Lotteria Italia 2018, Vincitore e Biglietti Vincenti/ Nell’era dei social svanisce la privacy dei milionari

Lotteria Italia 2018, vincitore e biglietti vincenti. Il caso di Pinerolo: la figlia del vincitore, “1 mln? Pensione per mio padre”. Le ultime notizie sui premi e sui fortunati milionari

08.01.2018 - Silvana Palazzo
lotteria_italia_2017
Lotteria Italia 2018, vincitore e biglietti vincenti

La Lotteria Italia nell’era dei social. Qualcosa è cambiato, lo si avverte al termine dell’estrazione. Un tempo la caccia ai vincitori era inutile, perché restavano anonimi. Ora invece si cercano i fortunati sui social. In un’epoca nella quale la comunicazione è scatenata, i vincitori dei premi milionari rischiano di finire in Rete. Fa eccezione il parcheggiatore torinese che ha deciso di uscire allo scoperto dedicando la vittoria alla figlia. Gli altri preferiscono che la propria identità non venga rivelata. E infatti un sito specializzato su questo argomento, come riportato da Il Messaggero, consiglia di «non dire a nessuno che hai vinto finché non hai il denaro in tasca. Qualsiasi grandezza abbia la somma, la tua vita cambierà drasticamente, e ci può volere un po’ di tempo prima che te ne renda effettivamente conto. Quindi prendi un respiro profondo e non parlare troppo. Meglio tenerlo segreto più a lungo che puoi». Più facile a dirsi che a farsi quando si vive nell’era dei selfie e della vita illustrata. «Dopo poche ore le nuove, seppur effimere, celebrities della Rete, sono loro, i vincitori, ma anche e soprattutto i baristi o i tabaccai che hanno venduto i biglietti estratti, gli amici, i familiari. Una grande festa alla quale partecipano e si identificano. A fronte della speranza, la privacy e la tutela dei diritti della persona che ha vinto svaniscono. Prevale il diritto all’identificazione e al sogno di uscire miracolosamente dalla crisi», ha spiegato Mihaela Gavrila, docente di Culture e industrie della Televisione, dipartimento di Comunicazione e ricerca sociale dell’università La Sapienza. (agg. di Silvana Palazzo)

LOTTERIA ITALIA 2018: I BIGLIETTI VINCENTI, ESTRAZIONE IN DIRETTAVINCITORE PRIMO PREMIO – PRIMA CATEGORIA – SECONDA – TERZA – I PREMI A LA PROVA DEL CUOCO

PINEROLO, FIGLIA DI BIAGIO: “UN MILIONE? LA PENSIONE DI PAPÀ”

Alla “Vita in diretta” sono stati raggiunti i raggianti (e perdonateci il gioco di parole) vincitori del quarto premio della Lotteria, divenuti famosi per la simpatica e originale storia che sottende al fortunato compratore di Pinerolo. Biagio e Francesca, padre parcheggiatole e la figlia a cui l’amato papà aveva regalato il biglietto vincente della Lotteria da 1 milione di euro. «In quarant’anni di gioco forse siamo andati pari», scherza la figlia dopo che il padre è finalmente uscito dall’ospedale per un piccolo mancamento comprensibile dopo aver scoperto di aver vinto tutti quei soldi. «Come li useremo quei soldi? Beh, sono la pensione che mio padre non vedrà mai!», ammette con serietà la ragazza che si troverà a “dividersi” i proventi di quello straordinario quarto premio alla Lotteria 2018. In studio una psicologa ha intimato i vincitori ad avere prudenza e tenere i “piedi per terra” dopo questa vittoria: Biagio replica di non aver problemi adesso dopo che per anni ha cercato invano una fortuna, con sacrifici enormi, che ora non ha nessun senso “occultare”. Francesca invece, «ancora non ci credo, incredibile. Capiremo cosa farne, la fortuna ci ha proprio baciato». (agg. di Niccolò Magnani)

AUTOGRILL ANAGNI, “IMPOSSIBILE RISALIRE AL VINCITORE”

Trovare l’identità del vincitore massimo della Lotteria Italia? Impossibile. Parola di Autogrill, proprio quello in cui è stato acquistato il tagliando vincente da 5 milioni di euro. «Di certo c’è solo che abbiamo venduto 41 mila biglietti della Lotteria. Il vincitore è uno di loro», è quanto ha detto al Corriere della Sera Tania Frusone, direttrice dell’Autogrill La Macchia Ovest. Pazzesco pensare che in quell’Autogrill oltre al primo premio, sono stati vinti altri tre premi: uno da 20mila euro proprio in quel negozio, due da 50mila venduti nell’area “gemella” nell’altro senso di marcia dell’autostrada. «Quest’anno Anagni ha sbancato», ha esultato la direttrice che ha ammesso, «Solo il contatto con la matrice mi ha fatto venire i brividi». Rosica un po’ nel pensare a tutti quelli che dicono quando comprano i biglietti, “se poi vinciamo ti paghiamo una vacanza”, «ecco, ma poi nessuno si fa mai sentire. Ma è normale, li capisco», ammette la direttrice che si lascia però andare ad un commento positivo nel finale dell’intervista. «La cosa che più mi colpisce è un’altra: non è la fortuna, sapete, il bene che sta più a cuore alle persone. No: è la salute. Tutti quelli che vengono alla cassa a comprare il biglietto della Lotteria, alla fine ti dicono che conta di più la salute. Conta di più stare bene. E questa la trovo una grande prova di saggezza».

SARDEGNA “STRACCIA” LA SICILIA

Sul fronte “isole” la Lotteria Italia ha deciso nettamente una delle due, lasciando le “briciole” all’altra: a festeggiare maggiori premi è quest’anno la Sardegna, pur rimanendo una delle regioni in Italia con meno biglietti venduti rispetto alle altre. Se sono state Lazio e Lombardia, con il Piemonte, a dividersi i massimi premi e biglietti vincenti, per gli isolani la sfida viene stravinta dai sardi che a Sassari “conquistano” un biglietto di seconda fascia da 50mila euro, mentre a Cagliari sono ben due i biglietti trionfanti di terza categoria da 20mila euro ciascuno. Nella bella Sicilia invece “solo” premi di terza fascia con Misterbianco a Catania e Bolognetta a Palermo che possono tenere alta la bandiera sicula nella grande Lotteria Italia appena andata in “soffitta”. (agg. di Niccolò Magnani)

AUTOGRILL ANAGNI, “VINCITORE FORSE VIENE DA ROMA”

Nell’Autogrill di Anagni, a La Macchia Ovest, si sono vinti i 5 milioni di euro col primo premio alla Lotteria Italia, ma è ancora mistero su chi possa avere effettivamente in mano il tagliando “capitale”. «Tra ieri e oggi nessuno si è fatto vivo, né di persona né con una telefonata. Nonostante il clamore mediatico del primo premio da 5 milioni, c’è mistero sull’identità del vincitore. Credo che sarà molto difficile capire chi possa essere stato», spiega ad AgiMeg una delle dipendente dell’Autogrill della fortuna. Ma dunque chi ha vinto 5 milioni di euro? «Siamo in tanti a lavorare in questo Autogrill, magari potrei essere stata io stessa a staccare il biglietto vincente! Ovviamente qui sull’A1 passano tanti automobilisti provenienti da tutta Italia, ma quelli della tratta Roma-Napoli sono i più numerosi. Nei giorni delle festività natalizie in molti, provenienti da Roma, si fermano a prendere un caffé insieme a un biglietto della Lotteria per poi proseguire verso Sud». Insomma la probabilità che il biglietto vincente sia nelle mura della Città Eterna in questo momento non solo non sono remote, ma sono addirittura probabili. Al misterioso vincitore, intanto, si fregano le mani per vedere l’Italia intera curiosa di sapere chi possa essere, e intanto lui sogna già come spenderli..

PINEROLO, VINCE E FINISCE IN OSPEDALE

Dopo l’estrazione della Lotteria Italia 2018 è partita la caccia ai milionari. Mentre festeggiano la generosità della Befana devono però ricordarsi di ritirare i premi. Dal 2002 ad oggi, infatti, sono oltre 27 milioni i premi non riscossi. Solitamente comunque tendono a nascondersi, ma questo non è il caso di Biagio Vigna, 64enne di Pinerolo che ha rivelato di aver vinto il quarto premio da un milione di euro. Parcheggiatore nelle discoteche, l’uomo ha spiegato che aveva comprato il biglietto per sua figlia Francesca, a cui girerà ora la vincita. Nell’intervista rilasciata a Tiscali ha raccontato di aver quasi avuto un infarto quando ha capito che aveva conquistato quell’importante premio: «Anzi, un po’ mi è venuto. Mi sono sentito male, mi sono lasciato cadere a terra. È arrivata mia figlia Francesca e mi ha portato subito al Pronto Soccorso». La sua vittoria però non è frutto del caso, perché il Farò di San Giovanni, un po’ come San Gennaro, cadendo dalla parte giusta aveva annunciato per Torino l’arrivo di un anno propizio.

LOTTERIA ITALIA, LA TRADIZIONE DELLE VINCITE IN AUTOGRILL

La dea bendata si è fermata all’Autogrill La Macchia di Anagni per la Lotteria 2018. In questo modo ha rinnovato la consolidata tradizione che lega le aree di sosta autostradali alla Lotteria Italia. Nelle ultime dieci edizioni i premi vinti nelle aree di sosta hanno regalato complessivamente 32,5 milioni di euro, ma solo se teniamo conto dei premi di fascia più alta. L’anno scorso un colpo simile riuscì a Tarsia, in provincia di Cosenza, mentre due anni fa furono tre i colpi fortunati “viaggianti”: due milioni di euro vennero vinti a San Nicola la Strada, in provincia di Caserta, poi dimenticati e tornati nelle casse statali, mezzo milione a Como e 250mila euro a Fabro, in provincia di Terni. Onde evitare nuove dimenticanze, vi ricordiamo che il biglietto vincente va presentato presso uno sportello di Banca Intesa Sanpaolo oppure presso l’Ufficio Premi di “Lotterie Nazionali s.r.l.”, viale del Campo Boario, 56/D, 00153 Roma. Il biglietto può essere anche spedito al suddetto ufficio, attraverso raccomandata A/R. L’importante è che i premi vengano richiesti entro il 180° giorno successivo a quello della pubblicazione nella G.U. del bollettino ufficiale dell’estrazione.

I commenti dei lettori