SUPERENALOTTO/ Estrazione di oggi sabato 22/10/2011 concorso 127/2011 con numero jolly e superstar

- La Redazione

Questa sera tanti italiani sono partiti nuovamente alla caccia del jackpot milionario del Superenalotto che mette in palio 25.900.000 di euro. Ecco i numeri vincenti

Superenalotto_RicevitoriaR400
imagoeconomica

Nessuna vincita di prima fascia è arrivata nell’ultimo concorso del Superenalotto. E così oggi, sabato 22 ottobre 2011, il jackpot in palio è cresciuto fino a 25,9 milioni di euro. Un buon segnale, perché la differenza rispetto al precedente montepremi (25 milioni di euro) è tornata nella media e si può quindi forse dire che le giocate siano quindi tornate in un ammontare nella norma. Se il ritmo continuerà a essere questo, e se ancora nessuno centrerà un 6, un 5+ o un 5Stella, per i primi giorni di novembre il jackpot del Superenalotto potrebbe salire sopra quota 30 milioni di euro. Questo però vorrebbe anche dire che ottobre chiuderà i battenti con una sola vincita di prima fascia, anche se di un certo livello: il 5Stella da circa 2 milioni di euro realizzato l’11 ottobre a Taranto.

Ma veniamo ora al fatto di cronaca da “smorfiare” per questo concorso. Parliamo  della nascita della figlia del presidente francese Nicolas Sarkozy e dell’ex modella italiana Carla Bruni, e del mistero che avvolge il suo nome e anche come verrà eventualmente pronunciato. I numeri che ci arrivano dalla smorfia sono il 10 (figlia), il 30 (nascita), il 47 (Presidente), il 56 (Francia), il 71 (mistero) e il 22 (italiana). I sei numeri per questo concorso sono quindi: 10-22-30-47-56-71. Il 10 e il 22 compaiono nella top ten dei numeri più ritardatari nelle sestine vincenti del Superenalotto, dato che mancano rispettivamente da 33 e 44 estrazioni.

Ecco la combinazione vincente dell’ultima estrazione del Superenalotto (n. 127/2011 di sabato 22 ottobre 2011):

(Fonte: Sisal)

(Vi ricordiamo di controllare le vincite per le estrazioni del Superenalotto e per tutti i concorsi Sisal sul sito Sisal.it o in ricevitoria) 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori