Dà fuoco alla compagna incinta cospargendola di alcol/ Pavia: 41enne rumeno arrestato

- Davide Giancristofaro Alberti

Una donna si trova ricoverata in condizioni disperate con ustioni sul 50% del corpo dopo che il compagno le ha gettato addosso dell’alcol

como
Pixabay

Un uomo di 41 anni è stato arrestato dopo aver tentato di uccidere la convivente, dandole fuoco con dell’alcol. Un episodio gravissimo riportato stamane dai principali organi di informazione online, a cominciare dall’agenzia Ansa e dal Corriere della Sera, e che ci giunge di preciso dalla Lombardia, in particolare da Vellezzo Bellini, località in provincia di Pavia. A rendere il tutto ancora più drammatico, il fatto che la vittima fosse incinta del secondo mese, un gesto di totale follia impensabile da una persona normale.

La donna è fortunatamente sopravvissuta ma presenta ustioni gravissime sulla metà del proprio corpo, e al momento si trova ricoverata presso l’ospedale Niguarda di Milano, dove si trova in prognosi riservata e tenuta sotto strettissima osservazione. L’uomo, di origini rumene, è stato arrestato dalle forze dell’ordine e dovrà rispondere delle accuse di tentato omicidio e lesioni gravissime. Ad avvisare le forze dell’ordine è stata la stessa vittima, che non si sa come, ha trovato le forze per chiamare il 112 parlando di incidente domestico e di una non meglio specificata ustione.

TENTA DI UCCIDERE LA COMPAGNA DANDOLE FUOCO: 41ENNE ARRESTATO IN FLAGRANZA DI REATO

Quando poi gli uomini del 118 sono giunti sul luogo segnalato assieme ai carabinieri, l’hanno trovata svenuta, molto probabilmente sopraffatta dal dolore atroce patito dopo le ustioni. Secondo quanto raccolto dal Corriere della Sera il 41enne era rientrato ubriaco in casa ed ha poi dato di matto, cercando di uccidere la propria compagna (non si sa bene se sia la moglie o solo una convivente). Al momento l’uomo, arrestato in flagranza di reato, si trova presso il carcere di Torre del Gallo in attesa dei prossimi step, a complicare dalla convalida del fermo, quindi dall’arresto vero e proprio, e da un futuro processo.

Secondo quanto scritto dal quotidiano di via Solferino sarebbe accaduto tutto nel giro di pochi minuti: dopo che la donna ha rimproverato il 41enne per via del suo stato di ebbrezza, i due hanno iniziato a litigare quindi l’uomo ha preso una bottiglia di alcol etilico gettandola addosso alla compagna, per poi appiccarle il fuoco con l’accendino. Le condizioni della giovane sono ritenute gravissime anche se non sarebbe in fin di vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA