificano anche nelle compagnie private, quando gli stipendi sono pagati ai dipendenti che hanno già dato le dimissioni – ha affermato Wen Yueran, un esperto di risorse umane alla Renmin University in Cina -. Ma stavolta è stato il lavoro a tempo indeterminato e lo stipendio più elevato di un funzionario che hanno attratto l’attenzione del pubblico».

LEGGI MAI APPLICATE – Wen ha aggiunto che benché ci siano leggi e regolamenti, come la Civil Servant Law, per aiutare a tenere sotto controllo queste prassi scorrette, non sono mai stati attuati in modo completo. «Un’altra ragione è che gli ordini dei superiori conservano ancora un grande potere nel Paese», ha osservato Wen. Il professor Tang Jun del centro di ricerca sulle politiche sociali dell’Accademia cinese di Scienze sociali ha rimarcato invece che è un fatto positivo che sempre più persone facciano grande attenzione a questi errori. «Ma a volte le notizie sono facilmente esagerate perché i funzionari sono il tema caldo del momento», ha commentato.
 

(Pietro Vernizzi)


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori