Daniela Martani “Roberto Burioni? Braccio finto per il vaccino”/ E il virologo…

- Silvana Palazzo

Daniela Martani contro Roberto Burioni: “Braccio finto per il vaccino anti Covid”. E il virologo replica a sorpresa con…

Daniela Martani
Daniela Martani a La vita in diretta

Ci risiamo. Daniela Martani prende di nuovo di mira Roberto Burioni. L’ex concorrente del Grande Fratello su Twitter ha condiviso il tweet di un utente che mostrava un braccio finto utile per la vaccinazione e poi ha tirato in ballo il virologo. «È quello che ha usato Burioni», ha scritto scatenando il putiferio sui social. Dal professore ordinario di virologia e microbiologia all’università Vita-Salute del San Raffaele di Milano non arriva però una replica piccata. Ha pubblicato lo screenshot del tweet di Daniela Martani e si è limitato ad aggiungere l’emoticon del cuore. Gli utenti però non sono stati altrettanto gentili. «Non riesco a trovare un termine educato per definirti. Pensa agli insulti peggiori ecco te li dedico», ha twittato qualcuno in risposta al post di Daniela Martani. Sotto al post di Roberto Burioni invece prevalgono commenti ironici, la stessa arma con cui il virologo ha commentato la questione: «Piuttosto, come va ora la navigazione 5G? Io con l’antitetanica è tanto se navigo a 56k».

DANIELA MARTANI VS BURIONI: INSULTI E IRONIA DA UTENTI…

A marzo, invece, Daniela Martani fece discutere per un tweet in cui spiegava che non si potrebbe mai infettare in quanto vegana. In una discussione con Roberto Burioni contestò il virologo spiegando che le vitamine D e C sono molto importanti per combattere il coronavirus. Esternazioni che scatenarono una serie di commenti sui social. Proprio ieri Burioni a Che tempo che fa ha smentito alcune bufale e fake news che circolano sul web, legate al Covid e al vaccino. «Il vaccino non influisce in alcun modo sulla fertilità, nè è in grado di provocazione mutazioni sul dna. Sono tutte sciocchezze». Burioni si è espresso anche in merito al vaccino per le donne in gravidanza o su malati gravi. Il virologo ha infatti chiarito come «manchi ancora un’evidenza scientifica certo dal momento che il vaccino non è stato ancora somministrato a un campione così ampio della popolazione da fornire dati certi e variegati». Quindi, ha suggerito in questi casi di consultare il proprio medico.



© RIPRODUZIONE RISERVATA