Daniela Chiappini, morta donna accoltellata dal marito/ Avevano litigato per caldaia

- Silvana Palazzo

Daniela Chiappini, morta la donna di 60 accoltellata dal marito al culmine di una lite per il malfunzionamento della caldaia. Ora lui è accusato di omicidio

daniela chiappini vita diretta
Daniela Chiappini, marito l'accoltella durante lite

Daniela Chiappini, la 60enne accoltellata dal marito, è morta. Ferita con un coltello da cucina nella loro abitazione nel comune di Bolano, la donna era stata operata per le varie lesioni subite agli organi interni. Fin da subito le sue condizioni erano apparse disperate e dopo il ricovero in terapia intensiva non si era mai ripresa. Ieri la morte, come riportato dall’Ansa. L’aggressione del marito Franco Franconi era avvenuta il 20 marzo, forse scaturita da una lite per il malfunzionamento di una caldaia. Dopo averla accoltellata, lo stesso Franconi ha chiamato i soccorsi. Intanto sono scattate subito le indagini dei carabinieri. I coniugi, entrambi dentisti, condividevano uno studio alla Spezia. Ora l’uomo deve rispondere dell’accusa di omicidio. Secondo la difesa, l’uomo soffrirebbe di una malattia che potrebbe aver influito nella reazione che ha avuto durante quel litigio. Infatti dopo la perizia su entità e idoneità delle ferite a provocare la morte della moglie, per Franco Franconi è stato disposto nelle scorse settimane anche un accertamento medico legale sulla capacità di intendere e di volere al momento dell’accoltellamento.

DANIELA CHIAPPINI, MORTA DONNA ACCOLTELLATA DAL MARITO

Daniela Chiappini era ricoverata in prognosi riservata, in coma farmacologico, dopo essere stata sottoposta ad un’operazione nel tentativo di rimediare alle lesioni all’addome che hanno interessato organi vitali per effetto della coltellata inferta dal marito. L’indagato, nell’interrogatorio di garanzia, aveva negato di voler uccidere la moglie, infatti ha attribuito il suo grave gesto ad una dinamica incontrollata. Ha parlato della caldaia, spiegando di aver notato che la pressione era troppo alta. Visto che temeva un’esplosione, è andato nel panico. Si sarebbe messo a cercare la chiave per intervenire sulla caldaia per regolare la pressione. «Non la trovavo. Ho rovistato a destra e manca. L’ho cercata anche nel cassetto della cucina, svuotandolo…». A quel punto Franco Franconi si sarebbe ritrovato il coltello in mano. La moglie gli avrebbe detto di stare calmo, ma lui era nel panico: «Mia moglie mi diceva di stare calmo. Ma io ero nel panico. Ho cercato di allontanarla allargando le braccia. L’ho colpita senza volere…».



© RIPRODUZIONE RISERVATA