HI-TECH/ Vent’anni fa l’invenzione del WWW, la sigla che ha cambiato la storia

- La Redazione

Il 6 agosto 1991 il primo sito web è stato lanciato su Internet, cambiando per sempre il nostro modo di navigare. Nel frattempo, il web design ha fatto passi da gigante

berners
Tim Berners-Lee

Il 6 agosto 1991 il primo sito web è stato lanciato su Internet, cambiando per sempre il nostro modo di navigare. Nel frattempo, il web design ha fatto passi da gigante. E anche se sono passati solo 20 anni, sembra che sia trascorso un secolo.

L’INVENTORE DEL WWW – Come scrive il sito web della rivista TIME, l’inventore da cui tutto è cominciato è stato Tim Berners-Lee, all’epoca collaboratore del Cern di Ginevra, famoso centro di ricerca sulle particelle nucleari. Grazie al suo lavoro, Berners-Lee aveva quindi accesso alla può grande connessione a Internet di tutta Europa. Il World Wide Web negli ultimi anni è diventato sinonimo di Internet, saccheggiando di fatto quella che era un’invenzione di Berners-Lee. Se Internet infatti ha consentito ai computer di parlarsi l’un l’altro, il World Wide Web era stato pensato come un modo per consultarne i contenuti e avere accesso a varie fonti di informazione. Berners-Lee è ritenuto l’inventore del sistema World Wide Web, che è la funzione primaria di Internet che la maggior parte di noi utilizza quotidianamente. E il sistema, che celebra il suo 20esimo compleanno, consente agli utenti di Internet di sfogliare agevolmente i contenuti dei siti web attraverso i collegamenti ipertestuali.

IL PRIMO SITO WEB – Se uno quindi, per esempio, scrive www.ilsussidiario.net sulla sua barra dell’indirizzo, il World Wide Web lo connette immediatamente al server del Sussidiario. Se quindi uno clicca il link a una notizia, la pagina si carica e appare sullo schermo in modo appropriato sempre grazie al World Wide Web. Il primo sito web è stato ospitato sul server info.cern.ch, ed era una semplice pagina testuale che conteneva esattamente ciò per cui il World Wide Web era stato pensato: un insieme di link. Inoltre ovviamente, proprio perché il Web non può lavorare senza altri siti cui linkarsi, il primo sito web includeva anche delle istruzioni per realizzare il proprio sito web. L’idea del World Wide Web era nata due anni prima, nel 1989, sempre al Cern. Berners-Lee aveva sottoposto infatti al supervisore la ricerca Information Management: a Proposal, che fu ritenuta «vaga ma interessante». Berners-Lee e il collega Robert Cailliau avevano progettato di costruire un software per la condivisione di testi scientifici in formato elettronico, a prescindere dal computer utilizzato in quel momento. L’obiettivo era migliorare la comunicazione e la cooperarazione tra i ricercatori del Cern.

HTML E HTTP – Mentre Berners-Lee e Cailliau lavoravano alla realizzazione del software, progettarono anche protocolli e standard, cioè le regole utilizzate per scambiare i file su reti di computer: il linguaggio HTML e il protocollo di rete HTTP. In un primo momento erano utilizzati solo per le pagine HTML statiche, come file ipertestuali che potevano essere visualizzati e utilizzati per la navigazione attraverso applicazioni chiamate browser. Per due anni il sistema WWW è stato utilizzato solo dai ricercatori del centro svizzero. Quindi, il 30 aprile 1993, il CERN decise di rendere la sua scoperta di pubblico dominio in modo gratuito, senza chiedere il pagamento di diritti d’autore. Si trattava di una novità molto semplice da usare, e dunque il WWW è riuscito a diventare presto il modo più diffuso nel mondo per scambiare pacchetti informatici online. Con il tempo sono stati definiti strumenti per realizzare pagine HTML dinamiche. In primo luogo si è fatto ricorso alle CGI (Common Gateway Interface). Questa soluzione, pur essendo facile da mettere in atto, possiede diverse limitazioni di progetto.

 

(Pietro Vernizzi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori