VIAGGI/ Percorsi mozzafiato attraverso l’Europa

- La Redazione

Viaggi in auto consigliati attraverso l’Europa, per affrontare una vacanza su quattro ruote alla ricerca di bellezze poco conosciute e fuori dal turismo di massa

amalfi_R400
La costiera amalfitana

“Mettiti in viaggio sulla Route 66” diceva una vecchia canzone ripresa negli anni un po’ da tutti, anche da gruppi come i Rolling Stones. In realtà la Route 66, leggendaria autostrada che attraversava gli Stati Uniti quasi da costa a costa non esiste  più, rimpiazzata da più moderni e fruibili percorsi stradali. Ma il fascino del mollare tutto, fosse anche per un weekend sulla strada, rimane ancora. Senza bisogno di andare fino alla lontana America, dove comunque il mito del viaggio coast to coast resiste tutt’ora grazie agli splendidi paesaggi naturali che si visitano, anche la vecchia Europa ha da offrire parecchio. Con conseguente risparmio di tempo e denaro. Ecco qualche percorso consigliato.

– Sono circa cinquanta chilometri da percorrere davanti a uno dei panorami più belli al mondo, tanto che proprio da tutto il mondo arrivano qui in Campania i turisti. Ma come spesso accade per noi italiani, gli ultimi a scoprire le bellezze casalinghe sono proprio i padroni di casa. Basti pensare che l’Unesco ha dichiarato questa costa patrimonio dell’umanità. Ecco allora il consiglio per un viaggio abbastanza breve come durata, ma di grande soddisfazione. Il tratto da percorrere è quello che unisce la città di Salerno con quella di Sorrento. Si tratta della panoramica amalfitana, la statale 163, definita anche la panoramica più bella del mondo. Il tracciato presenta molte curve ed è a una corsia sola, piuttosto ristretto per ogni senso di marcia. L’inizio è dal paese di Vietri sul mare, si attraversano i comuni della costiera amalfitana costeggiando il mare. Quindi si arriva a Meta dove si può imboccare la strada stalle 145 sorrentina che permette di visitare l’altrettanto affascinante costa sorrentina. Il periodo meno indicato per percorrerla è quello estivo, specie di agosto, dove l’affluenza turistica è decisamente alta e alcuni tratti di strada subiscono lunghe code. Sorrento è distante da Napoli circa 48 chilometri e da Salerno altri 50 chilometri.

Un’altra costa, questa volta però decisamente a nord. Siamo in Scozia,lungo la sua costa occidentale. Per chi ama le situazioni di solitudine e spazi silenziosi. E anche dalle temperature piuttosto rigide, dato che il clima della Scozia non è dei più solari. Ma la bellezza che incontreremo ci farà dimenticare questi particolari. Fiordi, un litorale frastagliato e selvaggio, distese di verde dove non c’è anima viva, pianure contornate di montagne. valli intagliate da antichi ghiacciai. Sono le Highlands, il cuore della Scozia, ricche di leggende e storia. Un itinerario che partirà dalla città di Aberdeen per concludersi nella capitale della Scozia, Edimburgo. Naturalmente non mancheranno i leggendari castelli popolati dai fantasmi. E il whiskey, visto che siamo nella patria dello Scotch: ma attenzione, bevete solo al termine della giornata di viaggio.

Ache l’Europa ha la sua Route 66 con un po’ di immaginazione, cioè il suo viaggio coast to coast. Seguendo un po’ il tracciato del mitico Orient Express, il treno che partiva da Parigi per arrivare a Istanbul attraversando tutta l’Europa, potremo fare un viaggio analogo partendo ad esempio dall’Olanda, Amsterdam per attraversare praticamente tutto il continente. E cioè nazioni come Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Romania e Bulgaria per fermarci alla porta dell’oriente, Istanbul. Un viaggi lungo e impegnativo certamente, circa 220 chilometri in linea d’aria.

Costa, ma non solo mare. Per chi decide di visitare un territorio un tempo appartenente alla Repubblica di Venezia, l’Adriatico croato riserverà autentiche soppresse. Facile da raggiungere, ideale per chi vuole visitare spiagge suggestive e poco popolate, paesini incantevoli che conservano ancora il fascino di un tempo e una cucina a base di pesce di altissima qualità. Il tempo richiesto è almeno una settimana. Il percorso comincia dal monte Velebit per estendersi fino alla regione di Dubrovnik. Dicevamo non solo mare: anche canyon (!), boschi e fiumi. Un altro percorso consigliato è quello che parte da Split, la Spalato veneziana.

Sono circa 187mila i laghi disseminati in Finlandia, una cifra altissima. Ovviamente bisognerà scegliere un itinerario preciso prima di partire. Un viaggio abbastanza a rotata di mano può durare ad esempio tra gli otto e i nove gironi, partendo dalla capitale Helsinki e facendovi ritorno. Prima tappa a Turku, la più antica città finlandese passando dalle rovine del castello di Raaspepori. Il terzo giorno del percorso porterà a Urjala, città famosa per la produzione dei vetri dove c’è anche un museo del vetro. Le mete successive saranno le località di tempere, Mikkeli, Punkaharju e Lappeenranta per fare quindi ritorno alla base. Il tutto passando nei pressi dei tantissimi laghi della regione.

Dal porto di Santurtzi che serve la capitale basca Bilbao con ritorno a Bilbao. Un viaggio di circa 400 chilometri che attraversa tutta la regione. Tenendo conto che da Bilbao siete distanti da Madrid solo tre ore di macchina e sei da Barcellona. Ma i Paesi Baschi offriranno abbastanza sorprese per un viaggio tutto dedicato ad essi. Cominciando dai passi montani come quello di Vitoria-Gasteiz arrivando fino alla storica città di Pmaplona. Da qui scenderete lungo i Pirenei arrivando fino allo storico passo di Roncisvalle in Francia attraverso panorami straordinariamente belli. Adesso potrete prendere la costa basca e fare ritorno a Bilbao, ammirando un altro tipo di bellezza, con la baia di Biscay che si estende davanti a voi.

Per gli amanti dell’altitudine e dei percorsi impegnativi. Pochi sanno che questo percorso stradale venne costruito al termine della Prima guerra mondiale per dare lavoro ai tanti disoccupati del periodo. Lo scopo era costruire una strada panoramica che portasse turisti paganti. Aperta ai viaggiatori solo nel 1935, nel 1938 ne aveva attratti già 375mila. Il nome è preso dalla più alta montagna dell’Austria, appunto il Grossglockner. Da questo percorso potrete ammirare alcuni die panorami alpini più belli dell’Austria ma anche dell’intera tratta alpina. La lunghezza è di soli 48 chilometri, un percorso facilmente percorribile in un giorno solo, ma la difficoltà e l’interesse dei panorami rende il viaggio più lungo, considerando che si arriva fini ai 2504 metri di altezza. Per ragioni climatiche, è aperta solo da maggio a ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori